Logo Segugio.it

Obbligatoria la data di spedizione sulla bolletta

Pubblicato il 16/09/2018

Obbligatoria la data di spedizione sulla bolletta

Novità nei prossimi mesi per le fatture di luce, gas e altri servizi di pubblica utilità: la riforma coinvolgerà gli operatori postali, che avranno l’obbligo di indicare sulla busta della bolletta la data di spedizione.

A prevederlo è un provvedimento dell’AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), secondo cui la specificazione della data è l’unica soluzione che consente all’utente finale di individuare più facilmente le responsabilità di eventuali ritardi nel recapito delle bollette.

Il problema dei ritardi nelle consegne

L’Autorità per le telecomunicazioni ha già pubblicato a fine luglio un documento di consultazione pubblica per definire le modalità tecniche e operative del provvedimento, previsto dalla legge di Bilancio 2018. “Sono state numerose le segnalazioni da parte di utenti e Sindaci”, spiega la delibera AGCOM, “che lamentavano ritardi nella consegna della corrispondenza e in particolare proprio delle fatture/bollette da parte degli operatori postali, con evidenti conseguenze negative per i cittadini: dagli interessi di mora per il ritardato pagamento fino all’interruzione del servizio per mancato pagamento”.

Negli ultimi mesi è capitato sempre più spesso che gli utenti ricevessero le bollette con una data di pagamento molto ravvicinata, se non addirittura scaduta. Ricordiamo che tra la data di emissione e quella di scadenza dovrebbe essere garantito un periodo di almeno 20 giorni.

Si parte nel 2019

Sarà compito del Ministero dello Sviluppo Economico adottare e rendere operativo il regolamento pubblicato dall’AGCOM. Lo stesso Garante prevede un periodo transitorio di 6 mesi dalla pubblicazione della delibera finale, che sarà necessario agli uffici postali per adeguare i propri sistemi alla nuova procedura.

A proposito di utenze

Ricordiamo che la riforma per il mercato luce e gas, con l’abolizione del servizio di maggior tutela, slitterà al 1° luglio 2020 – una notizia di cui si può approfondire nella news “Riforma mercato luce e gas prorogata al 2020”. Da questa data tutti i consumatori dovranno usufruire delle utenze proposte dal libero mercato che, nato nel 2007, ha avviato un processo di concorrenza fra i vari gestori, traducendosi per gli utenti in una maggiore possibilità di accedere al servizio con prezzi migliori.

Gli operatori che operano in regime di liberalizzazione scelgono autonomamente le proprie strategie commerciali e possono determinare gli importi delle tariffe. In più, riescono ad andare incontro al consumatore grazie alle tante offerte modulate secondo la tipologia di utente.

Qualche esempio per le tariffe della luce

Grazie a Segugio.it, il portale di comparazione delle tariffe utenze numero uno in Italia è possibile non solo mettere a confronto le migliori offerte sul mercato dei principali distributori di luce e gas, ma anche i dettagli tecnici che definiscono il prezzo, come il costo standard metro cubo di gas metano o il costo del kilowattora dell'energia elettrica a seconda che si è nel libero mercato o in quello di maggior tutela.

Prendendo in considerazione un utente medio (residente a Milano, 3KW di potenza impegnata, 2700 KWh di consumo annuo, impiego di energia distribuito equamente nella giornata), la spesa per il servizio in maggior tutela si attesta sui 550,14 euro. Passando al libero mercato, l’offerta più vantaggiosa proposta da Segugio.it, il portale leader nel settore delle comparazioni, è quella di wekiwi, che applica un prezzo di 446,03 euro e consente un risparmio rispetto al mercato tutelato di 104,1 euro. Energia Prezzo Fisso 12 mesi riconosce due tipologie di bonus: il primo, 0,030 euro per ogni kWh, viene offerto se si rispetta il consumo relativo alla Carica mensile prescelta. L'altro è lo Sconto online, una riduzione di 0,020 euro/kWh per coloro che non usano il call center ma svolgono le loro pratiche utilizzando l’area riservata del portale.

La convenienza del mercato liberalizzato si ritrova anche nella tariffa Energia 3.0 Light di Engie, che prevede un prezzo di 437,55 euro e un risparmio rispetto al mercato tutelato di 99,48 euro. In più, sottoscrivendo l’offerta è possibile accedere al Programma fedeltà “vinciEnergia”, che permette di ricevere premi e godere di servizi esclusivi.

Le migliori tariffe per il gas

In questo caso, un utente di Milano che consuma 940 Smc l’anno, spende con il servizio di maggior tutela 739,42 euro. La miglior offerta presente sul portale è ancora una volta quella di wekiwi, con una tariffa di 636,98 euro ogni 12 mesi e un vantaggio in termini di risparmio di 102,44 euro.

A seguire troviamo nuovamente Energia 3.0 Light di Engie che con una spesa di 647,98 euro permette di risparmiare rispetto al mercato tutelato 91,44 euro. In questo caso i principali servizi riguardano l’avviso via e-mail dell'emissione della fattura (in formato elettronico) e l’archivio storico di quelle emesse negli ultimi 24 mesi. Un’ottima opzione per il cliente è Engie Fit, l’App mobile che permette di risparmiare camminando.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Obbligatoria la data di spedizione sulla bollettaValutazione: 4,7/5
(basata su 3 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Le tariffe gas più convenienti di novembre 2018pubblicato il 9 novembre 2018
Le tariffe gas più convenienti di ottobre 2018pubblicato il 13 ottobre 2018
Subentro gas: ecco come farepubblicato il 9 ottobre 2018
Luce e gas: bollette d’autunno più carepubblicato il 2 ottobre 2018
Le tariffe luce più convenienti di agosto 2018pubblicato il 14 agosto 2018
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!

RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo di gas
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta del gas, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di gas espresso in Sm3 o Smc (standard metri cubi) ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!