logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 Parla con noi 02 5005 3003

Energia reattiva

L'energia reattiva si differenzia da quella attiva perchè è un'energia di scambio impiegata da alcuni apparecchi che utilizzano un campo magnetico e che assorbono e poi restituiscono energia. Qui puoi trovare tutti i dettagli essenziali.

multipresa in funzione
Caratteristiche e applicazioni dell'energia reattiva

L'energia reattiva è una cosiddetta energia di scambio,vale a dire che viene assorbita da alcuni tipi di apparecchiature elettriche per pochi istanti e poi restituita alla rete. Questo rapido passaggio fa sì che aumentino le perdite di rete e per questo, quando l'energia reattiva supera un certo quantitativo, i fornitori luce applicano una penale.

L'energia può essere classificata in due categorie:

  • Energia attiva, che è quella che effettivamente produce lavoro,
  • Energia reattiva, cioè l'energia che alcuni apparecchi che utilizzano un campo magnetico prendono e poi restituiscono alla rete elettrica. I dispositivi che hanno questa caratteristica sono le lampade al neon, i motori elettrici, le televisioni, i computer, ecc.

Questa energia viene misurata in VARh, cioè Volt Amper Reattivi all'ora. Quando è troppa, crea dei problemi sulle linee elettriche, aumentando le perdite di rete. Ecco allora che per gli utenti scattano le penali. Bisogna però sottolineare che questo non riguarda le utenze domestiche, in cui le perdite sono minime.

Esse diventano più importanti sugli impianti con potenza di almeno 16,5 kW, che infatti prevedono un apposito contatore trifase che permette di misurare anche l'energia reattiva. Per ridurre le perdite – e quindi le penali in bolletta – è possibile collegare all'impianto dei condensatori di rifasamento. Si tratta di dispositivi in grado di fornire l'energia reattiva che serve ai macchinari utilizzati, in modo che questi non debbano prelevarla (e reinserirla) dalla rete. In questo modo in bolletta si pagherà solo l'energia attiva.

I condensatori di rifasamento, inoltre, permettono di limitare altri problemi sull'impianto, come il riscaldamento dei cavi. Per inserirli occorre però rivolgersi ad un elettricista che sia in grado di eseguire i complessi calcoli necessari per realizzare il rifasamento.

Ultimo aggiornamento 07/06/2022

Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le offerte luce

Termini correlati