Come si procede per recedere da un contratto con un operatore internet?

Come si procede per recedere da un contratto con un operatore internet?Recedere da un contratto con un operatore internet è possibile sia entro 10 giorni dalla sottoscrizione senza nessuna penale, sia in un secondo momento, ma attraverso una disdetta del contratto.
Per il recesso anticipato sono previsti dei costi che variano da operatore a operatore:

  • Cosa si intende con diritto di recesso
  • Come fare per recedere da un contratto con un operatore internet
  • Modulo di disdetta internet: contenuto
  • Quali sono i costi

Cosa si intende con diritto di recesso

Il diritto di recesso permette al consumatore di poter annullare il contratto di ADSL stipulato con un operatore senza dovere pagare nessuna penale. Deve essere garantito per legge della compagnia telefonica e la richiesta di recesso del contratto deve essere presentata entro i tempi prestabiliti.

Entriamo nel dettaglio e cerchiamo di comprendere meglio come e in che modalità va esercitato il diritto di recesso. Il Codice del Consumo stabilisce che il diritto di recesso deve essere esercitato entro 10 giorni lavorativi dal momento dell’accordo. Per far sì che avvenga bisogna che il consumatore comunichi con il fornitore di servizi attraverso una comunicazione scritta: la raccomandata A/R è lo strumento che viene solitamente utilizzato. La data dell’avviso di ricevimento è la prova che l’operatore telefonico sia in possesso della comunicazione.

Il diritto di ripensamento, invece, è un modo differente di definire il diritto di recesso in alcuni contratti. Con questo termine si vuole sottolineare il fatto che il cliente può avere un “ripensamento” sulla sottoscrizione del servizio e quindi recedere dal contratto, ovviamente sempre tenendo conto che i termini sono quelli precedentemente indicati dei 10 giorni lavorativi dalla data della stipula dello stesso. In questo caso il consumatore deve unicamente comunicare al fornitore del servizio la sua scelta a mezzo raccomandata A/R senza specificare le motivazioni.

Trascorsi i termini previsti per legge, il consumatore può ugualmente cambiare fornitore o cessare il contratto con l’operatore precedentemente scelto, ma si dovrà sempre concludere il contratto per poi attivarne successivamente un altro.

Vediamo insieme come fare per recedere da un contratto con un operatore internet e attivarne uno nuovo che è più in linea con le nostre esigenze.

Come fare per recedere da un contratto con un operatore internet

Prima di disdire un contratto con un operatore internet, è utile informarsi al meglio sulle condizioni contrattuali, le penali per la disdetta anticipata e tutto quello che è stato firmato durante la stipula del contratto. Conoscere nel dettaglio le condizioni contrattuali permette al consumatore di capire come fare la richiesta di disattivazione e quali sono i costi che questa procedura comporta. Come detto prima, il diritto di ripensamento è valido solo per un tempo molto limitato, in cui il consumatore può cambiare la sua idea senza penali. Passato questo periodo, ogni operatore stabilisce delle regole sulla disdetta anticipata del contratto.

La richiesta di disdetta del contratto telefonico deve essere inoltrata alla compagnia telefonica a mezzo raccomanda A/R, in cui viene espressamente dichiarata la volontà di interrompere il contratto con il fornitore e tutte le informazioni utili affinché il procedimento vada a buon fine. Nelle lettere dovrà, inoltre, essere specificato se il recesso avviene per la cessazione del servizio o se si migrerà verso un altro fornitore di servizi. La normativa di riferimento stabilisce che l’operatore telefonico non possa richiedere un preavviso superiore ai 30 giorni. Per accelerare le pratiche è consigliato inviare la richiesta di disdetta anche via fax o e-mail, in concomitanza con l’invio della raccomandata, in modo da segnalare la propria volontà di recedere dal contratto per migrazione o cessazione. Attraverso questa comunicazione sarà possibile rendere i tempi più rapidi.

Modulo di disdetta internet: contenuto

Ecco qualche informazione in più su come redigere correttamente il modulo disdetta internet da inviare al proprio fornitore di servizio internet. In alto a destra bisogna inserire il nome e l’indirizzo del destinatario preceduto da Spett.le.
Nell’oggetto bisogna specificare la richiesta, per esempio: disdetta internet, migrazione internet. Si può anche indicare il proprio codice cliente per definire già il consumatore. Inoltre sarà indispensabile indicare nome, cognome, indirizzo, codice fiscale, il codice cliente o il numero di utenza.

Si dovrà specificare chiaramente e in modo semplice la volontà di disdire il contrattato in tempi brevi. La normativa stabilisce che l’operatore telefonico non può richiedere un preavviso superiore ai 30 giorni.

Una volta che il modulo è stato compilato in ogni sua parte deve essere firmato, con l'accorgimento di inserire anche luogo e data. Bisogna allegare anche la copia di un documento di identità e l’ultima bolletta pagata. Il modulo deve essere poi inviato al destinatario tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, ma può essere utilizzata anche la posta elettronica certificata, che è un valido sostituto della raccomandata tradizionale, in quanto permette la correttezza dell’invio e della ricezione della documentazione ed è valida come prova.

Quali sono i costi

Il recesso anticipato comporta una spesa per il consumatore; infatti, a meno che non si rientri nel periodo dei 10 giorni lavorativi precedentemente indicati, la disdetta o la cessazione hanno un costo. Con la legge Bersani le penali per recesso anticipato dovrebbero essere abolite, anche se gli operatori possono addebitare al consumatore delle spese che reputano necessarie per disattivare il servizio.

Controllare il contratto stipulato con l’operatore telefonico permette di capire meglio tempistiche e costi di disdetta. Scegliere la migliore offerta ADSL permetterà all’utente di avere un abbonamento in linea con le sue esigenze.

In conclusione, disdire l’abbonamento internet è semplice. È sufficiente inviare la richiesta di disdetta alla società fornitrice del servizio con tutti i dati precedentemente indicati e inviarlo tramite posta elettronica o raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo indicato sulla fattura o sul sito web.

Sul mercato sono presenti varie offerte internet casa che possono includere solo ADSL, oppure anche il piano voce. Controllare quella più adatta in base all’uso che si fa di questi strumenti permette di individuare un’offerta specifica per le proprie abitudini quotidiane.

I piani sono numerosi e differiscono per costi e servizi offerti. Prima di disdire o migrare verso un altro fornitore è sempre utile leggere bene il contratto in modo da non avere sorprese o farsi trovare impreparato.


RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?