Logo Segugio.it
LUCE GAS OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI
LA SOCIETA’
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Tariffe Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Privacy Segugio Servizi Privacy Aziende Partner Confronto Tariffe

Bollette a 28 giorni, clienti rimborsati entro il 31 dicembre

Pubblicato il 14/07/2018

Sembra essere arrivata a un termine la controversia tra le compagnie telefoniche e le associazioni di categoria sui possibili rimborsi da riconoscere ai consumatori nella vicenda delle bollette a 4 settimane.

La decisione arriva direttamente dal consiglio dell’AGCOM (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), che ha imposto a Tim, Vodafone, Wind Tre e Fastweb di restituire in bolletta, entro il 31 dicembre, gli importi richiesti illegittimamente agli utenti della telefonia fissa con la fatturazione a 28 giorni. 

I rimborsi, sotto forma di giorni di traffico gratis, dovranno essere calcolati per il periodo compreso tra il 23 giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata la fatturazione mensile. L'utente che è rimasto con lo stesso operatore vedrà riconoscersi direttamente in bolletta i giorni gratuiti, mentre chi ha cambiato gestore dovrà aspettare il mese di novembre per conoscere la definizione delle modalità di restituzione. Tuttavia, le compagnie potranno proporre ai singoli clienti soluzioni di compensazione alternative, di cui dovranno dare comunicazione alla stessa AGCOM e al posto dei giorni potrebbe arrivare l’offerta di servizi gratuiti.

Secondo i calcoli del Codacons, le bollette a 4 settimane avrebbero fatto incassare agli operatori circa 2 miliardi di euro in più in due anni. I timori delle Associazioni è che le compagnie telefoniche possano scaricare i rimborsi sugli stessi consumatori, magari attraverso nuovi incrementi tariffari.

Anche i giudici contro le tariffe a 4 settimane

Il Tribunale di Milano ha accolto il mese scorso le richieste del Movimento Consumatori contro le quattro compagnie del settore, vietando definitivamente l’applicazione e gli effetti nei contratti di telefonia fissa (o di altri servizi offerti in abbinamento alla telefonia fissa) della fatturazione a 28 giorni. Un passaggio della sentenza, riportata anche nella news “Tariffe a 28 giorni: la bocciatura arriva anche dai giudici di Milano”, spiega che c’è un’alta probabilità che l’uso di tale periodicità leda i diritti dei consumatori, nonché costituisca una pratica commerciale scorretta e segnatamente ingannevole. 

Le compagnie e gli addebiti poco trasparenti

I guai per i gestori telefonici non finiscono qui. Recentemente sono stati infatti accusati di nascondere alcuni importi al momento di promuovere un piano tariffario, con le voci di spesa che comparirebbero solo al momento del saldo (comportando per il cliente una maggiorazione dell’importo da versare del 10-15%). A sostenerlo è l’Unione Nazionale Consumatori (UNC), che ha deciso di denunciare all’Antitrust le migliaia di segnalazioni per addebiti poco trasparenti ricevuti dagli utenti. Tra le voci contestate troviamo gli importi della segreteria telefonica, i costi d’incasso, i sovrapprezzi per chi usa lo smartphone come hotspot e le penali in caso di recesso.

Ma come scegliere la tariffa più giusta?

Ricordiamo che un aiuto per i consumatori arriva sempre da Segugio.it, il portale che individua e confronta le tariffe di telefoniche con i prezzi più bassi sul mercato. L’utente può scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze – solo internet oppure internet+telefono – effettuando una simulazione tramite il form disponibile sul sito oppure visitando la sezione dedicata alle "Offerte ADSL e telefono".

Ipotizzando al 4 di luglio una richiesta per il servizio "internet+telefono" nel comune di Milano, si distingue l'offerta Tim Connect Gold. La proposta di Telecom Italia prevede una spesa di 19,90 euro per i primi 12 mesi (dopo 34,90 euro), con internet (fibra ottica) per navigare da casa senza limiti fino a 1000 Mega in download e chiamate illimitate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali. Per chi aderisce all’offerta tramite web, i primi 2 mesi sono in regalo: dunque i 19,9 euro si dovranno versare a partire dal terzo mese.  

L'opzione Massima velocità Fibra è inclusa solo per il primo anno, dopodiché si rinnova al costo di 5,00 euro al mese (già incluso nei 34,9 euro). L’offerta è valida per gli utenti che richiedono un nuovo impianto, per coloro che passano a TIM da altro operatore oppure per i già clienti con linea fissa TIM solo voce con o senza ADSL a consumo (con permanenza sull’offerta da almeno 3 mesi). Tra i servizi presenti è incluso l’abbonamento a TIMvision, per godersi il meglio di cartoni, cinema, serie TV, documentari e musica, sempre on demand; in più Tim Expert, il servizio che include l'intervento di un tecnico specializzato TIM per verificare e ottimizzare le prestazioni della connessione internet e la configurazione di tutte le apparecchiature di casa connesse alla rete.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Come vuoi pagare?

CONFRONTA OFFERTE
Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!