logo segugio.it

Prezzi dell’elettricità ai massimi storici nel 2018

Pubblicato il 24/01/2019
Ultima modifica il 28/01/2019

Prezzi dell’elettricità ai massimi storici nel 2018

Un 2018 da dimenticare per le famiglie italiane, che nel terzo trimestre hanno sopportato i prezzi dell’energia elettrica più alti dell’ultimo decennio. Il dato è emerso dall’Analisi Trimestrale del Sistema Energetico dell’ENEA che segnala anche un calo del 5% dell’ISPRED, l’indice che misura il grado di sicurezza e l’andamento dei prezzi e della decarbonizzazione nel sistema energetico italiano.

“La causa stavolta è l’incremento dei prezzi finali sulla spinta delle commodity energetiche”, spiega l’esperto che ha diretto l’analisi, Francesco Gracceva, “con l’impennata del gas naturale (+60%), dei prezzi della borsa elettrica (+33,5%) e del petrolio Brent che a ottobre ha raggiunto gli 85 dollari al barile. Gli effetti dei successivi forti cali del greggio, oggi a 55 dollari, e in misura minore del gas, si manifesteranno solo nei prossimi mesi”.

Spesa per l’energia alta anche per le imprese

Dall’analisi risulta che le aziende medio-piccole italiane pagano importi superiori alla media europea. L’ENEA ha stabilito che con consumi annui di 1.250 MWh, si spende per l’energia elettrica 70 mila euro all’anno in più rispetto a un’impresa francese e circa 30 mila in più di un competitor britannico o spagnolo.

Bolletta della luce: meno 0,08% per il nuovo anno

Questa minima riduzione del primo trimestre per i contratti in regime tutelato, riportata anche nella news “Le tariffe luce più convenienti di gennaio 2019”, è dovuta al calo dei costi legati all’approvigionamento della materia prima (-5,32%), controbilanciato però dalla riattivazione degli oneri generali di sistema (+5%) e dalle tariffe per la trasmissione, distribuzione e misura (+0,24%).

Un consiglio per tagliare i costi della bolletta

Basta trovare la tariffa più adatta alle proprie abitudini di consumo su Segugio.it, il comparatore che mette ai disposizione dei suoi utenti in maniera trasparente e senza alcun impegno le migliori offerte di fornitura dei principali gestori, per risparmiare in modo semplice e veloce sulla bolletta della luce.

Ricordiamo che il costo dell'elettricità cambia in base a numerose dimensioni di segmentazione delle tariffe, come le fasce orarie, il taglio di potenza (che può variare da 1,5 a 6 kW), le fonti energetiche utilizzate e la tipologia di prezzo applicato.

Un esempio di convenienza

Solo a titolo d’esempio, per una richiesta di cambio fornitura nella città di Milano (consumo 2700 kWh l’anno, potenza impegnata di 3 kW, frequenza di utilizzo in qualsiasi fascia oraria, invio elettronico della fattura), può essere conveniente sottoscrivere la proposta di Accendi Luce & Gas, che con Accendi Casa Luce 24 Mesi prevede un costo mensile di 43,36 euro (520,26 euro l’anno). Si tratta di una soluzione messa a disposizione da Coop e dedicata ai nuovi clienti titolari di un punto di prelievo a uso domestico. L’offerta prevede zero costi di attivazione, recesso e spedizione bollette.

Con l'offerta Accendi Casa Luce 24 Mesi è possibile gestire la fornitura completamente online e controllare i consumi e lo stato di attivazione delle richieste senza spostarsi da casa. La promozione per questo mese prevede 8 euro di sconto al mese per i primi 12 mesi, un importo che sarà riconosciuto bimestralmente e erogato secondo le tempistiche di fatturazione previste dal contratto.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Prezzi dell’elettricità ai massimi storici nel 2018Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica (KWh)
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!