Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Come scegliere la tariffa luce in base alle fasce orarie

Un modo per limitare i consumi senza grandi rinunce è individuare il tipo di tariffa della nostra utenza e capire il funzionamento delle fasce orarie, che hanno un criterio identico sia quando il gestore è il Servizio Elettrico Nazionale, sia quando è una delle società del libero mercato.

 

Pubblicato il 26/04/2021
Scegliere la tariffa luce in base alle fasce orarie

I consumi dell’energia possono essere molto insidiosi e riservare sorprese inaspettate in bolletta. Per limitarli il più possibile senza troppe rinunce serve leggere la bolletta e capire il funzionamento delle fasce orarie, che hanno un criterio identico sia quando il gestore è il Servizio Elettrico Nazionale (ci troviamo nel regime di maggior tutela), sia quando il gestore è una delle società del libero mercato.

Per scoprirlo basta guardare la prima pagina della bolletta, che nel caso del servizio di maggior tutela riporta l’informazione in maniera chiara in alto a sinistra. Di fatto, se non si è mai cambiato operatore da quando il mercato dell'energia è stato liberalizzato, allora anche senza avere in mano una bolletta si potrà dedurre di trovarsi nel mercato tutelato e quindi molto probabilmente essere cliente del Servizio Elettrico Nazionale.

La suddivisione tra tariffa monoraria e bioraria è stata introdotta da Arera nel 2010, al fine di incentivare consumi più sostenibili e favorire il risparmio dell’energia elettrica, ed è identica per i due regimi.

Di fatto le fasce orarie sono tre:

  • F1: dalle ore 8 di mattina alle 19 dei giorni feriali dal lunedì al venerdì, escluse le festività nazionali;
  • F2: dalle ore 7 alle 8 del mattino e dalle ore 19 alle 23 la sera nei giorni feriali dal lunedì al venerdì e dalle ore 7 alle 23 il sabato, escluse le festività nazionali;
  • F3: fascia bassa dei consumi attiva dalle 23 alle 7 del mattino e la domenica e i festivi tutto il giorno.

In genere per comodità F2 ed F3 sono accorpate e formano una fascia unica, ma alcune compagnie del libero mercato presentano ancora tariffe multiorarie secondo le tre fasce.

Come varia il prezzo in base alla fascia oraria

Per un consumo consapevole occorre adesso conoscere il prezzo dell’energia elettrica a kilowattora, che cambia a seconda del mercato, se ci troviamo nel servizio di maggior tutela oppure nel mercato libero.

Il costo dell'energia elettrica nel servizio di maggior tutela è deciso dall'Autorità garante ogni 3 mesi e vale per i contratti in regime di tutela. Nel trimestre corrente (aprile-maggio-giugno) il prezzo della tariffa monoraria (in Fascia unica) è pari a 0,06595 euro/kWh. La tariffa bioraria ha invece un costo di 0,07516 euro/kWh in Fascia F1 (il giorno) e 0,06148 euro/kWh in Fascia F2 e F3 (sera e weekend).

Il costo della componente energia nel mercato libero è invece stabilito da ogni fornitore in base all’offerta, spesso bloccato per 12, 24, talvolta 36 mesi, oppure scontato sul prezzo stabilito da Arera, piuttosto che indicizzato non Arera. Talvolta capita anche che le società di distribuzione dell’energia pratichino sconti e promozioni speciali sul costo dell’energia.

Come scegliere la tariffa in base alla fascia oraria?

La scelta della migliore tariffa non è un concetto assoluto, ma varia a seconda dell’uso che se ne fa e delle abitudini di consumo. C’entra quindi lo stile di vita che conduciamo, quante persone occupano la casa e il consumo che facciamo della corrente elettrica.

In linea di massima, una tariffa monoraria è indicata per chi è spesso in casa, al contrario si può risparmiare molto quando si sta tutto il giorno fuori e si è obbligati a usare gli elettrodomestici la sera o durante il weekend.

Per capire quale sia la tariffa più giusta in ogni caso ci si può aiutare con lo strumento per il confronto di tariffe luce messo a disposizione dal comparatore Segugio.it, dove rispondendo alla domanda “Quando utilizzi l’elettricità” e grazie all’opzione “personalizza”, è possibile risalire alle migliori offerte luce in base ai consumi stimati.

;
A cura di: Paola Campanelli
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

tariffe luce bolletta

Articoli correlati

Richiesta di contatto×
Espandi