logo segugio.it

Conguaglio

Il termine conguaglio, riferito alla bolletta della luce o alla bolletta del gas, indica il pagamento finale che si effettua una volta che sono noti i dati di consumo reali per regolare i pagamenti precedenti, basati invece su consumi stimati.

Prima dell’introduzione dei contatori elettronici, infatti, la maggior parte delle fatture luce e gas venivano emesse sulla base di dati di consumo stimati, poiché non si poteva disporre del dato di consumo reale costantemente aggiornato. Ciò accade ancora qualora non si disponga di un contatore elettronico e non si comunichi regolarmente la lettura dei kilowattora consumati (o degli standard metri cubi nel caso di un'utenza gas). Per quanto accurate possano essere, queste stime non corrispondono mai perfettamente al consumo reale, che solo la lettura del contatore può certificare.

Di conseguenza gli importi addebitati in bolletta a seguito della stima dei consumi necessitano, a cadenze regolari, dell’operazione di conguaglio, in cui il consumo reale viene confrontato con quello stimato. Nel caso in cui le stime risultassero maggiori del consumo reale, significa che all’utente è stata fatturata una quantità eccessiva di kWh o di gas, e viene a lui restituita la quota pagata in eccesso, sotto forma di credito nelle bollette successive. All’opposto, se le stime risultassero minori del consumo reale all’utente verrebbe addebitata anche quella quota di energia (o di gas) di cui ha usufruito e che non è stata precedentemente fatturata.

Il conguaglio è un’operazione che si è sempre resa necessaria per la natura stessa del servizio di erogazione di luce e gas, in cui storicamente avere un flusso di informazioni costante riguardo all’utilizzo delle utenze ha sempre rappresentato un problema di difficile soluzione sia per i fornitori che per gli utenti stessi, che in caso di stima non effettuata secondo i parametri corretti rischiano di ritrovarsi a pagare un conguaglio molto salato. L'unico modo per scongiurare il rischio di questi maxi-conguagli fino a pochi anni fa consisteva nell'effettuare l'autolettura a intervalli regolari, comunicando il consumo reale al proprio fornitore.

L’avvento dei contatori elettronici, che permettono ai distributori di raccogliere un flusso costante di informazioni, ha portato grandi vantaggi da questo punto di vista permettendo in molti casi di eliminare quasi del tutto la necessità dei conguagli con vantaggi per fornitori e consumatori. Proprio per questo, campagne per la sostituzione dei vecchi contatori con quelli di nuova generazione sono in corso in tutta Italia ad opera di grandi e piccoli distributori del settore.

RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica (KWh)
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore