logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Prezzo del gas in caduta libera. Le ragioni

Se non siamo ancora alla normalizzazione, quanto meno il peggio sembra essere alle spalle. Dopo l'accordo raggiunto a livello europeo, che apre le porte alla definizione di un price cap sul gas, le quotazioni sono scese sotto quota 100 euro e stanno consolidando questo livello.

Pubblicato il 31/10/2022
monete su fornello del gas acceso
Discesa del prezzo del gas, ecco perché

Alzi la mano chi fino a una settimana fa o poco più avrebbe mai immaginato una caduta del prezzo del gas intorno ai 100 euro. Eppure è quanto sta accadendo, soprattutto (ma non solo) in seguito all’accordo europeo sul prezzo raggiunto su input dell’Italia.

L’accordo

I capi di Stato e di governo dell’Unione europea hanno raggiunto un accordo di massima per chiedere alla Commissione Ue e al Consiglio europeo di mettere a punto un sistema dinamico dei prezzi. In sostanza, nulla è stato definito in concreto, ma le massime autorità politica dei Paesi che compongono l’Unione si sono trovate – per una volta – concordi sulla necessità di agire uniti per affrontare l’emergenza. Ora toccherà agli organismi comunitari agire concretamente per mettere a punto “l’acquisto congiunto volontario di gas, ad eccezione dell’aggregazione vincolante della domanda per un volume equivalente al 15% del fabbisogno di stoccaggio, in base alle esigenze nazionali, e l’accelerazione dei negoziati con partner affidabili”, secondo la dichiarazione finale. Che aggiunge un elemento in più: occorrerà definire “Un nuovo parametro di riferimento complementare (al Ttf di Amsterdam, riferimento per i prezzi in Europa, che negli ultimi mesi si è mostrato in preda alla speculazione, ndr) entro l’inizio del 2023, che rifletta più accuratamente le condizioni del mercato del gas”. Infine, viene chiesto di accelerare i negoziati con paesi produttori “affidabili”, come Norvegia e Stati Uniti, per “sfruttare il peso economico” dell’Ue piuttosto che competere come singoli Stati sul mercato mondiale.

Scopri le migliori offerte gas di oggi e risparmia fai subito un preventivo

Le conseguenze

Subito dopo l’accordo, sono tornate le divisioni. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ne ha parlato come di “un’ottima road map”, mentre il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha messo in guardia dalla possibile necessità di un nuovo vertice, raffreddando gli entusiasmi del presidente francese Emmanuel Macron, il quale aveva ipotizzando un'attuazione delle misure già a partire dalle prossime settimane.

Sta di fatto che l’accordo, proposto dall'ex presidente del Consiglio italiano, Mario Draghi, ha prodotto un effetto immediato: il prezzo del gas è sceso di due cifre percentuali, al di sotto dei 100 euro, contro i 349 euro raggiunti a fine agosto. Una situazione che apre le porte a un sostanzioso calo delle bollette nei mesi a venire.

Una mano dal meteo

A favorire il calo consistente delle quotazioni – che comunque risultano quattro volte superiori rispetto ai livello di dodici mesi fa - è anche il meteo, con il caldo inaspettato di questo ottobre che ha portato a rinviare l’accensione dei termosifoni anche al Nord, dove di solito si procedeva da metà mese, con lo slittamento disposto ex-lege proprio per fronteggiare la carenza di scorte. A questo punto gli addetti ai lavori si aspettano che le riserve accumulate basteranno fino a febbraio inoltrato, e magari anche oltre se le temperature miti persisteranno ancora. Anche se – come sottolineato in un report di Nomisma Energia – non è esclusa nemmeno la prospettiva opposta, cioè un inverno particolarmente rigido, che implicherebbe una forte crescita dei consumi, generando una pressione della domanda sull’offerta che potrebbe far impennare nuovamente i prezzi.

Intanto l’ARERA, che è l’autorità di regolazione del mercato dell’energia, a inizio novembre per la prima volta rivedrà in calo i parametri di calcolo per le bollette del gas, anche se non ancora per l’energia elettrica, per le quali occorrerà attendere ancora qualche settimana, sperando che nel frattempo sul mercato non si produca un nuovo cambio di rotta al rialzo.

Di certo l’emergenza bollette non è superata e i recapiti delle prossime settimane peseranno sulle tasche degli italiani, già messe alla prova da mesi di rialzi generalizzati dei prezzi. Il nuovo governo presieduto da Meloni ha fatto sapere di voler proseguire nella tendenza fin qui seguita dall’esecutivo a guida Draghi, prevedendo – se lo stato dei conti pubblici lo consentirà – aiuti alle famiglie in maggiore difficoltà.

Le migliori offerte gas di oggi:

Simulazione effettuata in data 07/12/2022 con consumo annuo 180 Sm3, modalità di pagamento RID ed invio bolletta elettronico nel comune di Milano
Logo NeN
NeN NeN Gas Special 48
€ 32,72  al mese con SEGUGIO.IT
Scopri offerta
Logo Sorgenia
Sorgenia Next Energy Sunlight Gas Dual
€ 33,25  al mese con SEGUGIO.IT
Scopri offerta
Logo wekiwi
wekiwi Gas alla Fonte
€ 33,49  al mese con SEGUGIO.IT
Scopri offerta
A cura di: Luigi dell'Olio
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

offerte gas

Articoli correlati