logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 3003 lun-ven: 9-21 | sab: 9-18

Come scegliere l’operatore di telefonia mobile?

Scegliere l'operatore di telefonia mobile è un processo che include un'analisi approfondita di prezzi, bonus, costi accessori e tipologie di formule commerciali. Ecco come orientarsi tra tutte le variabili più importanti e identificare la compagnia più adatta.

ragazze felici indicano uno smartphone
Come scegliere il proprio operatore di telefonia mobile

Per scegliere al meglio un operatore di telefonia mobile è bene non soffermarsi solo sul prezzo. Esistono infatti altri fattori che, se confrontati, possono restituire un quadro completo delle varie proposte disponibili.

In questa guida, allora, verrà fatta luce su tutti i particolari che portano a identificare l’operatore di telefonia mobile più adatto alle proprie esigenze.

Il canone mensile: come confrontarlo e analizzarlo al meglio

Il fattore più pubblicizzato dalle varie compagnie è sicuramente il canone mensile. Si tratta della spesa che si è chiamati a pagare periodicamente per usufruire dei vari servizi offerti. In riferimento a questo parametro, però, è bene operare alcune considerazioni:

  • A un canone più alto non sempre corrisponde un maggior numero di gigabyte e minuti utilizzabili. Molto spesso, infatti, gli operatori possono proporre promozioni e iniziative commerciali anche di lungo periodo che mantengono i prezzi bassi;
  • Il canone da pagare ogni mese può aumentare nel momento in cui si sceglie di aderire a una tariffa con telefono incluso. In questo caso, al prezzo da corrispondere per i servizi telefonici si affianca la quota dovuta per l’utilizzo dello smartphone. Da sottolineare che i fornitori possono continuare a richiedere il pagamento del device pure in caso di recesso anticipato dal contratto;
  • Un ruolo minore - ma comunque da considerare - è quello delle spese accessorie, legate ad esempio al costo una tantum di attivazione o per l’acquisto della nuova scheda SIM. In molte occasioni, comunque, queste voci di spesa vengono annullate o sono comunque di bassa entità.

Fermarsi solo al prezzo, però, sarebbe un errore non da poco. Perché l’offerta con il costo più basso, per quanto poco intuitivo possa sembrare, potrebbe non essere quella più conveniente.

Scopri le migliori offerte ricaricabili per il tuo smartphone Fai subito un preventivo

I fattori da analizzare per scegliere un operatore di telefonia mobile

Quando si sceglie un nuovo operatore per la telefonia mobile, l’obiettivo è certamente quello di ottenere condizioni economiche vantaggiose, ma anche di usufruire dei servizi di cui si necessita veramente. Ecco allora alcune variabili di cui tener conto prima di scegliere:

  • Copertura della rete: prima di scegliere un'offerta dal costo particolarmente invitante, è sempre bene accertarsi che l’operatore assicuri una buona copertura nell’area circostante. Per capire come fare, puoi leggere la guida su come sapere quale rete prende meglio nella tua zona;
  • Soglie mensili: nelle tariffe ricaricabili con abbonamento, ogni mese è prevista una soglia mensile di utilizzo per minuti, SMS e gigabyte. Alcuni utenti potrebbero preferire avere più dati per la navigazione internet piuttosto che la possibilità di fare lunghe telefonate. Bilanciare bene la quantità di servizi disponibili porta alla scelta di una formula su misura;
  • Telefono proposto: se si sceglie un'offerta con telefono, vale la pena approfondire quale sarà il modello che verrà consegnato. I brand maggiormente coinvolti in questo tipo di operazioni di solito sono Apple, Huawei e Samsung;
  • Tipologia di connessione dati: per godere delle prestazioni più elevate è necessario optare per una offerta 5G, che sfrutta le ultime tecnologie di trasmissione dati. Allo stesso tempo, però, devi valutare se il tuo apparecchio supporta tale tecnologia, compatibile solo con device di ultima generazione.

Gli elementi citati vanno a inserirsi all’interno di soluzioni commerciali di varia tipologia. Le classiche offerte ricaricabili e ad abbonamento, infatti, sono declinabili in diversi modi.

Scegliere la tipologia di offerta più adatta

Sul mercato vengono proposte formule commerciali di vario tipo, che corrispondono a diverse esigenze. Le due categorie principali sono:

  • Ricaricabile: la tipologia più diffusa, soprattutto in ambito consumer. Priva di vincoli, prevede l’acquisto di una SIM sulla quale si va a caricare un credito che diminuisce in funzione dell’utilizzo. Il credito può scalare su base periodica (nelle offerte con canone mensile), oppure a seconda di quanti minuti, SMS o gigabyte si utilizzano (nel caso delle tariffe a consumo);
  • Abbonamento: si tratta di opzioni destinate principalmente a un'utenza professionale, che spesso prevedono un vincolo di più mesi. Il pagamento avviene dopo il periodo di fatturazione (e non all’inizio, come nel caso delle alternative ricaricabili).

È bene considerare che mentre tutti gli operatori propongono offerte ricaricabili (soprattutto con canone mensile), non sono molte le compagnie a prevedere soluzioni ad abbonamento. Anche questo aspetto deve essere preso in considerazione quando ci si rivolge a un nuovo fornitore.

Confronta adesso i migliori operatori di telefonia mobile

Per scegliere l’operatore di telefonia mobile più adatto non c’è bisogno di visitare i siti ufficiali delle varie aziende. Con il servizio di confronto offerte telefonia mobile di Segugio.it, infatti, hai a disposizione una lista dettagliata delle migliori proposte sulla base dei parametri da te inseriti. Tra questi possono esserci:

  • Tipologia di tariffa (ricaricabile o abbonamento);
  • Categoria di utenza (privati, business o giovani);
  • Numero di minuti, SMS e gigabyte necessari;
  • Necessità di mantenere il proprio numero (sfruttando così la portabilità);
  • Smartphone incluso o meno.

In pochi istanti potrai verificare facilmente le migliori opzioni previste da Spusu, Fastweb, Tim, Iliad, Vodafone e molti altri. Potrai aderire all’offerta desiderata direttamente dal nostro sito, senza spostarti dalla finestra del browser attiva.

Ultimo aggiornamento febbraio 2022

A cura di: Francesco Ursino

Domande correlate