logo segugio.it
Chiama gratis 800 999 555 Chiama gratis 800 999 555

Prezzo indicizzato

Con prezzo indicizzato si fa riferimento al costo variabile dell’energia o del gas in un contratto di fornitura del mercato libero.

Quando si parla di costo variabile è bene sapere che la componente mutevole è solo quella relativa alla materia energia e alla materia prima gas, in quanto le altre voci come le spese di trasporto o gestione del contatore sono fisse e stabilite da ARERA.

All’interno del mercato tutelato è la stessa Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, ogni tre mesi, ad indicare il prezzo indicizzato della componente energia in base a una serie di fattori come la variazione del costo del petrolio e del gas per l’elettricità e i prezzi di importazione per il gas.

Nell’ambito del mercato libero invece, ogni operatore presente sul mercato può proporre un’offerta a prezzo indicizzato praticando uno sconto sul prezzo stabilito da ARERA.

L’alternativa al prezzo indicizzato è la fornitura di energia a prezzo bloccato, con cui il consumatore è in grado di conoscere il prezzo fisso dei propri consumi per un determinato periodo di tempo.

Grazie alla fornitura con regime di prezzo bloccato il consumatore non corre nessun rischio di spesa in più nel caso di aumento del costo della materia prima energia o materia prima gas, ma al tempo stesso non può risparmiare da un eventuale ribasso sul mercato.

Di contro, il consumatore che ha deciso di affidarsi a un’offerta a prezzo indicizzato, ha dalla sua un prezzo di mercato potenzialmente più basso, ma deve sottostare ai rischi del mercato all’ingrosso e all’imprevedibilità dello stesso.

Non è quindi possibile sapere se, al fine di un sensibile risparmio in bolletta, al cliente finale convenga il prezzo bloccato o il prezzo indicizzato, e prima di decidere è sempre meglio conoscere nel dettaglio le tariffe di energia elettrica più convenienti presenti ogni giorno sul mercato.

Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le offerte adsl

Termini correlati