logo segugio.it

Cos’è il Servizio di Tutela per il gas?

Cos’è il Servizio di Tutela per il gas?

Il servizio di fornitura di un’utenza si definisce in regime di Tutela quando il prezzo e le condizioni contrattuali sono stabilite da un’Autorità competente. È l’ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che stabilisce per i settori energetici le tariffe per l'utilizzo delle infrastrutture sulla base di criteri di efficienza e trasparenza, e ne garantisce la parità d'accesso per gli operatori.

C’è ancora tempo per chi è cliente di una fornitura di gas in regime di Tutela per passare al Libero Mercato, ma intanto sarebbe utile capire cosa si intende per Servizio di Tutela e quali sono le caratteristiche di questo mercato.

L’ARERA aggiorna trimestralmente le condizioni economiche di riferimento per i clienti che non hanno scelto il mercato libero nei settori energetici, fissando i prezzi massimi di fornitura in base all’oscillazione delle quotazioni internazionali degli idrocarburi sul mercato, e lo farà fino alla completa apertura dei mercati prevista per il 1° luglio 2020.

Lo svantaggio di una tariffa stabilita secondo il regime di Tutela è che non può essere personalizzata in base alle esigenze specifiche dell’utente, che dovrà accettarla così com’è. Al contrario, le tariffe emesse dagli operatori sul Libero Mercato avranno condizioni promozionali che seguiranno le logiche della libera concorrenza e offriranno agli utenti servizi aggiuntivi per rendere l’offerta più attraente. Non è tuttavia detto che le tariffe sul mercato libero siano in assoluto più vantaggiose di quelle emesse in regime di Tutela: un’offerta pensata per un’utenza con consumi elevati può non essere conveniente all’utente che invece consuma poco o in orari specifici. Per questo è importante conoscere il proprio profilo di consumo.

 

La differenza tra Mercato Tutelato e Libero Mercato

Dal primo gennaio 2003 il mercato della vendita gas è stato liberalizzato e tutti i clienti possono scegliere il proprio fornitore. Coloro che non esercitano la facoltà di passare al Mercato Libero, continuano a essere serviti dal loro fornitore abituale con le tariffe gas di Tutela, sulla base di un piano tariffario che prevede l'aggiornamento del prezzo del gas ogni 3 mesi.

Contrariamente a quanto avviene per il Servizio di Maggior Tutela dell’energia elettrica, il Servizio di Tutela per il gas non è affidato ad una singola società di fornitura identificata sul territorio, ma può essere proposto da qualsiasi fornitore.

Se non si conosce il tipo di fornitura di gas cui si dispone, se in regime di Servizio Tutelato o Libero Mercato, basta controllare i fogli della bolletta, che riporteranno nel primo caso, ripetuta in alto in ogni pagina, la dicitura “SERVIZIO DI TUTELA”.

La bolletta è il documento che contiene ogni informazione relativa a una fornitura di un’utenza: così come concepita attualmente, molto sintetica e chiara per rispondere all’esigenza di una comunicazione trasparente nei confronti dell’utente, permette di prendere visione di ogni dato e informazione relativa al contratto di utenza in corso.

Attualmente, in vista del passaggio al regime di Libero Mercato, contiene anche l’avviso di cessazione dei contratti di fornitura regolati dall’Autorità per il prossimo 1 luglio 2020. Secondo quanto stabilito dalla legge sulla concorrenza 124/17, per questa data i clienti di energia elettrica e gas titolari di questo tipo di contratti di fornitura, dovranno adeguarsi alla liberalizzazione del mercato e passare al nuovo mercato concorrenziale. Fino a quella data tuttavia, si potrà rimanere sotto il Mercato Tutelato senza incorrere in alcuna sanzione.

 

Il servizio di Tutela per il gas

Una fornitura di gas naturale avviene in regime di Tutela quando segue le condizioni economiche previste dall’Autorità. L’ARERA fissa i prezzi rivedendoli ogni tre mesi, sulla base proprio degli andamenti di prezzo del gas nel mercato internazionale.

