logo segugio.it

Come disdire un contratto Eni gas e luce

In questa pagina è possibile trovare indicazioni su come disdire un contratto di fornitura di energia elettrica o gas con Eni gas e luce, tenendo presente che grazie alla liberalizzazione del mercato dell’energia tutti i clienti hanno il diritto di scegliere il proprio fornitore, senza costi per la disdetta o il passaggio ad altro fornitore.

Nel caso di passaggio a un nuovo fornitore, sia del mercato libero sia tutelato, sarà quest’ultimo a contattare direttamente Eni e a provvedere alle pratiche necessarie. Se invece si vuole sospendere la fornitura sarà necessario chiedere la disdetta del servizio attraverso uno dei canali messi a disposizione da Eni. Nel caso di uso domestico o di condominio il cliente ha diritto di recesso con preavviso di un mese. Per le piccole imprese con consumi di gas inferiori ai 200.000 Smc/anno il preavviso è di tre mesi. In tutti gli altri casi il cliente non potrà recedere per i primi dodici mesi della fornitura; trascorso tale termine il cliente potrà esercitare il diritto di recesso con un preavviso di sei mesi.

Presso gli sportelli fisici Energy Store Eni

Consultando la pagina dei contatti direttamente sul sito web dell’azienda, nella sezione "Energy Store" si possono trovare gli sportelli più vicini e gli orari d'apertura ai quali presentare la disdetta dell’utenza. Bisogna portare con sé i seguenti documenti:

  • documento di identità del titolare della fornitura
  • codice fiscale dell’intestatario della bolletta
  • ultima bolletta ricevuta

Prima di effettuare la disdetta bisogna ricordarsi di eseguire l’ultima lettura del contatore perché è su questo valore che verrà calcolato il conguaglio finale ed emessa la fattura di saldo dell'ultimo consumo.

Richiesta tramite numero verde

Per chiedere la cessazione della fornitura si può chiamare gratuitamente il numero verde 800 900 700, attivo tutti i giorni 24 ore su 24 anche da cellulare, e seguire le indicazioni dell'operatore, che in pochi minuti accoglierà la vostra richiesta. Per la disdetta della luce, l’operatore invierà il modulo di disalimentazione da compilare e da spedire tramite raccomandata A/R o via fax mentre per il gas verrà dato un appuntamento per l’invio di un tecnico a casa che chiuderà il contatore.

Disdetta via fax o tramite raccomandata 

Una volta ricevuto e compilato il modulo di disalimentazione, reperibile sul web oppure attraverso una richiesta mail o via chat con un operatore dal sito, la comunicazione della disdetta del contratto Eni va inviata al numero di fax 800 91 99 62. La disdetta del servizio potrà avvenire anche tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo:

Eni S.p.A.
Corrispondenza Clienti
Casella Postale 71 - 20068 Peschiera Borromeo (MI)

In entrambe i casi va allegata una fotocopia del documento d’identità del titolare della fornitura. Per compilare il modulo è necessario procurarsi i seguenti dati: 

  • dati anagrafici del titolare della fornitura o ragione sociale dell’intestatario del contratto
  • codice fiscale e/o partita IVA dell’intestatario del contratto
  • codice cliente Eni
  • lettura del contatore

Diritto di ripensamento

Se avete sottoscritto un contratto con Eni e avete avuto un ripensamento avrete a disposizione 10 giorni a partire dalla sottoscrizione della proposta per cambiare idea e revocarla. In questo caso, il ripensamento dovrà essere comunicato inviando a Eni una Raccomandata A/R entro i 10 giorni successivi alla data in cui è stata sottoscritta la proposta. In alternativa, entro lo stesso termine, si potrà anche comunicarlo con telegramma, e-mail o fax, inviando poi una raccomandata A/R di conferma nelle 48 ore successive.

In base alla legge, se l'adesione all'offerta Eni è avvenuta attraverso il canale telefonico, web o agenzia “porta a porta”, si potrà esercitare il diritto di ripensamento - senza penalità e senza specificare il motivo - entro 14 giorni dalla data di perfezionamento del contratto, coincidente con la data in cui si riceverà la lettera di accettazione di Eni. Per esercitare il diritto di ripensamento si dovrà utilizzare il modulo allegato alla documentazione contrattuale, scaricabile anche da web, oppure contattare il Servizio Clienti. In base a quanto previsto dalla legge, il diritto di ripensamento non è previsto in caso di adesione alle offerte attraverso i negozi Energy Store.

Voltura e subentro

Per effettuare una voltura, ovvero un cambio dell’intestatario della fornitura di luce o gas, o un subentro, cioè la riattivazione di un contatore preesistente, si dovrà chiamare il numero verde 800 900 700 e avere a portata di mano:

  • la matricola del contatore per la fornitura di gas,
  • POD e/o PDR
  • l’indirizzo al quale dovrà essere recapitata la fattura
  • l’autolettura del contatore
  • l’indirizzo di recapito della fattura di conguaglio finale di chi lascia l’unità immobiliare
  • tipo d’uso per la fornitura di gas (cottura, acqua calda, riscaldamento)
RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?
Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!

Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica (KWh)
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!