Logo Segugio.it

Rinviata al 2020 la fine mercato tutelato

Pubblicato il 11/08/2018

Rinviata al 2020 la fine mercato tutelato

Nuovo posticipo di 12 mesi per la fine del mercato di maggior tutela delle utenze di energia elettrica e gas, che passa dal primo luglio 2019 allo stesso mese del 2020.

A prevederlo è un emendamento al Decreto legge numero 91 del 2018 (il cosiddetto Milleproroghe), con l’intero provvedimento che dovrebbe essere convertito in legge prima di ferragosto. Ricordiamo che inizialmente la riforma era stata schedulata per quest’anno ma poi, con l’entrata in vigore della nuova Legge annuale sulla concorrenza e sul mercato numero, il termine era slittato al 2019 (una notizia di cui si può approfondire nella news “Mercato libero: tutto pronto per il 2019”).

“Vogliamo utilizzare questo periodo di tempo concesso dal Parlamento”, spiega in una nota Davide Crippa, sottosegretario allo Sviluppo economico con deleghe all’Energia, “per migliorare le condizioni per la realizzazione di un sistema competitivo che sia in grado di coniugare migliori prezzi per il consumatore con sicurezza e tranquillità delle famiglie, con contratti luce e gas chiari, trasparenti e senza condizioni vessatorie nei loro confronti. Tale misura si è resa indispensabile considerando che non sussistono le necessarie garanzie di informazione per i consumatori, di mercato, di competitività e di trasparenza”. Il sottosegretario chiarisce anche che le istituzioni lavoreranno da subito con tutti i soggetti coinvolti – ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti), AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato), operatori del settore e Consumatori – al fine di raggiungere l’obiettivo di garantire alla collettività un mercato energetico efficiente.

Mercato regolamentato o libero mercato?

Alla fine del 2017 circa il 60% delle 30 milioni di famiglie che avevano un contratto di fornitura elettrica erano ancora coperte dal mercato tutelato. Nel settore del gas la percentuale è lievemente superiore, facendo segnare il 63% dei quasi 20 milioni di contratti.

Tuttavia, secondo le elaborazioni di REF Ricerche, i consumatori che negli scorsi anni hanno deciso di anticipare il passaggio dal regime tutelato a quello libero ne hanno tratto beneficio: per quest’ultime, le offerte più convenienti hanno permesso di risparmiare fra il 3% ed il 10% della spesa annualizzata, e attualmente le percentuali di sconto sono ulteriormente aumentate fino al 13%. Ma non tutte le soluzioni presenti sul libero mercato sono risultate essere in passato, e risultano oggi, più convenienti delle condizioni applicate alla maggior tutela. Per ottenere un vantaggio sul costo complessivo della bolletta è necessario informarsi oppure sottoscrivere un'offerta via web, tipicamente meno onerosa per il fornitore e più economica per il cliente. 

Il vantaggio delle tariffe online

Il modo più semplice per risparmiare con una soluzione online, è quello di utilizzare il comparatore Segugio.itil portale che confronta le migliori offerte sul mercato dell’energia elettrica. Solo a titolo d’esempio, per un cliente residente nella città di Milano che richiede una fornitura luce (consumo 2700 kWh l’anno, potenza impegnata di 3 kW, frequenza di utilizzo in qualsiasi fascia oraria, invio elettronico della fattura), si distingue la proposta di wekiwi che con Energia Prezzo Fisso 12 Mesi applica una spesa annuale di 446,03 euro (37,17 euro al mese). Wekiwi si basa sul concetto di “Carica”, un ammontare che il cliente sceglie in fase di attivazione e che il gestore fatturerà in acconto, evitando così l’applicazione dei consumi stimati. La Carica può avere il valore di 20, 30, 40, 50, 75, 100 euro o importi superiori e sarà conguagliata con l’arrivo delle letture reali del distributore.

Per una richiesta di attivazione del gas (consumo annuo 755 Sm3, modalità di pagamento RID e invio bolletta elettronico nel comune di Milano), troviamo la convenienza di Sorgenia che con Next Energy Gas offre un costo di 513,88 euro (42,82 euro al mese). L’offerta è attivabile online o tramite call center gratuitamente, con il prezzo della componente gas che resta fissa per 12 mesi.

L’alternativa delle offerte Placet

Dal primo gennaio 2018 ogni fornitore del mercato libero è stato chiamato ad inserire fra le proprie offerte la cosiddetta PLACET, Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutelauna particolare tariffa che si differenzia per le condizioni contrattuali predefinite e il prezzo libero. La soluzione è rivolta solo ai clienti domestici e non domestici che registrano consumi limitati. 

Placet non presenta addebiti extra per la ricezione della fattura, e gli operatori devono garantire degli sconti nel caso in cui il cliente richieda la fatturazione elettronica e la domiciliazione dei propri pagamenti. L’utente ha anche la possibilità di richiedere il recesso dal contratto, mentre le condizioni economiche della fornitura verranno aggiornate ogni 12 mesi, con il nuovo prezzo che dovrà essere obbligatoriamente comunicato dall’operatore con notevole anticipo. L’aggiornamento del prezzo darà facoltà al consumatore di decidere se rinnovare la fornitura, anche in forma tacita, o se richiedere il recesso.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Rinviata al 2020 la fine mercato tutelatoValutazione: 4,4/5
(basata su 5 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Cambi casa? Ecco cosa fare con le utenzepubblicato il 18 ottobre 2018
Le tariffe gas più convenienti di ottobre 2018pubblicato il 13 ottobre 2018
Luce e gas: bollette d’autunno più carepubblicato il 2 ottobre 2018
Obbligatoria la data di spedizione sulla bollettapubblicato il 16 settembre 2018
Porta un amico in Sorgenia entro fine luglio: per te tanti sconti pubblicato il 4 luglio 2018
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!