Logo Segugio.it

Bollette: incremento record dal 2017

Pubblicato il 07/08/2018

Bollette: incremento record dal 2017

Aumentano negli ultimi sedici mesi le tariffe dei servizi essenziali: luce, gas, acqua e rifiuti, un trend che si è tradotto in un vero e proprio salasso a carico delle finanze per i contribuenti più deboli.

Secondo un'analisi condotta da FIPAC, Federazione dei pensionati autonomi, l’aumento si è attestato sul 6%, quasi quattro volte il ritmo di crescita registrato dai prezzi al consumo nello stesso periodo (+1,6%). Gli incrementi più consistenti sono quelli che riguardano l'energia elettrica e l'acqua, questa al decimo anno consecutivo, entrambe del +9,7% tra il 2017 e il 2018. Meno critiche le variazioni del prezzo del gas, +4,5%, mentre è decisamente più contenuto l’aumento della tariffa Tari, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, che si ferma a un +1,1%.

Secondo la Federazione, la spesa generale per i servizi sale a circa 1.300 euro all'anno, ammontare che pesa soprattutto per la categoria dei pensionati, visto che il costo incide in media per il 9,3% del loro reddito.

“L'aumento delle bollette”, spiega Sergio Ferrari, Presidente di FIPAC, “è pesante per tutti, ma è una vera catastrofe per i circa 4 milioni di anziani rimasti soli in Italia. Si tratta, in larga misura, di persone in una posizione debole, per tre quarti vedove che percepiscono una pensione inferiore alla media. Serve un intervento urgente per chi può contare su una sola pensione ed è in difficoltà”.

Le criticità delle bollette Tari

Anche se gli aumenti sono minimi rispetto agli altri servizi, pesano i mancati incassi del tributo su base pro-capite. Un’analisi del 2016 di Crif Ratings condotta sui bilanci dei Comuni italiani evidenzia che la situazione più critica è quella della città di Roma, dove mancano circa 149 euro di Tari per ogni cittadino, mentre nell’intero Lazio la cifra sarebbe di circa 121 euro.

A seguire a livello locale troviamo Sicilia (circa 77 euro), Campania (63 euro) e Calabria (circa 45 euro). Tra le aree virtuose si distinguono invece quelle a statuto speciale del nord Italia, vale a dire Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Val d'Aosta, insieme a Lombardia e Veneto, tutte con mancati incassi pro capite inferiori ai 10 euro.

L’attuale trimestre per luce e gas

Nella news “Luce e gas: bollette più care per il terzo trimestre” abbiamo già parlato degli ultimi aumenti partiti lo scorso primo luglio, più 6,5% per l’energia +8,2% per il metano. I rincari sono dovuti soprattutto al rialzo delle quotazioni del greggio, +9% nel solo mese di maggio e +57% in un anno, che ha influenzato pesantemente i prezzi delle materie prime sui mercati all'ingrosso e conseguentemente i costi in bolletta per i clienti finali. 

Per arginare l’aumento dell’energia elettrica l’Autority ha deciso di limare la voce relativa agli oneri generali di sistema. È stata ottenuta una riduzione del 6%, ripartita in un -2,3% per gli incentivi a sostegno delle energie rinnovabili e un -3,7% per la copertura degli altri oneri: senza questa percentuale, il rincaro della luce sarebbe stato ancora più consistente. Il minore prelievo tariffario degli oneri generali è stato compensato tramite le “giacenze-scudo” di cassa. 

Il modo migliore per risparmiare

Negli ultimi anni gli utenti si affidano sempre di più al settore delle comparazioni online per sottoscrivere tariffe convenienti. In particolare, con Segugio.it è possibile confrontare le migliori offerte di energia elettrica presenti sul mercato, scegliendo senza fatica quella che meglio si addice alle proprie esigenze.

Ad esempio, la soluzione più economica al 23 di luglio per una generica fornitura di elettricità (potenza impegnata 3 kW, consumo annuo 2.700 kWh, frequenza di utilizzo sempre, modalità di pagamento RID ed invio bolletta elettronico nel comune di Milano) è quella proposta da Engie, con Energia 3.0 Light (attivabile solo tramite call center) a 36,46 euro al mese (437,55 euro). Il contratto è riservato ai nuovi clienti con contatore già attivo e con il prezzo della componente energia bloccato per i primi 2 anni di fornitura. La promozione attiva è il Servizio gratuito di monitoraggio dei consumi Domuscheck, che permette all’utente di sapere dove e come impiega più energia in casa.

Per quanto riguarda invece una delle tariffe più economiche per l’attivazione del gas (consumo annuo 755 Sm3, modalità di pagamento RID ed invio bolletta elettronico nel comune di Milano), segnaliamo Sorgenia che con Next Energy Gas offre un costo di 522,25 euro (43,52 euro al mese). L’offerta è attivabile online gratuitamente, con il prezzo della componente gas che resta fissa per 12 mesi. Il gestore include il servizio dell’Area Clienti Web che permette di conservare e visualizzare le fatture emesse, controllare lo stato dei pagamenti e comunicare l’autolettura. La promozione in corso prevede che l’utente abbia diritto a un buono spendibile con uno dei partner digitali di Sorgenia (Volagratis, Chili TV, Smartbox, Gazzetta Gold, Xbox Live, UberEats, Corriere della Sera Digital, Deezer). In più, 3 mesi di abbonamento al “Corriere della Sera Tutto+”.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Bollette: incremento record dal 2017Valutazione: 4,5/5
(basata su 2 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Cambi casa? Ecco cosa fare con le utenzepubblicato il 18 ottobre 2018
Le tariffe gas più convenienti di ottobre 2018pubblicato il 13 ottobre 2018
Subentro gas: ecco come farepubblicato il 9 ottobre 2018
Voltura contratto gas: come si fapubblicato il 28 settembre 2018
Le tariffe luce più convenienti di agosto 2018pubblicato il 14 agosto 2018
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta della luce, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di energia elettrica espressa in kWh, ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!