logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 Parla con noi 02 5005 3003

Fonti energetiche rinnovabili: significato

Le fonti energetiche rinnovabili vengono ricavate utilizzando risorse disponibili in natura e in grado di reintegrarsi nel tempo. Si tratta quindi di energie ecosostenibili e a basso impatto ambientale.

lampadina con fonti energetiche rinnovabili
Cosa si intende per fonti energetiche rinnovabili?

Le fonti energetiche rinnovabili sono quelle fonti di energia ricavate dall’utilizzo di risorse disponibili in natura che, al contrario dei combustibili fossili, possono essere reintegrate. I combustibili fossili come carbone e petrolio, o l’energia nucleare derivante dall’utilizzo dell’uranio presente nei giacimenti terrestri, sono destinati a esaurirsi nel tempo.

Le fonti energetiche rinnovabili, invece, possono essere considerate inesauribili per le caratteristiche naturali delle risorse utilizzate o per l’opera dell’uomo che contribuisce in parte alla loro produzione. Oltre al fatto di poter sfruttare risorse che si rinnovano nel tempo, le fonti energetiche rinnovabili hanno anche il grande pregio di comportare un impatto ambientale sensibilmente inferiore rispetto a quello dei combustibili fossili.

Risorse come l’irraggiamento solare, le maree, il vento, le piogge, le biomasse o il calore della terra contribuiscono in maniera sempre più importante alla produzione di calore e di energia elettrica.

Scendendo nel dettaglio, le risorse che contribuiscono alla produzione di fonti energetiche rinnovabili sono:

  • L’irraggiamento solare continuo, che viene sfruttato per produrre l’energia solare;
  • Il vento, che è fonte di energia eolica;
  • Le biomasse come il legno e i materiali di scarto animale e vegetale, che vengono trasformate in energia dopo combustione;
  • Le maree e le correnti in genere, che contribuiscono alla produzione di energia marina;
  • L’acqua in caduta da bacini artificiali o in centrali ad acqua fluente, che consente la produzione di energia idroelettrica;
  • Il calore naturale della terra, che viene sfruttato per produrre energia geotermica.

L’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili può comportare un notevole risparmio in bolletta per il consumatore. Ciò è possibile sia grazie all’installazione di impianti di autoproduzione (come ad esempio i pannelli fotovoltaici), sia grazie agli incentivi statali previsti per interventi di efficientamento energetico di abitazioni, uffici o aziende.

Ultimo aggiornamento 09/06/2022

Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le offerte luce

Termini correlati