Canone RAI

Il canone RAI è una somma dovuta da chiunque detenga all'interno della propria abitazione un apparecchio televisivo.

Il canone è annuale ed è pari a 90 euro, va corrisposto una volta sola per una famiglia anagrafica con residenza nella stessa abitazione, ed è dovuto anche dai residenti all’estero che mantengano la proprietà di un apparecchio televisivo all’interno di una abitazione sita in Italia.

Fino a qualche anno fa il canone tv poteva essere saldato attraverso un bollettino postale entro la scadenza del mese di gennaio. Dal 2016 invece, il canone RAI viene addebitato direttamente all’interno della bolletta di fornitura dell’energia elettrica.

Ciò significa che se si decide di affidarsi al comparatore di offerte messo a disposizione da Segugio.it – come spiegato nel dettaglio sulla nostra guida relativa alle modalità di pagamento del canone in bolletta – va tenuto conto che ai costi espressi per ogni singolo fornitore di energia elettrica, andrà aggiunta anche la spesa relativa all’abbonamento Rai (10 rate da 9 euro ciascuna in caso di bolletta mensile o 5 rate da 18 euro ciascuna nel caso di bolletta bimestrale).

Per quanto riguarda gli esercizi pubblici, il possesso di apparecchi atti a riprodurre programmi radio o tv comporta il pagamento di un canone radio-tv speciale, che continua ad essere pagato con le modalità tradizionali e varia in base alla diversa tipologia di esercizio pubblico e al numero di apparecchi presenti al suo interno.

Possono essere esonerati dal pagamento del canone RAI tre tipologie di cittadini:

  • ultrasettantacinquenne con reddito inferiore a 8.000 euro;
  • diplomatici e militari stranieri;
  • residenti in un’abitazione che non posseggono un apparecchio televisivo.

Nel terzo e ultimo caso, i cittadini intestatari di un contratto per la fornitura di energia elettrica che non posseggono una tv sono tenuti a presentare una dichiarazione sostitutiva per evitare che l’addebito venga inserito in bolletta. Tutte le informazioni e i moduli di riferimento per richiedere l’esonero dal pagamento del canone RAI in caso di non possesso di un televisore possono essere recuperati dal sito della Agenzia delle Entrate.

Sullo stesso sito dell’Agenzia delle Entrate sono disponibili anche i moduli per la richiesta di rimborsi per pagamenti del Canone RAI in bolletta non dovuti, come nel caso di eredi che vogliano recuperare il pagamento da utenze ancora momentaneamente attive, ma di titolarità di persone decedute.

RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica (KWh)
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore