logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Quali sono le SIM a consumo più convenienti nel 2022?

Le offerte con SIM a consumo, un tempo molto popolari, continuano a rappresentare un'opzione più che valida per molti utenti. Ecco quali sono le caratteristiche più importanti di queste tariffe, a chi sono indirizzate e quali sono i maggiori vantaggi.

smartphone con icone su sfondo colorato
I vantaggi e le caratteristiche delle tariffe con SIM a consumo

Le SIM a consumo più convenienti del 2022 consentono di gestire al meglio i consumi per telefonia mobile, navigazione su internet e invio di SMS. Le proposte migliori sono quelle che si adattano maggiormente alle proprie esigenze di consumo, che in linea di massima dovrebbero essere inferiori a quelle di un utente che preferisce le tariffe con abbonamento mensile.

Leggendo questa guida, quindi, si potranno approfondire le caratteristiche principali delle offerte telefoniche con SIM a consumo, a quali utenti possono interessare e come è possibile confrontare le tariffe degli operatori più importanti.

Le caratteristiche delle offerte con SIM a consumo

Prima dell’avvento delle connessioni internet mobile, negli anni immediatamente successivi alla diffusione su larga scala dei telefoni cellulari, la maggioranza delle tariffe proposte dagli operatori era a consumo. Una volta caricato un certo credito sulla propria carta SIM, i fondi disponibili venivano scalati in base a quante chiamate o SMS venivano effettuati. L’introduzione delle formule con abbonamento, che prevedono un costo fisso slegato dall’effettivo utilizzo di minuti telefonici o connessione dati, ha relegato in secondo piano le formule a consumo. Queste, però, continuano a essere offerte da diversi operatori.

Nelle alternative di questa categoria, gli elementi più importanti da considerare sono i seguenti:

  • Tipologie di formule tariffarie: chiamate, messaggi e dati internet vengono conteggiati in maniera differente nelle tariffe a consumo. Il costo delle conversazioni telefoniche, in particolare, viene espresso in centesimi di euro al minuto; seguono il costo per singolo SMS e i centesimi di euro per megabyte della connessione dati;
  • Scatto alla risposta: a seconda delle occasioni, gli operatori potrebbero prevedere uno scatto alla risposta, da aggiungere al costo al minuto.

Di norma, in questo tipo di offerte non sono previste, invece, soglie mensili o limiti di utilizzo: l’unico vincolo è costituito dal credito presente sulla scheda SIM impiegata.

Confronta le offerte mobile e risparmia Fai subito un preventivo

Gli altri costi (e benefici) da considerare nelle tariffe a consumo

Oltre ai costi legati a chiamate, messaggi e connessione internet, le tariffe a consumo possono includere altre voci di spesa da considerare. Nello specifico, il prezzo delle proprie conversazioni telefoniche potrebbe aumentare a causa di:

  • rimodulazioni dei costi,
  • servizi accessori (come la segreteria telefonica),
  • costi di roaming per le chiamate dall’estero,
  • contributi di attivazione o per l’acquisto della SIM.

Pertanto, prima di aderire a un'offerta di questo tipo sarebbe bene verificare bene tutti i costi accessori, ma anche le promozioni. Di volta in volta, gli operatori potrebbero proporre:

  • tariffe fisse per sempre, senza rimodulazioni,
  • chiamate gratis all’interno dell’Unione Europea,
  • gigabyte gratuiti con la prima ricarica.

Perché scegliere un'offerta a consumo nel 2022?

Scegliere un'offerta a consumo nel 2022 potrebbe sembrare perfino anacronistico. Con le connessioni internet che diventano sempre più rapide, appare quasi un'opportunità sprecata fare a meno dei dati necessari a far funzionare al meglio app e piattaforme di streaming. Nonostante ciò, le opzioni a consumo presentano ancora oggi vantaggi evidenti:

  • Consentono un controllo totale sui costi: molte volte, le tariffe ad abbonamento propongono chiamate illimitate o un numero molto elevato di gigabyte mensili che poi non vengono utilizzati interamente. Con una alternativa a consumo, invece, il controllo dei costi per la telefonia mobile è molto più preciso;
  • Sono più semplici: alcune formule commerciali legate alle tariffe in abbonamento prevedono rigide condizioni contrattuali. Tra soglie mensili e vincoli d’uso (specie nel caso di offerte con smartphone incluso), potrebbe essere difficile ricordarsi di tutti gli obblighi sottoscritti. Con le opzioni a consumo, invece, non ci sono particolari impegni, se non quello di avere sufficiente credito sulla propria SIM.

D’altra parte, le tariffe a consumo non sono per nulla adeguate a chi fa un utilizzo intenso di telefonate o connessione dati. Se si impiega lo smartphone per guardare film in streaming, effettuare videochiamate, o semplicemente lunghe conversazioni telefoniche, la scelta migliore rimane l’abbonamento mensile.

Migliori offerte con SIM a consumo

A novembre 2022, queste sono risultate le migliori offerte con SIM a consumo:

OfferteCosto daCaratteristiche
Vodafone Senza Scatto New0,29 euro/min

Chiamate a 0,29 euro/min

SMS a 0,07 euro/SMS

Internet a 1,2 euro/GB

Spusu Mini0,04 euro/min

Chiamate a 0,04 euro/min

SMS a 0,04 euro/SMS

Internet a 4 euro/GB

Piano Base Kena0,35 euro/min

Chiamate a 0,35 euro/min

SMS a 0,25 euro/SMS

Internet a 0,5 euro/MB

PosteMobile Unica New0,18 euro/min

Chiamate a 0,18 euro/min

SMS a 0,18 euro/SMS

Internet a 3,50 euro per 400 MB

A novembre 2022, Vodafone Senza Scatto New si conferma come l'opzione a consumo più conveniente, con tariffazione distinta per SMS, internet e chiamate. La stessa strada viene seguita da Spusu Mini, con un costo per le chiamate molto conveniente.

Piano Base Kena prevede con una tariffazione internet basata sul costo per MB, invece che per GB, assieme a un costo agevolato per gli SMS. Infine, c'è PosteMobile Unica New, che in caso di utilizzo della connessione dati fissa un costo di 3,5 euro al giorno per 400 MB di navigazione sul web.

Come confrontare le migliori tariffe con SIM a consumo nel 2022?

Le offerte a consumo possono rappresentare ancora una scelta intelligente per chi necessita magari di un cellulare di riserva con il quale effettuare poche chiamate. Scoprire quale proposta fa al caso proprio è semplice con il servizio di confronto di tariffe con SIM a consumo di Segugio.it.

Per ottenere una lista aggiornata di soluzioni, è sufficiente indicare pochi parametri come:

  • tipologia di utenza (business, privato o giovani),
  • mantenimento o meno del numero precedente.

In pochi istanti, potrai analizzare le proposte di operatori come Spusu, Fastweb, Tiscali, Very Mobile e Ho. Per ogni alternativa, inoltre, vengono indicate chiaramente tutte le voci di spesa (anche quelle secondarie), i contributi di attivazione e gli eventuali bonus; i vari costi sono divisi in schede facilmente navigabili tramite sezioni dedicate a chiamate, messaggi e internet.

Dopo aver identificato la formula commerciale più adatta, avrai modo anche di aderire all’offerta direttamente dal nostro sito, per una comodità maggiore.

Ultimo aggiornamento novembre 2022

A cura di: Francesco Ursino

Domande correlate