Dieci consigli per cambiare gestore luce

Dieci consigli per cambiare gestore luceVuoi cambiare gestore luce per trovare un'offerta più conveniente e più adatta alle tue esigenze? È un'ottima idea. Non perderti questi 10 consigli per fare il cambio di fornitore di energia elettrica in modo facile e che ti permetta di risparmiare davvero. Ricorda che per cambiare operatore non è necessario nessun intervento fisico sul contatore e nessuna interruzione del servizio.

Approfitta delle offerte che molte compagnie stanno proponendo in vista della completa liberalizzazione del mercato energetico e grazie ai nostri consigli non arriverai impreparato al momento della scelta del nuovo operatore.

I migliori consigli per cambiare gestore luce

1. Scopri la differenza tra Servizio di Maggior Tutela e mercato libero

La prima cosa che devi sapere per cambiare gestore luce in modo davvero conveniente, è che in Italia al momento esistono due modalità per la fornitura di energia elettrica: il Servizio di Maggior Tutela (o mercato tutelato) e il mercato libero.

Il Servizio di Maggior Tutela viene offerto da privati, ma con tariffe stabilite dall'ARERA, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. I prezzi, quindi, non sono decisi dal gestore, ma da un'Autorità statale, e vengono aggiornati ogni tre mesi. Nel mercato libero invece il costo dell'energia elettrica è deciso dalla società fornitrice.

Come fare per sapere se il tuo contratto è nel mercato libero o in quello tutelato? Semplice: se non hai mai cambiato gestore dal momento della liberalizzazione del mercato dell'energia, allora ti trovi nel Servizio di Maggior Tutela. Altrimenti sei nel mercato libero, dicitura che compare anche sulla tua bolletta. Nel mercato tutelato ovviamente tutte le offerte si equivalgono, mentre è nel mercato libero che i fornitori competono tra loro.

2. Scopri quanti kWh consumi in un anno

La quantità di kilowattora che consumi ogni anno è un parametro molto utile per trovare l'offerta più adatta a te. In genere, le bollette riportano questo dato alla voce “Consumo annuo” almeno una volta ogni 12 mesi. È possibile anche leggere questo dato su alcuni contatori di ultima generazione. Altrimenti, puoi contattare il tuo attuale fornitore per fartelo dare o stimarlo in base agli elettrodomestici che utilizzi in casa. La pagina di confronto offerte luce di Segugio.it comprende uno strumento di calcolo ideato apposta per aiutarti nella stima.

3. Pensa a quando consumi di più

Prima di cambiare fornitore luce, fai mente locale e pensa a quando avviene la maggior parte del consumo di energia elettrica in casa tua. La maggior parte delle offerte nel mercato libero infatti si presentano nelle due varianti: monoraria e bioraria. Ecco le due possibilità:

  • La casa è vuota per la maggior parte della giornata e il grosso dei consumi avviene la mattina presto, la sera e durante i weekend? Allora ti conviene optare per una tariffa bioraria.
  • Tu o qualche altro membro della famiglia siete in casa durante il giorno e consumate molta energia, ad esempio utilizzando lavatrice, lavastoviglie, condizionatore, forno o ferro da stiro? In questo caso è probabilmente meglio scegliere la tariffa monoraria.

Se vuoi approfondire l'argomento puoi consultare la nostra pagina dedicata alle fasce orarie di consumo dell'energia elettrica.

4. Verifica il costo medio della tua attuale bolletta

Per scoprire se il cambio di gestore luce ti conviene davvero, ti consigliamo di consultare la bolletta più recente ed annotare i seguenti valori che ogni fornitore è obbligato ad inserire in fattura: il costo medio unitario della bolletta e il costo medio unitario della materia energia.

Con questi valori ti sarà facile confrontare la convenienza della tua attuale tariffa, qualunque essa sia, con quella degli altri fornitori.

5. Usa uno strumento per il confronto delle tariffe

Cambiare gestore luce può sembrare un'operazione lunga e snervante. Bisogna trovare i diversi operatori presenti sul proprio territorio, confrontare le offerte e capire quale è meglio per le proprie esigenze. Tutto questo è molto più semplice e rapido se si utilizza uno strumento per il confronto delle tariffe come quello presente sul nostro sito. Saremo noi a trovare le migliori offerte per te e tu dovrai semplicemente scegliere quelle più interessanti.

6. Non farti fregare!

Se il tuo fornitore è disonesto (e purtroppo a volte capita) potrebbe farti credere che effettuare il cambio di gestore luce sia più complicato di quanto è in realtà, in modo da spingerti a non rescindere l'attuale contratto. Ricordati che:

  • Se cambi fornitore per l'energia elettrica, non devi pagare alcuna penale.
  • Nel momento del cambio, non resterai senza energia elettrica.
  • Non dovrai cambiare il contatore, ne effettuare modifiche all'impianto

7. Fatti aiutare da un esperto

Per trovare la migliore offerta luce per te, come ti abbiamo già detto, puoi approfittare del nostro strumento di confronto delle tariffe luce, ma può sempre essere utile considerare le offerte di più di un fornitore, anzichè limitarti a selezionare il prodotto in assoluto più economico, per accertarti di scegliere l'opzione migliore. Prenditi un po' di tempo e chiama il numero verde 800 999 555 per farti aiutare nella scelta da un consulente esperto in materia. Segugio.it ti offre questo servizio gratuitamente e senza impegno.

8. Prendi in considerazione di pagare tramite RID

Molti gestori offrono un risparmio ulteriore (se non delle vere e proprie offerte esclusive) per quei clienti che decidono di pagare tramite addebito diretto sul conto corrente (RID/SEPA) invece che tramite il vecchio bollettino postale. Questo sistema di pagamento automatizzato ti aiuterà anche a evitare le fastidiose code alle poste per disporre i pagamenti.

9. Scopri le offerte che includono luce e gas (e anche internet)

Ormai sono sempre di più gli operatori che offrono sia luce che gas, e alcuni fanno addirittura il pacchetto completo luce, gas e internet, in accordo con un operatore di telecomunicazioni. In alcuni casi può trattarsi di una combinazione conveniente, con offerte speciali che fanno risparmiare anche parecchio. Naturalmente, però, puoi prendere in considerazione queste combinazioni solo se intendi cambiare il tuo fornitore gas, ed eventualmente anche telefono / internet. Se ti trovi bene con quello che hai, meglio limitarsi a cambiare il gestore luce.

10. Occhio alle scadenze

Ora che stai cercando nuove offerte per cambiare gestore luce, probabilmente ti sei già accorto di una cosa: le promozioni che bloccano il prezzo sono a durata limitata. In genere dopo uno o due anni, in base a quanto stabilito nelle condizioni tecnico-economiche dell'offerta, l'operatore ti proporrà nuove condizioni. E una volta scaduta l'offerta, non è detto che un contratto di fornitura ti convenga ancora. Magari nel frattempo sono state lanciate altre proposte più interessanti, magari da altri operatori. Ti consigliamo quindi di appuntarti il momento della scadenza dell'offerta che hai scelto e, circa un mese prima, fare una ricognizione delle promozioni attive per scoprire se sul mercato c'è un'opzione che ti conviene di più.


RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica (KWh)
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore