Parla con noi 02 5005 6100 Parla con noi 02 5005 6100

Come sapere se la mia fornitura è nel mercato libero o tutelato?

Il tipo di mercato a cui appartiene la nostra fornitura è un dettaglio molto importante da tenere presente quando si analizza la bolletta. Si tratta di un'informazione che per delibera dell'Autorità competente deve essere sempre presente e espressa chiaramente in tutte le fatture.

Come riconoscere la fornitura in mercato libero o tutelato

Vuoi sapere se la tua fornitura di energia o gas è nel mercato libero o tutelato? Sarai felice di scoprire che è molto semplice: all'inizio della bolletta ogni fornitore è obbligato a fornire chiaramente questa informazione inserendo la dicitura "Mercato libero dell'energia" oppure "Servizio di Maggior Tutela".

Se non hai mai cambiato operatore da quando il mercato dell'energia è stato liberalizzato, allora anche senza avere in mano una bolletta sei nel mercato tutelato e quindi molto probabilmente sei cliente del Servizio Elettrico Nazionale o del fornitore designato dal tuo comune di appartenenza. 

Ma vediamo un po' più nel dettaglio l'argomento, per aiutarti a capire cosa è meglio per te, se il mercato energia libero o tutelato.

Come funziona il mercato libero?

Il mercato libero dell'energia funziona in sostanza come qualunque mercato che si regola senza l'intervento statale: vale a dire che il prezzo è deciso da domanda e offerta. Diversi operatori, in un regime di concorrenza, propongono i loro prezzi e le loro condizioni di servizio ai clienti, che poi scelgono quello che più gli conviene.

La storia della liberalizzazione del mercato dell'energia in Italia è piuttosto travagliata e comincia nel lontano 1999, quando con il Decreto Bersani la società nazionale per l'energia, l'Enel, è stata quotata in borsa e si è cominciato ad aprire le porte ai privati in un settore che prima era sotto controllo statale.

Ma è dal 2007 che i consumatori possono scegliere il loro fornitore per l'energia elettrica e il gas. Tuttavia, i vari governi che si sono succeduti dal 1999 hanno deciso di passare gradualmente dal controllo statale al mercato completamente libero, introducendo il sistema del mercato tutelato.

Come funziona il mercato tutelato?

Nel mercato tutelato il prezzo dell'energia elettrica o del gas non è stabilito dalla legge di domanda e offerta, ma da un organismo statale, l'ARERA (ex AEEGSI), sigla che sta per Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. L'ARERA decide a quale prezzo una serie di distributori incaricati possono vendere l'energia o il gas, e le tariffe così definite, dette in regime di Maggior Tutela, vengono aggiornate su base trimestrale.

Il pratica si tratta quindi di una via di mezzo tra la situazione precedente, di monopolio statale sull'energia, e una di vero e proprio mercato libero. Infatti gli operatori che svolgono questo servizio in regime di Maggior Tutela sono privati, ma i prezzi sono stabiliti dal pubblico.

Il legislatore allo stesso tempo ha stabilito che tutti coloro che, nel momento dell'apertura del mercato ai privati, non avessero scelto nessun operatore del mercato libero fossero automaticamente inseriti nel mercato tutelato. Per questo motivo, se tu non hai fatto questa scelta e ti stai chiedendo come sapere se la fornitura è nel mercato libero o tutelato, la risposta possibile è solo una: sei ancora nel mercato tutelato.

La fine del mercato tutelato 

Questa situazione, però, non durerà in eterno. Dall primo gennaio 2023, infatti, l'Italia dovrebbe avere un mercato completamente liberalizzato nel settore energetico. Diciamo dovrebbe, perché in realtà la data ha subito negli anni diversi slitamenti.

In teoria, tutti coloro che ancora si trovano nel mercato tutelato dovrebbero essere obbligati a scegliere un operatore di quello libero. Se non dovessero farlo entro la data della fine del regime di maggior tutela, saranno assegnati a un fornitore del mercato libero attraverso un’asta secondo i principi del “servizio di salvaguardia”.

Chi sono gli operatori del mercato tutelato?

Vuoi sapere se sei nel mercato libero o tutelato con ancora maggiore certezza? Puoi verificare se il tuo fornitore è uno di quelli incaricati del servizio di Maggior Tutela. Puoi trovare l'elenco completo degli operatori incaricati, comune per comune, sul sito dell'ARERA, ma qui sotto vogliamo anche proporti un elenco con alcuni di quelli più importanti.

Alcuni dei principali operatori del mercato tutelato per l'energia elettrica:

OperatoreTerritorio

Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico)

Attivo sulla gran parte del territorio nazionale

Il Servizio Elettrico (ex Iren Mercato S.P.A.)

Emilia Romagna e Piemonte

Servizio Elettrico Roma (ex Acea Energia S.P.A.)

Lazio

SIE (Società Impianti Elettrici S.R.L.)

Toscana

Meglio il mercato libero o tutelato?

Per rispondere a questa domanda, non c'è niente di meglio che confrontare i vari prezzi e tariffe presenti sul mercato. Qui sul nostro sito trovi un utilissimo strumento che ti permette di farlo sula base delle necessità di consumo della tua casa o della tua azienda. Quel che è certo è che entrambe le opzioni presentano vantaggi e svantaggi che vale la pena di prendere in considerazione.

Nel caso del mercato libero, hai il vantaggio di un sistema di concorrenza che spinge gli operatori a offrire prezzi bassi o a indire promozioni speciali, come i prezzi bloccati per un determinato periodo, o bonus economici sulle componenti gas e luce. Tali offerte, però, possono non essere facilissime da comprendere e hanno sempre una durata limitata, dopo la quale il contratto che hai scelto potrebbe non rivelarsi più così conveniente. Bisogna quindi prestare particolare attenzione alle condizione di ciascun servizio ed eventualmente seguire le nuove promozioni che nel frattempo vengono lanciate dal proprio o da altri operatori.

Con il mercato tutelato, hai il vantaggio di avere un contratto di fornitura senza sorprese, dato che il prezzo è stabilito dall'Autorità. Tuttavia, però, lo stesso prezzo viene aggiornato ogni trimestre, cosa che può far salire il costo della tua bolletta.

Come passare al mercato libero

Passare al mercato libero di luce o gas è molto semplice:

  • Confronta le varie offerte presenti sul mercato, sulla base delle tue esigenze.
  • Scegli quella che fa al caso tuo.
  • Contatta il fornitore di tua scelta per via telefonica, web o tramite eventuale sportello clienti presente sul tuo territorio. Se non sei sicuro della tua scelta, chiamando il numero verde 800 999 555 un consulente di Segugio.it ti aiuterà a orientarti tra le offerte, gratuitamente e senza impegno.
  • Fornisci i tuoi dati.
  • Compila e restituisci eventuali documenti che ti vengono inviati riguardo al tuo contratto di fornitura.

In genere non dovrai fare altro, dato che ci penserà l'operatore stesso a chiudere il tuo vecchio contratto nel Servizio di Maggior Tutela.

Ultimo aggiornamento aprile 2021

Risparmia sulla bolletta della luce in pochi clic! CONFRONTA OFFERTE

Domande correlate

Richiesta di contatto×
Espandi