logo segugio.it

Bollette inevase: il Tar conferma che a pagarle sono i clienti virtuosi

Pubblicato il 21/12/2018

Bollette inevase: il Tar conferma che a pagarle sono i clienti virtuosi

Nessuna novità sul fronte delle bollette di luce e gas dei morosi, con l’ultima sentenza del Tar della Lombardia (numero 2708 del 3 dicembre 2018) che conferma come il loro sostenimento sia in parte a carico dei consumatori virtuosi.  

L’ordinanza segue quanto già deciso dalla delibera numero 50 dello scorso 1° febbraio di ARERA, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Dell’argomento ci eravamo già occupati nella news “Bollette non pagate, ora pagano i consumatori”, spiegando che la quota da versare riguarda solo la parte relativa agli oneri generali di sistema – che pesano per quasi il 15% nel conto mensile per l’energia elettrica e per il 3% circa in quello del metano – e non i consumi effettivi.

Cosa sono gli oneri di sistema?

Sono voci presenti in bolletta, imposte dallo Stato, che coprono le tasse per alimentare gli incentivi alle fonti rinnovabili, i costi per lo smantellamento degli impianti nucleari, il prezzo agevolato dell’elettricità per i treni o per le aziende energivore. Attualmente è impossibile stabilire una cifra esatta di quanto ammonta la quota degli oneri insoluti: l’unica certezza è che verranno recuperati dagli utenti che pagano le bollette circa 200 milioni di euro. Ricordiamo che il fenomeno delle morosità è più ricorrente nel Mezzogiorno d’Italia e in particolar modo in chi usufruisce dell’energia del mercato libero, dove cambiare fornitore è più semplice. Secondo un rapporto di ARERA, gli utenti di questo mercato risultati morosi nel 2016 sono stati il 6,4% degli utenti totali.

Gli oneri vengono corrisposti da tutti i clienti che pagano regolarmente le bollette, ma non finiscono nelle casse del gestore che vende l’energia o il gas. Il venditore deve infatti versarli alle imprese di distribuzione, che a loro volta li gireranno alla Cassa per i servizi energetici e ambientali e al Gestore dei servizi energetici.

Come rendere la bolletta di luce e gas più leggera?

L’unico modo è quello di scegliere una delle offerte del mercato libero confrontate su Segugio.it. Il portale permette anche di farsi un’idea sul costo dell’energia elettrica o del gas, oltre a dare informazioni utili sui termini più frequenti che si trovano in bolletta (come ad esempio il codice POD o il codice PDR)

Solo a titolo d’esempio, ipotizzando di voler sottoscrivere una nuova fornitura – cliente residente nella città di Milano, consumo di 2700 kWh l’anno, potenza impegnata di 3 kW, frequenza di utilizzo in qualsiasi fascia oraria, invio elettronico della fattura e pagamento tramite RID – la soluzione più conveniente è quella proposta da wekiwiEnergia Prezzo Fisso 12 mesi ha un costo di 38,43 euro al mese, 461,11 euro all’anno. Il gestore si distingue per il vantaggio della Carica mensile, che consiste in un ammontare da scegliere in fase di attivazione: in questo modo l’utente stabilisce l’importo mensile (Iva esclusa) che il gestore fatturerà in acconto, evitando così i consumi stimati da parte del fornitore.

Per una generica richiesta di fornitura gas (consumo annuo 755 Sm3, modalità di pagamento RID ed invio bolletta elettronico nel comune di Milano) si distingue la soluzione di Engie che con Energia 3.0 Light applica una tariffa di 48,51 euro al mese (582,17 euro l'anno). Il contratto è riservato ai nuovi clienti con contatore già attivo e con il prezzo della componente gas bloccato per i primi 2 anni di fornitura. I principali servizi riguardano l’avviso via e-mail dell'emissione della fattura in formato elettronico e l’archivio storico di quelle emesse negli ultimi 24 mesi. Un servizio opzionale per il cliente è quello di Engie Fit, l’App mobile che fa risparmiare camminando. La promozione in corso è il monitoraggio dei consumi Domuscheck, che mette al corrente il cliente di dove e come consuma più energia in casa, oltre a suggerire come risparmiare in bolletta.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Bollette inevase: il Tar conferma che a pagarle sono i clienti virtuosiValutazione: 3/5
(basata su 2 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Arriva la Tari in bolletta?pubblicato il 11 gennaio 2019
Le tariffe gas più convenienti di gennaio 2019pubblicato il 7 gennaio 2019
Le tariffe gas più convenienti di dicembre 2018pubblicato il 6 dicembre 2018
Maxi-conguagli: si riducono i tempi anche per le bollette del gaspubblicato il 22 novembre 2018
Le tariffe gas più convenienti di novembre 2018pubblicato il 9 novembre 2018
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!

RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo di gas
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta del gas, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di gas espresso in Sm3 o Smc (standard metri cubi) ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!