Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Banda Ultralarga, al via i voucher per famiglie e imprese

Pubblicato il 11/05/2020

Arriva il via libera al Piano voucher: semaforo verde per i contributi destinati ad imprese e famiglie per incrementare la connettività. Una necessità di non poco conto che è emersa ancor di più nelle ultime settimane in cui milioni di italiani hanno dovuto interfacciarsi con smart working e teledidattica a causa della diffusione del coronavirus in tutto il Paese.

Nel corso del Comitato Banda Ultra Larga, presieduto dal ministro dell’Innovazione Tecnologica e Digitalizzazione Paola Pisano e al quale hanno partecipato anche il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e il sottosegretario del ministero dello Sviluppo Economico Mirella Liuzzi, sono stati sbloccati fondi per un totale di 1.546 Milioni di euro, di cui 400 per il piano scuole e 1.146 per i voucher. Oltre al piano Voucher, arriva, infatti, l’ok pure al Piano Scuola che porterà la banda ultralarga negli edifici scolastici.

Le novità tra i banchi di scuola

Novità importanti tra i banchi di scuola. Si stima che entro il 2022 tutti gli istituti scolastici superiori, nonché le scuole secondarie di secondo grado di Italia, saranno connessi mediante collegamenti in fibra ottica a 1 Gbps per garantire la teledidattica. Stessi provvedimenti verranno presi pure per le scuole dell’infanzia e primarie ubicate nelle cosiddette aree bianche.

Coinvolto nel progetto, oltre al ministero dello Sviluppo Economico, pure il ministero dell’Università e della Ricerca mediante il GARR. Ad occuparsi, invece, della realizzazione del piano è Infratel Italia con alcune società regionali specializzate nelle infrastrutture digitali.

Cosa sono i voucher per la connettività

Tra i destinatari del Piano Voucher ci sono le famiglie e le imprese italiane. Dal mese di settembre potranno usufruire di un voucher per la connettività diversificato per fasce di reddito. Sarà compito di Infratel Italia gestire i voucher per comprare servizi di connettività tali da soddisfare i bisogni di studenti e docenti per la teledidattica e quelli dei lavoratori e delle imprese per il lavoro agile.

In arrivo contributi di 500 euro per le famiglie con ISEE sotto i 20mila euro, inclusa la dotazione di un tablet o di un personal computer. Previsti pure contributi di 200 euro per le altre famiglie. Alle imprese sono destinati voucher di 500 euro per la connettività ad almeno 30 mega e di 2.000 euro per la connettività a 1 giga. I destinatari del Piano sono 2,2 milioni di famiglie e 450mila imprese in Italia.

 “Al CoBUL abbiamo dato un via libera importante al piano banda ultralarga con una rimodulazione urgente delle risorse disponibili per rispondere alla sfida emergenziale, sia sul fronte scuole che per la connessione di imprese e famiglie, in particolare quelle più a basso reddito. In particolare, per quanto riguarda il piano scuole è stato previsto l’avvio dei bandi a giugno con le prime attivazioni già a settembre. Sono state rinforzate le risorse pari adesso a 400 milioni di euro per collegare oltre 32.000 plessi scolastici a 1 giga in tutta Italia. Importante sottolineare come la connettività sarà gratuita per 5 anni, inclusa la manutenzione delle reti”, ha commentato la sottosegretaria Liuzzi. 

Il Comitato per la diffusione della Banda Ultralarga Cobul è costituito da: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, Infratel e AgID (Agenzia per l'Italia Digitale).

“La decisione assunta dal CoBUL conferma il ruolo strategico di Infratel Italia nell’attuazione delle strategie digitali che risulteranno fondamentali nello scenario post COVID. L’impegno della società è di rafforzare il rapporto sinergico con il Ministero dello Sviluppo Economico e le Regioni al fine di dare da subito risposte a cittadini e imprese che in questo frangente drammatico hanno un crescente bisogno di connettività” ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Infratel Italia, l’avvocato Marco Bellezza.

Soddisfatto pure il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella, che sottolinea l’importanza della decisione del Comitato per la Diffusione delle Banda Ultralarga (Cobul) di stanziare 1,15 miliardi in voucher per facilitare l'accesso alla banda ultra larga. Una mossa che il sottosegretario Manzella ritiene importante per il tessuto imprenditoriale, oltre che per le scuole e le famiglie. “Oltre a 2,2 milioni di cittadini, ne potranno beneficiare 430mila imprese: con ogni impresa che beneficerà di un contributo di 500 euro per la connettività ad almeno 30 Mbits o di 2.000 euro per la connettività fino a 1 Gbits", afferma.

"E' un risultato - ha aggiunto - che aiuta la competitività del nostro tessuto produttivo e deve molto al lavoro condotto con le Regioni, che ringrazio per la determinazione e l'attenzione con cui seguono questa vicenda così essenziale per la coesione e lo sviluppo dei loro territori. Ed è un risultato che dobbiamo collocare in una vicenda più ampia: tra le tante cose che ci dice il Covid c'è, tra le prime, l'importanza del digitale e l'urgenza di aggredire il digital divide. Oggi facciamo un passo in avanti. C'è ancora molto lavoro da fare, ma la direzione è quella giusta".

Anche Segugio.it non ha abbandonato gli utenti durante il periodo di quarantena e, per far conoscere nei dettagli i provvedimenti adottati dagli enti preposti per far fronte all’epidemia da coronavirus, ha elaborato una guida con tutte le ultime notizie sul Covid-19.

A cura di: Marco Rigamonti
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

banda ultralarga smart working internet veloce

Articoli correlati


Richiesta di contatto×
Espandi