logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Prezzo del gas e scadenza aggiornamenti: Arera cambia le regole

Dal prossimo primo ottobre il ricalcolo delle tariffe del gas non sarà più basato sulle quotazioni a termine del mercato all’ingrosso olandese, ma sulla media dei prezzi effettivi del mercato all’ingrosso italiano. L'aggiornamento dei prezzi sarà inoltre mensile e non più trimestrale.

Pubblicato il 22/08/2022
gasdotto con tubi gialli su spazio aperto
Arera cambia le regole dell’aggiornamento delle tariffe

Nella delirante corsa al rialzo dei prezzi del gas, il Governo e gli enti preposti alla regolazione delle tariffe intervengono per frenare gli aumenti. Si spiega così l’ultima misura introdotta da Arera per cercare di affrancare i prezzi dalla vulnerabilità estrema dei mercati, che introduce un nuovo metodo di aggiornamento del costo della materia prima gas rispetto a quello finora utilizzato. Scatterà dal prossimo 1° ottobre e toccherà due variabili storiche finora utilizzate.

La prima è temporale, perché gli aggiornamenti del costo della materia prima gas, una delle voci con peso maggiore in bolletta, saranno mensili e non più trimestrali.

La seconda variabile riguarda il calcolo del prezzo, perché il riferimento non saranno più le quotazioni a termine del mercato all’ingrosso (TTV, uno dei più importanti hub commerciali al mondo e il primo in Europa per il gas), ma la media dei prezzi effettivi del mercato all’ingrosso italiano (PSV o Punto di scambio virtuale).

La nuova disposizione riguarderà evidentemente tutti i clienti del mercato tutelato, 7,3 milioni di utenti domestici, su un totale di 20,4 milioni, il 35,6%.

Come si aggiornano adesso le tariffe della maggior tutela

Nel mercato di tutela del gas il prezzo della materia prima è unico ed è regolamentato da Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) che determina variazioni continue ogni 3 mesi. Attualmente (periodo luglio-settembre 2022) il prezzo del gas metano è stato fissato a 1,049988 €/Smc, in aumento del 22% rispetto al mese precedente.

Con il nuovo metodo aumenta la frequenza di aggiornamento dei prezzi, al fine di far cogliere i vantaggi delle continue ridefinizioni del prezzo, approfittando in maniera più tempestiva delle eventuali variazioni al ribasso.

Inoltre, finisce l’era delle quotazioni a termine del mercato europeo, perché Arera indicizza il prezzo del gas al punto di scambio virtuale italiano, facendo dunque riferimento all’indice del prezzo del gas nazionale.

Il periodo di ricalcolo così breve consentirà di non far più gravare sui consumatori finali i costi di copertura del rischio e, nel caso andasse in porto, ad accogliere i vantaggi di una politica di limite al prezzo del gas, la famosa proposta all’Ue del tetto al prezzo del gas.

Infine, questa misura introdotta da Arera mira a rendere più sicuro il rifornimento di gas.

Scopri le migliori offerte luce e gas e risparmia fai subito un preventivo

L’obbligo di trasparenza per gli operatori

Scatta con il nuovo metodo di calcolo l’obbligo per gli operatori del gas di comunicare nella maniera più trasparente gli aggiornamenti.

In bolletta, gli eventuali ricalcoli di prezzo rispetto a quanto fatturato prima dovranno essere notificati; sul sito si dovranno spiegare, in caso di aumento, i motivi e tutti i fattori che hanno contribuito alla determinazione del prezzo.

Arera invoca la necessità di interventi a livello nazionale ma anche internazionale, ad esempio identificando meccanismi per gestire le emergenze che sembrano sempre più frequenti in questo ambito.

Inoltre, ha istituito un tavolo di lavoro emergenziale congiunto con le associazioni dei consumatori proprio per stabilire e decidere insieme ulteriori forme di comunicazione.

Le perplessità delle associazioni dei consumatori

Non si fa aspettare la risposta del Codacons (coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori) alla comunicazione di Arera: “Siamo decisamente contrari alla decisione di Arera di aggiornare mensilmente le tariffe del gas, una scelta che non mette al riparo gli utenti dalle forti fluttuazioni delle quotazioni energetiche”.

Secondo Codacons l’arco temporale così ridotto non è un riferimento corretto per il calcolo del costo di acquisto che i consumatori dovranno affrontare nel corso dell’anno. Un aggiornamento così frequente rischia di risentire maggiormente della volatilità del mercato, ad esempio imponendo ai consumatori tariffe più basse nei mesi dove il consumo è minore.

Favorevoli invece al nuovo metodo di calcolo del prezzo, sulla base della media dei prezzi effettivi del mercato all'ingrosso PSV italiano, “misura che potrebbe portare benefici sul fronte delle bollette”, commenta il Codacons.

Le migliori offerte luce e gas di oggi:

Simulazione effettuata in data 05/12/2022 con potenza impegnata 3 kW, consumo annuo di energia 2.000 kWh, frequenza di utilizzo sempre, consumo annuo di gas 180 Sm3, modalità di pagamento RID ed invio bolletta elettronico nel comune di Milano.
Logo Sorgenia
Sorgenia Offerta Luce: €79,74/mese Offerta Gas: €33,25/ mese
Totale Luce + Gas € 112,99 al mese con SEGUGIO.IT
Scopri offerta
Logo wekiwi
wekiwi Offerta Luce: €82,85/mese Offerta Gas: €33,49/ mese
Totale Luce + Gas € 116,34 al mese con SEGUGIO.IT
Scopri offerta
Logo NeN
NeN Offerta Luce: €86,06/mese Offerta Gas: €33,38/ mese
Totale Luce + Gas € 119,44 al mese con SEGUGIO.IT
Scopri offerta
A cura di: Paola Campanelli
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

rincari gas arera tariffe mercato tutelato

Articoli correlati