Hanno diritto alle condizioni di Tutela gas:

  • tutti i clienti domestici;
  • i condomini con uso domestico e consumo annuo inferiore a 200.000 Smc (standard metro cubo)/anno.

La condizione fondamentale è che il titolare del punto di riconsegna (PDR) non sia una persona giuridica, a meno che non si tratti dell’amministratore di condominio, e che il gas riconsegnato non venga usato in attività produttive, compresa la vendita dei servizi energetici.

Ciascun esercente la vendita è tenuto a offrire ai clienti finali che ne hanno diritto, unitamente alle altre proposte dallo stesso definite, il Servizio di Tutela, erogato alle condizioni economiche previste dall’Autorità.

 

Il prezzo del gas nel servizio di Maggior Tutela

Una delle caratteristiche del prezzo del gas riportato in bolletta è che varia non solo in base ai quantitativi dei consumi, ma anche del costo delle materie prime e in generale delle condizioni contrattate a livello di mercati nel mondo.

L’ARERA si limita poi a valutare e definire i prezzi più idonei per il trimestre, che vengono calcolati tenendo conto degli andamenti del costo, su scala mondiale, del metano. La bolletta non è tuttavia composta dai soli costi della fornitura di gas, perché tiene conto di una serie di voci e competenze che possono avere un peso importante nella definizione dell’importo finale.

 

Come è composta la tariffa del servizio di tutela

Le tariffe gas Maggior Tutela fissate dall’ARERA comprendono:

Tutte le condizioni economiche di fornitura del gas naturale per il Servizio di Tutela sono comunque indicate nel TIVG (Testo integrativo delle attività di vendita) e aggiornate periodicamente dall’ARERA.

 

Cosa scegliere tra Servizio di Tutela e Libero Mercato

Per chi usufruisce di una tariffa del servizio di Maggior Tutela, passare al Mercato Libero è facile. Il Mercato Libero permette al consumatore domestico di poter scegliere il fornitore dal quale acquistare il gas alle condizioni contrattuali più favorevoli e convenienti rispetto alle proprie esigenze, in maniera totalmente autonoma e consapevole.

La scelta può avvenire servendosi di un comparatore come Segugio.it, che è in grado di indicare per ogni differente profilo di utente la tariffa di fornitura gas migliore.

Il passaggio da un mercato all’altro può avvenire in ogni momento, verificando eventuali costi contrattuali: gli utenti che lo decidono, sono tutelati dal Codice di condotta commerciale emanato dall’ARERA, un insieme di regole di trasparenza e correttezza in tema di qualità e continuità del servizio offerto.

 

Come trovare la migliore tariffa del gas?

Per chi fosse in Regime Tutelato e desiderasse cambiare, anche in previsione del passaggio obbligatorio stabilito per il 2020, aderire al Mercato Libero può costituire un’opportunità non solo dal punto di vista economico. Il processo è stato infatti molto semplificato in termini di adempimenti, tempi e costi, a vantaggio del cliente finale.

Per trovare la tariffa migliore, la parola d’ordine è confrontare. Segugio.it è il portale professionista nella comparazione delle migliori tariffe sul mercato. Per fare una simulazione basta riempire il form con il consumo stimato, il comune dove si trova il punto di riconsegna e la modalità di pagamento preferita, e in pochi minuti si potrà prendere visione delle tariffe gas più convenienti del mercato online. Inoltre Segugio.it mette a disposizione dei suoi utenti, nelle guide dedicate, ogni informazione utile a conoscere i dettagli importanti del processo di passaggio al nuovo regime, e lo stesso criterio di chiarezza lo utilizza nella presentazione delle offerte dei gestori che collaborano con il portale, perché siano sempre leggibili, trasparenti e contengano tutte le voci di spesa e le condizioni del contratto.


RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo
di gas (Smc)
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?