logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Aumenta il prezzo del gas: la soluzione per difendersi dai salassi in bolletta

L’unico modo per staccarsi dal meccanismo di aumenti conseguenti alla straordinaria crisi in atto è cambiare fornitore del gas e sceglierne uno del libero mercato, così da riuscire a contrattare condizioni più convenienti e bloccare il prezzo della tariffa, senza rimanere vincolati ad Arera.

Pubblicato il 02/03/2022
una coppia si dispera mentre fa i conti mostrando un cartello Help

Gli interventi del Governo non hanno sortito l’effetto sperato e l’aumento del costo del gas è stato nel primo trimestre 2022, rispetto allo stesso periodo del 2021, del 94% per il cliente tipo: da 70,66 a 137,32 centesimi per metro cubo, tasse incluse.

La posizione da parte delle associazioni dei consumatori è richiedere interventi straordinari al Governo, che nel frattempo valuta una nuova politica energetica e prepara la riapertura delle centrali a carbone per far fronte all’emergenza scatenata dal conflitto sul fronte ucraino.

Che impatto ha la crisi sulle bollette?

Inevitabile che la crisi politica ed economica si traduca in una crisi dei prezzi del gas, con l’ennesimo aumento di un ulteriore 30,5% dei scorsi giorni, così come stanno aumentando tutte le materie prime, con conseguenze che continuano ad essere disastrose per le famiglie. Le previsioni sono infatti di una crescita dell’inflazione spinta, al quale si collega un’ulteriore crescita del prezzo delle forniture di gas.

Risparmia sulla bolletta del gas scopri subito le offerte

Cosa fare se si ha una tariffa del regime tutelato

Il servizio di tutela per il gas è il regime tariffario più antico del nostro mercato dell’energia, che presto sarà definitivamente sostituito da un unico mercato libero, dove gli operatori si muovono secondo il principio della libera concorrenza. Di fatto, il passaggio obbligatorio al nuovo regime continua a subire slittamenti, tanto che adesso il termine ultimo della fine del regime tutelato è stato fissato per la fine del 2023.

Nel servizio di tutela del gas a decidere i prezzi è Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che opera per tutelare la concorrenza e l’efficienza nei servizi di pubblica utilità. È proprio Arera che stabilisce ogni tre mesi i prezzi delle tariffe, adeguandoli agli andamenti del mercato, che in questo momento dettano gli aumenti stratosferici già visibili nelle nostre bollette.

L’unico modo per staccarsi da questo meccanismo è cambiare fornitore del gas e sceglierne uno del libero mercato, così da riuscire a contrattare condizioni più convenienti per il nostro portafoglio e non essere vincolati agli aumenti di prezzo disposti dall’Autorità. In più, nel libero mercato si potrà approfittare delle tariffe a prezzo bloccato, ormai offerte da tutti gli operatori, e fissare un prezzo che non varierà per un ragionevole periodo di tempo stabilito dal contratto.

Cambiare fornitore del gas è semplice e non comporta costi di alcun tipo, disagi, lavori al contatore o interruzioni della fornitura. A sbrigare ogni procedura e burocrazia ci pensa il nuovo fornitore, mentre all’utente resterà solo l’impegno di cercare la migliore tariffa gas sul mercato.

Come sapere se la tua fornitura è nel mercato tutelato

Sembra un paradosso, ma molti utenti non conoscono il tipo di mercato al quale appartiene la propria fornitura di gas. Di fatto, per sapere se si è in regime di tutela oppure nel mercato libero, basta leggere la bolletta: nel primo foglio si troverà l’indicazione obbligatoria per ogni fornitore “Mercato libero dell’energia” oppure “Servizio di maggior tutela”.

Cosa fare se si ha una tariffa del libero mercato

Trovarsi nel libero mercato del gas non è una condizione sufficiente per risparmiare, al contrario ci sono tariffe in questo regime che si rivelano un salasso, anche rispetto a quelle del servizio di tutela.

Questo dice chiaramente che non esiste una tariffa conveniente in assoluto, perché anche nel libero mercato la convenienza è subordinata a una serie di variabili che dipendono dall’utilizzo che si fa del gas e dai servizi accessori che si vogliono includere nel contratto.

Un metodo veloce e sicuro per trovare la tariffa più conveniente è cercarla con l’aiuto di un comparatore come Segugio.it, consultando l’elenco delle migliori offerte gas ogni giorno, oppure chiedendo un preventivo gas personalizzato sulle pagine del sito o al numero di assistenza gratuita 800 999 555.

A cura di: Paola Campanelli
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

gas rincari gas bolletta

Articoli correlati