Come si attiva un’utenza telefonica fissa?

Come si attiva un’utenza telefonica fissa?

Per attivare un’utenza di telefonia fissa è necessario contattare l’operatore scelto e munirsi di tutte le informazioni necessarie.

L’attivazione di un’utenza telefonica fissa è un procedimento semplice, e in tempi relativamente brevi si potrà avere accesso al servizio per la propria abitazione. Scopriamo insieme quali sono i documenti di cui si ha bisogno prima di attivare il servizio con l’operatore scelto e quali sono i tempi e i costi.

  • Come si attiva un’utenza telefonica fissa
  • Quali informazioni devi possedere per fare la richiesta di attivazione
  • Quanto tempo è necessario per l’attivazione
  • Quanto costo attivare un’utenza di telefonia fissa
  • Cosa prevede la Carta dei servizi

Come si attiva un’utenza telefonica fissa

L’utenza di telefonia fissa si attiva contattando il fornitore prescelto. Prima di decidere il piano e l’operatore, è utile capire quali sono le offerte di telefonia fissa presenti sul mercato e comprendere al meglio quali sono più in linea con le proprie esigenze. I numerosi fornitori propongono dei pacchetti differenti che comprendono non solo il servizio telefonico ma anche l’ADSL. Infatti, rispetto al passato, il contratto di telefonia fissa può essere arricchito con più servizi: ricevere SMS, fare videochiamate, navigare su internet ad alta velocità, sapere chi ci sta chiamando prima di alzare la cornetta, ma anche avviso e trasferimento di chiamata.

Per alcuni di questi servizi è ovviamente indispensabile un apparecchio telefonico che li supporti, come per esempio per le videochiamate. In linea generale possiamo quindi dire che prima di attivare un’utenza telefonica fissa è bene comprendere che tipo di servizi si necessitano e quali sono le offerte dei vari fornitori.

Sono solitamente tre le modalità con cui un utente può attivare una nuova linea telefonica:

  1. chiamare il servizio clienti del fornitore scelto;
  2. recarsi in un punto vendita;
  3. fare la richiesta attraverso il sito internet in cui sono presenti le sezioni con le varie offerte telefoniche e come attivarle.

Quali informazioni devi possedere per fare la richiesta di attivazione

Una volta che il consumatore ha scelto la compagnia telefonica con cui attivare l’utenza deve avere a portata di mano dei documenti per potere stipulare il contratto. Quali sono i documenti richiesti?

Per attivare l’utenza di telefonia fissa bisogna conoscere:

  • i dati anagrafici dell’intestatario: nome, cognome e codice fiscale;
  • l’indirizzo dell’abitazione nella quale si vuole installare la linea e un recapito telefonico

Inoltre, quando il tecnico che si occupa dell’installazione si reca nell’abitazione in cui deve attivare l’utenza, richiede dei documenti:

  • il codice fiscale e il documento d’identità dell’intestatario della linea;
  • un documento anti abusivismo, come per esempio una bolletta di luce, acqua o gas o la copia della concessione edilizia.

Nel caso in cui non si disponga di questi ultimi documenti è necessaria una autodichiarazione sostitutiva di atto notorio che deve essere autenticata da un notaio o da un segretario comunale.

Quanto tempo è necessario per l’attivazione

Il tempo necessario per poter disporre del servizio di telefonia fissa a casa varia in base alla compagnia telefonica che l’utente ha scelto. In linea generale però, è utile sapere che il servizio dovrebbe essere attivato entro 10 giorni dalla richiesta o in un periodo che il fornitore deve specificare in anticipo al suo nuovo cliente.

Se la richiesta viene fatta a Telecom Italia Spa che opera come TIM, l’Agcom (l’autorità garante per le comunicazioni) ha stabilito che il tempo massimo richiesto per l’attivazione del servizio è 10 giorni da quando è stata fatta la richiesta. La situazione cambia se l’operatore è diverso, in quel caso bisogna consultare la Carta dei servizi della compagnia telefonica, in cui sono indicati i tempi di attivazione. La Carta è fornita all’utente prima della firma del contratto, in modo che possa sapere fin da subito quali sono le tempistiche per quel determinato fornitore di servizi.

Nel caso dovessero esserci dei ritardi per l’attivazione del servizio la compagnia telefonica deve avvisare tempestivamente il cliente indicando le motivazioni del prolungamento delle tempistiche indicate nel contratto e qual è la data in cui si pensa di poter terminare il processo.

Nel caso in cui la linea telefonica non venisse attivata nei tempi previsti, l’utente può sollecitare la compagnia e segnalare il ritardo all’Agcom attraverso un reclamo.

Il cliente, inoltre, potrebbe avere anche diritto a un risarcimento e tale aspetto è stabilito nella Carta dei servizi. L’indennizzo non è dovuto quando il ritardo è avvenuto a causa di impedimenti burocratici o tecnici non attribuibili all’operatore scelto.

Quanto costa attivare un’utenza di telefonia fissa

Il costo di attivazione della nuova linea telefonica varia in base all’operatore. Sul web sono presenti numerose offerte che permettono a ogni utente di scegliere il piano più adatto alle proprie esigenze. Inoltre, oltre alla semplice connessione alla linea telefonica, è possibile aggiungere altri servizi e la connessione a internet ad alta velocità. In linea generale i costi di attivazione sono vari e molte volte cambiano non solo in base all’operatore scelto, ma anche il base alla promozione che si attiva e alla durata minima dell’abbonamento.

Cosa prevede la Carta dei servizi

La Carta dei servizi è un documento con cui la compagnia dichiara quali sono i diritti dei suoi clienti e quali sono i suoi doveri. La Carta deve contenere tutte le informazioni che il fornitore di telefonia deve garantire ai suoi utenti in termini di qualità e anche in termini di tempistiche. Nel documento sono stabilite, infatti, i tempi per l’attivazione del servizio, cosa accade se queste non dovessero essere rispettate e se, per esempio, è prevista una sorta di risarcimento (sempre se il ritardo è attribuibile alla compagnia e non a soggetti esterni). Nella Carta dei servizi sono indicati anche gli obiettivi che l’azienda telefonica vuole raggiungere in quell’anno.

Il consumatore può, quindi, avere un quadro generale prima di sottoscrivere il contratto sia in termini di qualità, sia in termini di costi, in modo da fare la scelta più adeguata. Scegliere l’operatore telefonico più adatto, l’offerta migliore in termini di costi e qualità e sapere in precedenza quali sono tempistiche di attivazione del servizio e le garanzie riservate all’utente permette di fare una scelta informata e oculata.


RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?