Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Codice POD e PDR: cosa sono e a cosa servono?

Sia il codice POD che il codice PDR sono posizionati nella prima pagina della bolletta e più precisamente nella sezione in cui si fa riferimento ai dati della fornitura. Questi non cambiano se si sostituisce il fornitore. Non vanno, infatti, confusi con il codice cliente.

Pubblicato il 20/11/2020

Aggiornato il 25/11/2020

Ne sentiamo parlare spesso, ma non tutti ne conosciamo il significato e la funzionalità. Il codice POD (Point of Delivery) è un codice alfanumerico composto da 14, 15 caratteri, che serve ad individuare il punto fisico da cui viene prelevata l’energia elettrica e assegnata ai clienti finali.

Ogni unità immobiliare ha il suo codice POD, che viene attribuito durante la fase dell’allacciamento. Tale codice alfanumerico non varia pure se si cambia fornitore. A comporre il codice POD sono:

  • il Codice Nazione (due caratteri che indicano la nazione che fornisce l’energia – IT nel nostro Paese);
  • il Codice Distributore (tre cifre che individuano il distributore);
  • il Codice Servizio (la lettera E per l’energia elettrica);
  • il Codice Punto di Prelievo (8 cifre che indicano il punto di prelievo).

Ad identificare, invece, le utenze del gas metano è il codice PDR (Punto di riconsegna). Tale numero fa riferimento alla posizione fisica del contatore del gas e indica il luogo geografico da cui il gas viene consegnato dal fornitore al cliente finale.

Il codice PDR è semplice da riconoscere: è composto da 14 cifre ed è sempre preceduto dalla sigla PDR o proprio dalle parole “Punto di riconsegna”. Le prime 4 cifre identificano l’impresa di distribuzione, mentre le altre 10 variano in base all’utente.

Anche il codice PDR non cambia se si sostituisce il fornitore. Anch’esso, inoltre, come il codice POD viene assegnato nel momento dell’allacciamento del gas, ossia quando il contatore viene attaccato alla tubatura nazionale che trasporta il gas.

Sia il codice POD che PDR non devono essere confusi con il codice cliente. Quest’ultimo, noto anche come numero utente, riguarda l’utenza e varia, a differenza dei precedenti codici, quando si cambia fornitore. Anche il codice cliente è presente in bolletta e si trova precisamente nella sezione relativa ai dati personali del cliente.

Dove trovare i codici POD e PDR?

I codici POD e PDR sono presenti in bolletta. Solitamente vengono posizionati nella prima pagina della fattura, precisamente dove si fa riferimento ai dati della fornitura. Entrambi hanno un ruolo fondamentale perché rappresentano un elemento identificativo dei contatori luce e gas.

Il codice POD è presente anche su alcuni contatori elettronici. Stesso discorso per il codice PDR che spesso è segnato sul display dei contatori elettronici di ultima generazione. Qualora si abbia comunque difficoltà nel trovare entrambi i codici alfanumerici, basterà mettersi in contatto con il servizio clienti del fornitore. La richiesta può essere fatta sia per iscritto che telefonicamente.

Qual è la loro funzione?

Se decidiamo di cambiare operatore, il codice POD ha un ruolo di estrema importanza. Tale codice va, infatti, comunicato unitamente ai dati personali. Stesso discorso quando si deve procedere con una voltura o anche per un subentro. Inoltre, nel caso di un reclamo allo sportello o di chiarimenti su consumi e variazioni di natura contrattuale è necessario fornire il codice POD.

Tale codice non deve, però, essere fornito a soggetti non identificati, in quanto si potrebbe andare incontro a truffe e raggiri. Comunicare il codice POD può rendere possibile il passaggio a un altro gestore.

Il codice PDR non va confuso con la matricola del contatore ed è fondamentale nel caso vengano effettuate operazioni relative al contratto del gas, quali: subentro, voltura, cambio del fornitore o risoluzione del contratto.

Tale codice alfanumerico va fornito pure in caso di richiesta di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria del contatore o per beneficiare di bonus sulla bolletta. Se dobbiamo denunciare un guasto al contatore, è necessario sempre comunicare il codice PDR e il numero di matricola.

Con Segugio.it puoi risparmiare sulla bolletta e scegliere l’offerta più adatta alle tue esigenze, confrontando le migliori tariffe gas e luce del giorno. Per saperne di più sul taglio agli sprechi, può rivelarsi davvero prezioso l’osservatorio prezzi luce e gas.

A cura di: Tiziana Casciaro
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

energia elettrica

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi