logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 Parla con noi 02 5005 3003

Truffe telefoniche: come difendersi?

Bisogna fare attenzione alle parole dette, perché un semplice sì potrebbe valere per un assenso alla sottoscrizione del contratto. Inoltre, non fornire dati personali o sulla fornitura. E se si è vittime di una truffa telefonica, far valere i propri diritti rivolgendosi alle autorità competenti.

Pubblicato il 05/05/2022
coppia che legge la bolletta e si dispera
Le dritte per evitare di rimanere vittime di truffe telefoniche

A poche settimane dalla pubblicazione in Gazzetta del Dpr 26/2022 che contiene disposizioni in materia di istituzione e di funzionamento del Registro Pubblico delle Opposizioni, diamo qui qualche suggerimento per non cadere nelle truffe telefoniche di sedicenti venditori di gas e luce, come di altri disparati servizi.

Di base, la regola è quella di non fornire alcuna informazione circa i propri dati personali e i dati delle utenze, ma di fatto i metodi per raggirare i consumatori sono ormai molto più sofisticati, tanto da far cadere anche i più scaltri. Basta infatti pronunciare una parola sbagliata, oppure comunicare anche un solo dato senza rendersene effettivamente conto, che il danno è fatto.

Ecco allora alcuni piccoli consigli da seguire per evitare di trovarsi con una tariffa attivata non richiesta o di cambiare fornitore senza averlo scelto, ma rischiando di andare a pagare salassi in futuro.

Verifica i numeri in entrata

In genere le telefonate truffa arrivano da numeri segnalati o appartenenti a una lista “nera”. Semplicemente inserendo su internet il numero di telefono della chiamata in entrata si potrà verificare se abbiamo parlato con un call center di un’azienda regolarmente operante oppure se siamo vittime di una truffa. È inoltre sempre bene chiedere all’operatore con cui si parla come ha ottenuto il nostro numero e richiedere l’invio di documentazione da consultare prima di aderire eventualmente alla proposta commerciale: ogni società che vende servizi e tariffe è obbligata, su richiesta del cliente, a inviare un contratto preliminare.

Attenti alle parole pronunciate

Poiché le telefonate vengono registrate, sarà facile per l’operatore che sta mettendo in atto una truffa manipolare la conversazione a suo favore, utilizzando parole chiave come “sì”, “ok”, “accetto” e così via.

La nostra legge ammette che l’accordo di vendita sia stabilito anche verbalmente e abbia lo stesso valore di quello scritto. Il consiglio è dunque di evitare categoricamente di pronunciare qualsiasi parola assertiva o rispondere in maniera affermativa a qualunque domanda, anche pronunciando un semplice sì.

Non fornire mai nessun dato

In genere la modalità di “adescamento” è richiedere i dati dell’attuale fornitura al fine di verificarne l’effettiva convenienza e possibilità di proporre una soluzione più economica. Per questo, non bisogna mai commettere l’errore di fornire qualsiasi dato riguardante la fornitura, di luce, gas oppure qualunque utenza di cui si è titolari: basterà infatti diffondere il codice POD o codice PDR, a seconda che dall’altro capo del telefono ci sia un finto fornitore di luce o di gas, per identificare la fornitura e procedere con l’attivazione del contratto-truffa.

Non dare informazioni personali

Anche le informazioni personali possono essere un buon mezzo per arrivare ad attribuirci contratti mai firmati e servizi mai richiesti, quindi non bisogna fornire mai i dati personali o il proprio indirizzo. Se invece si dovesse scoprire che l’operatore conosce tanti dettagli su di noi (basta il nome, il cognome o l’indirizzo), è un proprio diritto chiedere dove abbiano ottenuto tutte le informazioni.

Fai valere i tuoi diritti

Anche su un contratto stipulato per telefono oppure online, il consumatore può esercitare il diritto di recesso entro 14 giorni dall’avvenuto acquisto. Nel caso dei contratti di servizio, questo diritto cade soltanto nel caso in cui l’accordo espresso del consumatore abbia dato inizio alla piena esecuzione del contratto, con l’erogazione dell’utenza.

In ogni caso, se si è dato inizio a un contratto senza consenso e la società si rifiuta di annullarlo, si potrà inviare un reclamo scritto entro 30 giorni dall’ipotetica sottoscrizione avvenuta durante la telefonata.

Per farlo, ci si può rivolgere all’AGCM, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, scegliendo tra uno di questi canali:

  • inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica agcm@pec.agcm.it
  • scrivendo all’indirizzo di posta ordinaria, inviando la segnalazione a Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Piazza Giuseppe Verdi 6/A - 00198 Roma.
  • online scaricando e compilando il modulo disponibile nella pagina della segnalazione truffe online AGCM.

Iscriviti al Registro delle Opposizioni

Ricordiamo inoltre che iscrivendosi al Registro delle Opposizioni sarà possibile opporsi all’utilizzo dei propri dati personali e del proprio numero telefonico per vendite o promozioni commerciali.

Inoltre, a partire dal prossimo 27 luglio anche qualora non si sia negli elenchi pubblici, si potrà evitare di essere contattati sul telefono cellulare perché il regolamento vieterà tutte le chiamate pubblicitarie, anche quelle senza operatore.

Per le aziende che non rispetteranno il nuovo regolamento, ci saranno sanzioni amministrative fino a 20 milioni di euro e fino al 4% del fatturato totale riferito all’esercizio precedente.

Luce, gas e ogni servizio solo aziende sicure

In un momento così critico come quello attuale, dove l’aumento vertiginoso dei prezzi induce a guardarsi attorno per cercare soluzioni più convenienti, rischiare di diventare vittime di una truffa è più frequente di quanto si possa credere. Ecco perché è necessario consultare solo i siti di fornitori ufficiali, verificando sempre l’elenco delle aziende riconosciute dalla legge.

Su Segugio.it è possibile trovare l’elenco delle principali aziende fornitrici di luce e gas del mercato e individuare anche le migliori offerte luce e gas per ogni differente profilo di utenza.

A cura di: Paola Campanelli
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

tariffe utenze luce gas bolletta

Articoli correlati