logo segugio.it

Modem libero: ora gli utenti possono scegliere il terminale

Pubblicato il 18/09/2018

Modem libero: ora gli utenti possono scegliere il terminale

Connessioni sempre più veloci e reti sempre più performanti: internet diventa un bene primario, indispensabile per il lavoro, i servizi bancari, l’amministrazione, il tempo libero.

Tra i dispositivi per connettersi c’è il modem, quella scatoletta che è la porta di accesso alla rete e che i gestori delle telecomunicazioni forniscono nel pacchetto di abbonamento Adsl o fibra.

La novità introdotta per tutti gli utenti della rete è che dal primo di agosto possono scegliere liberamente quale modem utilizzare.

Come riportiamo nella nostra news "Le tariffe internet più convenienti di agosto 2018", il merito è dell’AGCOM (l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato), che con la delibera 348/18/Cons ha ufficializzato la liberalizzazione dei terminali di accesso a internet e il diritto degli utenti di adottare un proprio terminale, senza imposizioni da parte del gestore telefonico, che non potrà più chiedere un ammontare aggiuntivo o rifiutare di dare la connessione.

Gli obblighi stabiliti per i gestori

La finalità delle misure introdotte da AGCOM è offrire all’utente una possibilità di scelta, tutelando il diritto di ciascun cittadino di scegliere quali beni acquistare e di quali servizi usufruire.

Il provvedimento introdotto prevede anche specifici obblighi per gli operatori, finalizzati a garantire scelte consapevoli e informate da parte dei consumatori finali, senza imporre costi aggiuntivi o ritardi ingiustificati per il solo fatto che sia stato il cliente a scegliere l’apparecchiatura terminale.

Inoltre se il terminale è offerto in abbinamento ai servizi di connettività, dovranno essere specificati in modo chiaro gli eventuali costi di installazione, il numero e il valore delle rate di noleggio e le condizioni di riscatto della proprietà del terminale.

Se invece il terminale è fornito gratuitamente, in caso di recesso la mancata restituzione dell’apparecchiatura terminale non utilizzata non dovrà generare oneri aggiuntivi per l’utente.

Infine, i fornitori di accesso alla rete dovranno anche fornire, attraverso i canali di assistenza, informazioni adeguate per la corretta configurazione degli apparati terminali, sostitutivi o integrativi, di propria scelta, mentre eventuali restrizioni da parte degli operatori dovranno essere motivate e quindi approvate dall’Autorità.

L’obiettivo prioritario: l’innovazione

Le misure adottate si inseriscono nel quadro normativo europeo in materia di libera concorrenza, con la finalità unica di favorire l’innovazione tecnologica con servizi di connettività più performanti e lo sviluppo di apparecchi terminali più evoluti e rispondenti alle necessità degli utenti.

Inoltre, lo scorso 19 luglio, l’AGCOM ha approvato la Delibera 292/18/CONS, in forza della quale gli operatori non potranno più pubblicizzare come “fibra” forme di connessione a internet nelle quali la fibra ottica non raggiunge almeno l’edificio dell’utente.

Cosa si trova adesso sul mercato

Vediamo ora cosa offre il mercato in termini di tariffe Adsl e fibra e in che termini il modem è offerto nel pacchetto in dotazione con il servizio di connessione.

Ci viene in aiuto il comparatore numero uno d’Italia, Segugio.it, che con il suo simulatore facile e gratuito fornisce in pochi secondi l’elenco delle migliori occasioni ogni giorno e una guida su come conoscere l'Adsl migliore in base al proprio profilo e le proprie abitudini di consumo.

Se supponiamo che la richiesta sia di una connessione solo internet per la propria casa, fibra o ADSL a una velocità minima di 20 Mb (pagamento con RID/Sepa o carta di credito), ecco le migliori proposte al 10 di settembre.

Fastweb con 19,95 euro al mese fino al 24° mese (dopo 29,95 euro) offre Internet+Energia Ultrafibra, un’offerta vincolata alla sottoscrizione di Eni Fastenergy per la fornitura di gas e luce. La velocità è di 1000 Mg in download e l’attivazione è gratuita, con il modem in comodato d’uso gratuito e in regalo 1 anno di abbonamento ad Amazon Prime.

In caso di recesso prima dei 48 rinnovi sarà addebitato l'intero costo di attivazione (93,60 euro), mentre la mancata riconsegna del modem autorizza Fastweb ad addebitare un ulteriore contributo di 50 euro.

È ancora di Fastweb la seconda soluzione più conveniente, questa volta offerta insieme a Sky. Internet e Sky Ultrafibra offorno internet e TV al prezzo di 20,90 euro al mese fino al 9° mese, dopo 55,95 euro. La velocità è sempre di 1000 Mb in download e il costo di attivazione è di 1,95 euro per 48 mesi.

Inclusa nell’offerta per i nuovi clienti ci sono i pacchetti Sky TV, Sky Box Sets e Sky Famiglia, oltre a My Sky, il servizio che permette di registrare i programmi preferiti e rivederli quando si desidera. Inoltre, L'Alta Definizione che permette di sfruttare al massimo le potenzialità del TV HD e il servizio FASTMail.

Il modem è sempre incluso nel prezzo, e in caso di mancata riconsegna Fastweb si riserva la possibilità di addebitare un ulteriore contributo di 50 euro.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe
Come valuti questa notizia?
Modem libero: ora gli utenti possono scegliere il terminaleValutazione: 4/5
(basata su 5 voti)
RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?