logo segugio.it

Telefonia e utenti: l’AGCOM approva i nuovi costi di recesso

Pubblicato il 18/11/2018

Telefonia e utenti: l’AGCOM approva i nuovi costi di recesso

Novità importanti nel settore della telefonia, con l’AGCOM che ha approvato tramite la delibera 487/18 le nuove linee guida in tema di portabilità e chiusura di un contratto esistente, un argomento di cui ci siamo già occupati nella news “AGCOM: stabilite le nuove regole per lasciare l’operatore telefonico”.

La prima modifica è relativa alla telefonia fissa e riguarda i costi da addebitare al cliente in caso di recesso o cambio operatore, con la spesa che non potrà essere superiore al costo del canone mensile stabilito dal contratto stesso, in media 20-30 euro. Ricordiamo che le regole attualmente in vigore stabiliscono il pagamento di penali particolarmente alte, che si attestano tra i 40 e i 60 euro.

Un ulteriore cambiamento è la restituzione degli sconti, che dovrà essere equa e proporzionata al contratto stesso, dunque gli operatori non potranno più farsi restituire tutti gli sconti goduti dagli utenti. Per quanto riguarda invece le rate residue di eventuali prodotti e servizi acquistati, sarà concesso al cliente la possibilità di continuare a usufruire della dilazione, evitandogli dunque di dover versare tutte le quote restanti in unica soluzione.

In generale, l’Autority mira ad assicurare una maggiore trasparenza nella comunicazione tra le parti, mediante l’obbligo per gli operatori di rendere nota ogni singola spesa che il contraente dovrà sostenere in corrispondenza del mese in cui il recesso potrebbe essere esercitato.

Istituita anche la portabilità del credito residuo

L’operatore sarà tenuto a trasferire sulla scheda del nuovo gestore scelto dal cliente l’eventuale traffico residuo della vecchia SIM, eliminando in questo modo uno degli ostacoli alla realizzazione della piena portabilità del contratto telefonico che dovrà avvenire, secondo l’AGCOM, entro trenta giorni dalla richiesta.

Soddisfatto del provvedimento il Movimento Difesa del Cittadino: “con le nuove regole valide per la telefonia e le pay tv sarà molto difficile vessare i clienti con costi di disattivazione che l’Autorità ha verificato essere farlocchi”. 

Un modo per continuare a risparmiare sulle tariffe

La convenienza viene garantita dal portale Segugio.it, il sito di comparazione che individua le migliori soluzioni presenti sul mercato.

Valutando le offerte del comune di Milano, aggiornate all’8 novembre, si distingue quella congiunta di Sky&Fastweb con Internet+Telefono e Sky Ultrafibra. Il costo mensile è di 22,9 euro dal primo al quattordicesimo mese e comprende la Fibra Ottica fino a 1 Gbps, le telefonate senza limiti verso i fissi nazionali, il modem Wi-Fi gratis e il pacchetto Sky, 190 canali televisivi di Sky + 200 canali satellitari free, My Sky e Sky Digital Key. Per chi è già cliente Sky, l'offerta Fastweb Internet + Telefono è al prezzo speciale di 27,95 euro al mese per sempre. Conveniente l’opzione International, che con 5,00 euro in più al mese mette a disposizione dell’utente 1000 minuti a rinnovo di chiamate verso più di 50 destinazioni internazionali.

Nella città di Roma la soluzione più conveniente è invece quella di Tre, al costo di 24,90 euro al mese. Si tratta di Internet Plus 200 (Fibra Mista Rame), attivabile gratuitamente sia online che tramite call center, che prevede internet illimitato fino a 200 Mega e internet fuori casa, vale a dire giga illimitati sulla propria SIM mobile Tre. Le chiamate sono a consumo, ma scegliendo l’opzione Voce Plus, a soli 5 euro al mese in più, si potranno avere chiamate illimitate verso fissi e mobili nazionali e fissi di Europa Occidentale, USA e Canada. Il conto telefonico sarà emesso ogni bimestre con addebito su carta di credito o tramite RID.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Telefonia e utenti: l’AGCOM approva i nuovi costi di recessoValutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Copertura fibra ottica e ADSL: come verificarla?pubblicato il 13 marzo 2019
Le migliori tariffe internet di marzo 2019pubblicato il 13 marzo 2019
Le migliori tariffe fibra ottica di febbraio 2019pubblicato il 18 febbraio 2019
Le migliori connessioni internet di febbraio 2019pubblicato il 12 febbraio 2019
Le tariffe luce, gas e internet più convenienti a Baripubblicato il 29 dicembre 2018
RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!