Adsl velocità minima garantita: cos'è?

Adsl velocità minima garantita: cos'è?Velocità minima garantita, questa sconosciuta: facciamo allora un po' di chiarezza in merito.
Al fine di tutelare i consumatori che sottoscrivono contratti telefonici, l’AGCOM (sigla che sta per "Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni") ha promulgato la delibera numero 244/08/CSP in cui indica la velocità minima garantita, denominata anche banda minima garantita, che i provider telefonici devono assicurare ai propri clienti in qualsiasi momento.

Gli Internet Service Provider devono garantire una velocità adsl minima sia per il trasferimento dati (velocità di upload) che per la loro ricezione (velocità di download), a prescindere da fattori tecnici legati alla rete dell’operatore (connessione diretta o indiretta), oppure dipendenti dal livello di congestione del traffico internet o dalle caratteristiche del computer dell’utente.

Dato il grande numero sia di tecnologie di accesso alla banda larga esistenti, sia di prodotti sul mercato, è impossibile stilare una classifica completa delle velocità di accesso alla rete Internet. La tabella qui di seguito propone quindi la banda minima garantita in download per le configurazioni più comuni offerte dai principali fornitori di connettivià e telefonia fissa operanti in Italia.

Società

ADSL

(20 Mb/s)

Fibra - FTTC

(30 Mb/s)

Fibra - FTTH

(100 Mb/s)

 Fastweb    10,2 Mb/s          15 Mb/s             60 Mb/s          
 Infostrada       7,2 Mb/s    21 Mb/s    50 Mb/s
 TIM    7,2 Mb/s    21 Mb/s    60 Mb/s
 Vodafone    2,1 Mb/s    21 Mb/s    21 Mb/s

Il provvedimento dell'Agcom

Nel 2018 l'AGCOM ha deliberato alcune linee base anche per la fibra. Il provvedimento dell’Authority chiarisce che i fornitori del servizio FTTH e FFTB "dovranno garantire, sia nei messaggi pubblicitari sia nelle comunicazioni commerciali e contrattuali, piena trasparenza nella presentazione delle infrastrutture fisiche sulle quali sono forniti i servizi - si legge nel provvedimento dell'AGCOM - In particolare, gli operatori potranno usare il termine 'fibra', senza ulteriori precisazioni tecniche, solo se l’infrastruttura sottostante sia costituita esclusivamente da una rete di accesso in fibra, almeno nei collegamenti orizzontali fino all’edificio (FTTB) o fino all’unità immobiliare (FTTH)".

Secondo la delibera dell’AGCOM, ogni operatore deve illustrare chiaramente, sul sito web e sulla documentazione contrattuale, la velocità minima garantita tra le principali caratteristiche dell’offerta. Ogni consumatore dovrà dunque risultare a conoscenza di tali informazioni. Prendendo in esame la velocità di download, Telecom Italia, la cui banda minima garantita è pari a 2,1 Mbps per le offerte con connessione ADSL 7 Mega, e pari a 7,2 Mbps per le tariffe con velocità ADSL 20 Mega, fornisce tale informazione sul proprio sito web alla voce “limitazioni del servizio”.

Anche Vodafone assicura una velocità minima in download pari a 2,1 Mbps e dichiara che, nel caso in cui il servizio di connessione ADSL non rispetti gli standard illustrati a causa di problemi tecnici della rete Vodafone, l'utente ha il diritto di presentare un reclamo secondo modalità e tempistiche presenti nel contratto.

La velocità minima garantita da Fastweb nel caso di Adsl a 20 mega è di 10,2 Mbit/s. Se invece si fa riferimento ad una connessione Adsl a 6 Mbit/s, la velocità minima garantita da Fastweb è di 3,1 Mbtis/s.

Velocità minima garantita per connessioni in fibra ottica

Passando in rassegna le connessioni in fibra ottica con velocità di download nominale di 30 Mbps, le velocità garantite si alzano a 15 Mbps per Fastweb e 21 Mbps per Telecom, Vodafone e Infostrada. Nel caso in cui la fibra ottica arrivi fino all'abitazione (tecnologia FTTH) il limite è ulteriormente incrementato e questa volta è Fastweb, assieme a Telecom, a garantire ai suoi utenti la velocità più alta, con 60 Mbps in caso di linea con velocità di download nominale di 100 Mbps.

Sempre su questo argomento, suggeriamo di leggere anche la pagina in cui affrontiamo la questione della differenza tra velocità Agcom e velocità dichiarata dagli operatori.

Come esaminare la velocità di connessione

Se sei interessato a misurare la velocità reale della tua connessione ADSL, prova il nostro speed test ADSL con cui scopri subito la velocità effettiva della tua connessione a Internet per confrontarla con quella dichiarata dal tuo fornitore di connettività.

La velocità di navigazione in internet è legata ad una serie di fattori tecnici che cambiano a seconda dell’operatore, del server a cui è collegato il cliente e alle caratteristiche del dispositivo di cui si fa uso per stare in rete. Altro elemento determinante che condiziona la velocità di quando si naviga è il livello di intasamento della rete internet.

Ogni compagnia telefonica ha dei suoi parametri in materia di banda larga minima garantita. Si naviga più o meno velocemente in base al tipo di tecnologia di trasmissione (Adsl, fibra ottica, internet satellitare) e al tipo di offerta internet a cui i consumatori hanno aderito. Ecco perché per l’Agcom è necessario che i provider assicurino dei valori minimi sia in download che in upload, dunque sia per scaricare che per caricare i materiali dalla rete internet.

La velocità di connessione si misura in kilobit al secondo. I requisiti minimi garantiti devono essere sempre chiari; la compagnia deve assicurare la massima trasparenza al consumatore che ne deve essere informato al momento della sottoscrizione del contratto. Non devono esserci sorprese di alcun tipo. I valori minimi derivano solitamente dai dispositivi usati per connettersi e dai tipi di connessione offerta. Ecco perché - come visto in precedenza - c’è una differenza di valori tra una connessione in Fibra FTTC o ADSL. Un altro aspetto da tenere a mente è quello relativo agli acronimi che fanno riferimento alla fibra; non tutti i clienti ne conoscono la differenza.

Si parla di FTTC per indicare la fibra fino all’armadio stradale (noto come Cabinet): in questo caso parliamo di una connessione misto rame. Si utilizza, invece, l’acronimo FTTH (fibra a casa) per far riferimento al tipo di fibra più veloce e salda. Al momento questo tipo di fibra risulta presente soltanto in alcune città italiane.


RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?