logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 Parla con noi 02 5005 3003

Cosa succede quando si cambia fornitore di gas?

Valutare un cambiamento del proprio fornitore di gas porta l'utente a porsi mille interrogativi: questo può comportare l'interruzione della fornitura per un dato periodo di tempo? Bisogna eseguire degli interventi costosi? Dissipiamo i dubbi più diffusi.

mani sorreggono un fornello del gas
Cambiare fornitore del gas provoca dei disagi?

Desideri cambiare il tuo fornitore di gas, ma hai paura che questo possa causare l'interruzione della fornitura o ti costringa a eseguire costosi interventi sul contatore? Sappi che se tutto ciò che vuoi è risparmiare sulla bolletta del gas e la tua utenza è già attiva allora non corri alcun rischio!

L'ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che regola il mercato energetico e ne garantisce la concorrenza, ha fatto molti sforzi per rendere il passaggio da un fornitore all'altro un'operazione semplicissima.

No a interventi sul contatore da parte delle società del gas

La prima cosa che occorre conoscere è che per cambiare fornitore del gas non è necessario alcun intervento fisico sul contatore. Nè il nuovo nè il vecchio operatore dovranno inviare i loro tecnici a casa tua per verifiche sull’impianto e men che meno per interrompere la vecchia fornitura.

A meno che tu non voglia espressamente eseguire delle modifiche al tuo impianto per adeguarlo a nuove esigenze personali non c'è alcun intervento tecnico che deve essere effettuato per portare a termine l'operazione su un contatore già attivo e in funzione. Diffida da chi ti dice il contrario.

In caso di subentro o di nuova attivazione, distinguibili dal fatto che il contatore non sta erogando gas, la necessità di un intervento tecnico va invece valutata caso per caso.

No a distacchi del gas da parte del distributore

La seconda cosa fondamentale da tenere a mente è che cambiando fornitore non avverrà alcuna chiusura del gas. Il timore di ritrovarsi senza riscaldamento trattiene molti dal cercare un nuovo operatore, ma si tratta di una paura totalmente infondata. Il motivo è molto semplice: nè il vecchio nè il nuovo fornitore hanno la facoltà di interrompere la tua fornitura.

Solo il distributore di gas naturale della tua zona ha questo potere, ma non lo farà mai a causa di un cambio fornitore. Il distributore è una società terza, che non può essere scelta o cambiata dall'utente, incaricata dall'ARERA di gestire la rete di distribuzione del gas e i contatori di una determinata area geografica. È il distributore della società che ha il compio di far arrivare il gas a casa tua senza intoppi e in totale sicurezza. Il fornitore è, invece, la società che vende il gas e alla quale paghi le bollette. Il distributore non è, quindi, direttamente coinvolto nel cambio di fornitore e non staccherà mai una fornitura a causa di questa operazione.

Nella pratica se vuoi cambiare fornitore gas e iniziare a risparmiare sulla bolletta non è necessario tenere a mente tutto ciò e nemmeno contattare il distributore. La sola cosa che dovrai fare è individuare l'offerta che fa per te tra quelle sul mercato e comunicare all'operatore che la offre i dati della tua fornitura. Sarà il nuovo operatore a occuparsi di gestire l'intera operazione e a comunicarti la data a partire dalla quale il gas non ti sarà più fatturato dal vecchio operatore e sarà, invece, attivo il nuovo contratto. Tutto questo senza interventi al contatore nè interruzioni nell'erogazione del gas.

Cambia fornitore e inizia a risparmiare

Come vedi non c'è alcuna ragione di temere il cambio fornitore gas. La parte più difficile è orientarsi tra le tante offerte disponibili in un dato momento sul mercato del gas naturale per trovare la migliore per le tue esigenze. È proprio qui che viene in tuo aiuto Segugio.it, che ti dà la possibilità di confrontare le offerte sul mercato libero proposte dai principali fornitori attivi sul territorio nazionale. Effettua una ricerca personalizzata e scopri subito le offerte gas più convenienti nella tua zona.

Migliori offerte Gas rilevate il 06/07/2022

Simulazione con consumo annuo 755 Sm3, modalità di pagamento RID ed invio bolletta elettronico nel comune di Milano
Logo wekiwi
al mese 97,67 (1.172,07 €/anno)
wekiwi Gas alla Fonte
Tipologia offerta: Prezzo Indicizzato non ARERA
Dettagli
  • Costo materia prima: PSV - 0,15 €/Smc (Cosa significa?)
  • Tipologia offerta: Prezzo Indicizzato non ARERA
  • Pagamento: RID/SEPA
  • Bolletta: E-mail
  • Validità offerta: 24/07/2022
- giorni - ore - min - sec
Vantaggi & promozioni:
  • 30 € di bonus in bolletta con il codice sconto
Offerta in esclusiva con Codice Sconto di 30€
Logo Enel Energia
al mese 110,64 (1.327,70 €/anno)
Enel Energia Scegli Oggi Web Gas
Tipologia offerta: Prezzo Bloccato (24 mesi)
Dettagli
  • Costo materia prima: 1,141 €/Smc
  • Tipologia offerta: Prezzo Bloccato (24 mesi)
  • Pagamento: RID/SEPA, Bollettino postale, Altro
  • Bolletta: E-mail, Cartacea
  • Validità offerta: 26/07/2022
- giorni - ore - min - sec
Vantaggi & promozioni:
  • 30€ bonus nel primo anno di fornitura
Logo Iren
al mese 115,89 (1.390,66 €/anno)
Iren Iren 10 per Tre Gas Variabile
Tipologia offerta: Prezzo Indicizzato non ARERA
Dettagli
  • Costo materia prima: TTF + 0,11 €/Smc (Cosa significa?)
  • Tipologia offerta: Prezzo Indicizzato non ARERA
  • Pagamento: RID/SEPA, Bollettino postale
  • Bolletta: E-mail, Cartacea
  • Validità offerta: 26/07/2022
- giorni - ore - min - sec
Vantaggi & promozioni:
  • Bonus: 30€ , suddiviso in 3 bonus da 10 € ciascuno

Ultimo aggiornamento giugno 2022

Domande correlate

Chiedi aiuto a un esperto