Logo Segugio.it

Le tariffe luce più convenienti di novembre 2018

Pubblicato il 08/11/2018

Le tariffe luce più convenienti di novembre 2018

Le bollette dell’energia del 2019 rischiano di pesare sul portafoglio dei consumatori italiani in modo maggiore di quanto previsto nelle scorse settimane. 

La voce che porterà la possibile stangata è quella degli oneri di sistema. Il problema non riguarderà solo la parte di oneri congelati negli ultimi due trimestri dall’ARERA, quindi i due miliardi di euro non riscossi, di cui abbiamo parlato anche nella news “Bollette della luce più care dal 2019?”, ma anche la quota di oneri relativi alle bollette inevase (che in passato venivano coperti dalle imprese di vendita). Per quest’ultimi è impossibile stabilire una cifra esatta di quanto ammontano: l’unica certezza è che verranno recuperati dagli utenti che pagano regolarmente le bollette circa 200 milioni di euro. Ricordiamo che il fenomeno delle morosità è più ricorrente nel sud d’Italia e in particolar modo in chi usufruisce dell’energia del mercato libero, dove cambiare fornitore è più semplice.

Come risparmiare in bolletta

Per individuare la tariffa più conveniente basta cercarla su Segugio.it, il portale di comparazione online che consente di confrontare i prodotti messi a disposizione dai vari gestori partner. Il portale permette anche di farsi un’idea sul costo dell’energia elettrica e soprattutto di confrontare il prezzo attuale con quello trimestrale degli ultimi tre anni.

Qui di seguito riportiamo le migliori soluzioni aggiornate al 5 novembre 2018 per un cliente residente nella città di Milano (consumo 2700 kWh l’anno, potenza impegnata di 3 kW, frequenza di utilizzo in qualsiasi fascia oraria, invio elettronico della fattura).

Le migliori tariffe luce con addebito RID

La tariffa in assoluto più economica è quella di wekiwiEnergia Prezzo Fisso 12 mesi costa 38,43 euro al mese, una somma calcolata dividendo per 12 mensilità la spesa annuale di 461,11 euro. Tra i servizi inclusi, il Portale SelfCare e le App (sistemi Android e iOS) dove archiviare e visualizzare le fatture emesse oltre allo stato dei pagamenti, ma anche pagare le fatture insolute, comunicare l’autolettura, scaricare la modulistica contrattuale, richiedere interventi tecnici, monitorare i propri consumi e modificare i dati di fornitura e bancari.

Wekiwi si distingue per il vantaggio della “Carica mensile”, un importo mensile (Iva esclusa) da scegliere in fase di attivazione che il gestore fatturerà in acconto, evitando così di effettuare il calcolo della bolletta sulla base dei consumi stimati. La società riconosce due tipologie di bonus: il primo, 0,030 euro per ogni kWh, viene corrisposto se si rispetta il consumo relativo alla Carica mensile prescelta. L'altro è lo Sconto on-line, una riduzione di 0,020 euro/kWh per coloro che non usano il call center ma svolgono le loro pratiche utilizzando l’area riservata del portale.

Conveniente anche la proposta di Engie Energia 3.0 Light, attivabile solo tramite call center e con una tariffa mensile di 40,56 euro (486,75 euro). Il contratto è riservato ai nuovi clienti con contatore già attivo e prevede il prezzo della componente energia bloccato per i primi 2 anni di fornitura. I principali servizi riguardano l’avviso via e-mail dell'emissione della fattura in formato elettronico e l’archivio storico di quelle emesse negli ultimi 24 mesi. Molto utile il servizio gratuito di monitoraggio dei consumi Domuscheck. Il costo di disattivazione della fornitura (voltura e subentro) ammonta a una cifra di 23,00 euro, a cui dovranno essere aggiunti eventuali oneri richiesti dal distributore.

Le migliori tariffe luce per chi paga con bollettino postale

In questo caso la soluzione più economica è E.ON Luceclik Monoraria, con una spesa di 42,55 euro al mese (510,55 euro l’anno). Si tratta di una tariffa riservata ai nuovi clienti, con prezzo bloccato per 12 mesi e nessun costo di attivazione. Tra i servizi inclusi, la possibilità di comunicare l'autolettura all'interno dell'area web riservata: la promozione per il mese in corso è E.ON Energia Premiata, un programma fedeltà con catalogo a premi e concorsi stagionali.

Buona anche la proposta di Eni Gas e Luce, che con Scelta Sicura offre una tariffa monoraria per una spesa mensile di 44,63 euro (535,52 euro l’anno). L’attivazione è gratuita e il prezzo della materia prima bloccato per i primi 12 mesi, con un bonus speciale del 20% valido fino al 31 dicembre 2020 rispetto alla tariffa di maggior tutela. Tra i servizi inclusi troviamo Eni Genius, la guida intelligente che calcola il profilo energetico del cliente e suggerisce come usare meglio l’energia per risparmiare.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Le tariffe luce più convenienti di novembre 2018Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Bollette della luce più care dal 2019?pubblicato il 23 ottobre 2018
Le tariffe luce più convenienti di ottobre 2018pubblicato il 11 ottobre 2018
Luce e gas: bollette d’autunno più carepubblicato il 2 ottobre 2018
Obbligatoria la data di spedizione sulla bollettapubblicato il 16 settembre 2018
Le tariffe luce più convenienti di agosto 2018pubblicato il 14 agosto 2018
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!