logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Voucher connettività anche per i professionisti

Non solo micro, piccole e medie imprese. Ora ci sono anche i professionisti, che esercitano in proprio o in forma associata, nella platea dei destinatari del voucher connettività per i servizi a banda ultralarga. Si fanno così sempre più passi in avanti verso la digitalizzazione.

Pubblicato il 30/05/2022
stretta di mano in azienda
Voucher connettività anche per i professionisti

Anche i professionisti possono ricorrere al voucher connettività e beneficiare della banda ultralarga. A stabilirlo è un decreto, a firma del ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e ora entrato in vigore. Con questo provvedimento, oltre alle micro, alle piccole e alle medie imprese, anche chi esercita in proprio o in forma associata può accedere alla misura volta a promuovere abbonamenti a internet ultraveloce.

Gli incentivi partono da un minimo di 300 euro a un massimo di 2.500 euro e consentono di fruire dei servizi di connettività a banda ultralarga da 30 Mbit/s ad oltre 1 Gbit/s. Si ha diritto al contributo massimo di 2.500 euro nel caso di passaggio di connessione pari o superiore a 1 Gbit/s.

La richiesta per ottenere l’agevolazione va presentata direttamente agli operatori di telecomunicazioni che si sono accreditati sul portale dedicato all’incentivo; il termine ultimo è il 15 dicembre 2022. La misura è stata attivata da Infratel Italia, che gestisce la misura per conto del Ministero dello Sviluppo Economico. Al momento il piano voucher dispone di ancora 545 milioni di euro; le risorse sono suddivise su base regionale secondo quanto stabilito dalla normativa nazionale.

Scopri le migliori offerte internet business fai subito un preventivo

Come funziona il voucher connettività

Il voucher si rivolge a imprese regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, di dimensione micro, piccola e media e ai professionisti che esercitano in proprio o in forma associata. Il bonus può essere erogato solo una volta. In caso di portabilità è prevista la possibilità di trasferire l’ammontare residuo del voucher.

Se le imprese hanno più sedi, è prevista comunque la concessione di un solo voucher. Le imprese devono essere presenti sul territorio italiano e avere fino a 250 dipendenti e un importo massimo di 50 milioni di fatturato annuo.

Gli operatori di telecomunicazioni che partecipano alla misura si sono accreditati sul portate dedicato all’agevolazione. Gli operatori già accreditati per la precedente fase 1 del Piano Voucher, destinata alle famiglie con fascia di ISEE fino a 20mila euro, sono stati automaticamente accreditati per la nuova fase per le imprese e i professionisti, dopo aver sottoscritto la nuova convenzione con Infratel Italia e dimostrato di essere in possesso dei requisiti necessari ai fini dell’iscrizione nell’elenco degli operatori accreditati.

Il piano Voucher per imprese e professionisti durerà fino a esaurimento delle risorse stanziate e non oltre il 15 dicembre prossimo. La durata potrà essere prorogata per un ulteriore anno, previa disponibilità di risorse e a seguito di valutazione da parte della Commissione europea.

Il voucher connettività presenta un importo variabile in base ai casi. Vediamo insieme l’entità del bonus a seconda del tipo di connettività:

  • Voucher di fascia A: distinti in A1 e A2: voucher con contributo connettività pari a 300 euro, per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi a un massimo di 36 mesi, riconosciuto in caso di passaggio a connessioni con velocità massima in download compresa tra 30 Mbit/s e 300 Mbit/s (voucher A1) oppure 300 Mbit/s e 1 Gbit/s (voucher A2). Per connessioni che offrono velocità di download pari a 1 Giga, potranno essere aggiunti al bonus ulteriori 500 euro.
  • Voucher di fascia B: voucher con contributo connettività pari a 500  euro, per un contratto di durata pari ad almeno 18 mesi e fino a 36 mesi, con velocità massima in download compresa nell’intervallo 300 Mbit/s - 1 Gbit/s. Per connessioni che offrono velocità di download pari a 1 Giga, potranno essere aggiunti al bonus ulteriori 500 euro euro, riconosciuti per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti.
  • Voucher di fascia C: voucher con contributo connettività pari a 2.000 euro per contratti da 24 a 36 mesi, in caso di passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore a 1Gbit/s. Potranno essere aggiunti al bonus ulteriori 500 euro per i costi di rilegamento sostenuti dai beneficiari.
A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

banda ultralarga

Articoli correlati