logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 999 Parla con noi 02 5005 999

OLO

Nel campo delle telecomunicazioni, con l’acronimo OLO (Other Licensed Operator) si intendono tutti gli operatori di rete in diretta concorrenza con il fornitore dominante dei servizi voce e dati.

Il termine OLO, descritto in Italia anche come “Operatore Telefonico Alternativo”, vede la luce a partire dagli anni Novanta quando, grazie alla liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni, i servizi di connettività alla linea telefonica o a internet non sono più stati esclusiva di Telecom Italia.

Gli operatori OLO sono quindi quelli che competono sul mercato per l’acquisizione di nuovi clienti, proponendo sconti e promozioni al fine di raggiungere un più ampio numero di clienti finali. Per iniziare la fornitura di reti o servizi di comunicazione elettronica, gli operatori OLO devono però essere autorizzati secondo le norme previste dal D. Lgs. 1 agosto 2003, n. 259 relativo al Codice delle comunicazioni elettroniche.

L’elenco completo degli operatori di comunicazione autorizzati a operare in Italia è disponibile e consultabile in ogni momento sul sito dell’Agcom, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

I rapporti che intercorrono tra soggetto dominante e altri operatori autorizzati a fornire servizi di connessione sono anch’essi regolati da AGCOM e possono essere stipulati in due diverse modalità:

  • Bitsream: con cui il soggetto dominante mette a disposizione la sua rete, oltre che all’utente finale, anche ad altri operatori del settore, appunto gli OLO, che possono così vendere i propri servizi.
  • ULL (Unbundling Local Loop): con cui il soggetto dominante cede all’OLO, attraverso il pagamento di un canone, anche la possibilità di gestire l’ultimo miglio dell’infrastruttura.

Quando un consumatore vuole migrare la propria utenza da un operatore OLO ad un altro, la procedura viene indicata con il termine OLO2OLO, e si parla di OLO donating per indicare il fornitore da cui si vuole disdire la fornitura e di OLO recipient per indicare invece il nuovo fornitore a cui deve essere inviato il codice di migrazione per avviare le procedure propedeutiche al passaggio.

Ultimo aggiornamento 18/11/2019

Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le offerte adsl

Termini correlati