logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Deposito cauzionale: significato

Con il deposito cauzionale il fornitore si tutela nei confronti dei clienti finali in sede di sottoscrizione del contratto. Scopriamo di cosa si tratta e se in alcuni casi è possibile evitarne il pagamento.

pile di monete protette da un ombrello
Cos'è il deposito cauzionale e quando si paga

Il deposito cauzionale è una somma che il cliente è tenuto a versare nel momento in cui sottoscrive un contratto per una nuova fornitura di energia o di gas.

L’entrata in vigore delle norme che regolano il deposito cauzionale è stata decisa da ARERA al fine di tutelare il fornitore da mancati pagamenti delle somme dovute dal cliente.

Nel caso di utenze domestiche, il deposito cauzionale è stabilito con cifre fisse. Quando si parla di utenze business, invece, la somma può dipendere dai consumi di metano (per i contratti di fornitura del gas) o dalla potenza impegnata (per i contratti di energia elettrica).

Il pagamento del deposito cauzionale nel mercato tutelato è richiesto quando il cliente finale sceglie di pagare con la modalità cartacea, cioè con il bollettino postale. Il costo, di solito, è addebitato nella prima bolletta relativa a un contratto per un nuovo allaccio o nei casi di:

La restituzione del deposito cauzionale al cliente da parte del fornitore avviene quando non si verificano più le condizioni previste all’interno del contratto. Ad esempio nei casi di cessazione del contratto tramite disdetta, di voltura a un nuovo inquilino o di cambio di fornitore da parte del cliente.

Un altro scenario in cui il deposito cauzionale può essere restituito dal fornitore si verifica quando il cliente sceglie di passare dal pagamento tramite bollettino postale alla modalità di fatturazione elettronica e di addebito diretto sul proprio conto corrente. In questo caso il fornitore è, infatti, già tutelato e non avrà più bisogno di addebitare il deposito.

Il rimborso del deposito cauzionale avviene solitamente nell’ultima bolletta di conguaglio inviata al cliente. I termini entro i quali il fornitore è tenuto a inviare la bolletta di chiusura sono fissati dall’Autorità per l’Energia.

Ultimo aggiornamento 01/06/2022

Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le offerte adsl

Termini correlati