logo segugio.it

Gas: consigli per spendere meno e meglio

Pubblicato il 07/02/2018
Ultima modifica il 16/02/2018

Gas: consigli per spendere meno e meglioQuest’anno i consumatori hanno avuto una notizia non propriamente piacevole in termine di tariffe luce e gas. Come evidenziato nella nostra news "Aumenti 2018: a quanto ammontano e come contrastarli", le bollette subiranno incrementi per tutto il primo trimestre dell’anno in corso. 

Secondo quanto affermato dall'Autorità per l'energia elettrica il gas ed il sistema idrico (dal 1° gennaio è diventata ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) nel comunicato rilasciato il 29 dicembre 2017, "la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.044 euro, con una variazione del +2,1% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un aumento di circa 22 euro/anno".

Per il gas un aumento nel periodo invernale è piuttosto fisiologico, data la maggior domanda della materia prima e il rialzo delle quotazioni a livello europeo. Ciò non toglie che individuare strategie taglia bolletta può comunque essere un valido ausilio per i consumatori. Di seguito abbiamo pensato di stilare una lista di consigli, volti a farvi risparmiare un po’ attraverso uno stile di vita attento e consapevole. 

Stabilite i consumi effettivi

La prima cosa da fare è chiedersi come usiamo il gas, calcolando per prima cosa qual è il consumo annuo (dato ricavabile dalle bollette, alla voce consumo annuo). Questa stima vi permetterà di fare simulazioni più accurate usando i simulatori come Segugio.it: tra i dati da inserire vi è proprio la voce consumo annuo. E’ un dato importate perché molte offerte si basano sul volume di gas consumato. Quando effettuate simulazioni online, dovete prestare attenzione al prezzo al metro cubo, la componente che incide maggiormente nel calcolo dei servizi di vendita. 

Verificate i piani tariffari: a prezzo bloccato o indicizzato 

Come spiegato nella news "Luce e gas: prezzo fisso o indicizzato?", sul mercato sono presenti piani tariffari a prezzo bloccato, indicizzato e fisso. Di seguito una spiegazione di dettaglio:

Prezzo bloccato: in questo caso il fornitore stabilisce un prezzo fisso per l’intera durata del contratto, in genere di uno o due anni. Alla scadenza, il gestore farà una nuova offerta al cliente, che avrà eventualmente facoltà di cambiare fornitore se non soddisfatto. Il vantaggio di queste offerte è che il cliente è al riparo da eventuali oscillazioni del prezzo del gas per tutta la durata del contratto: ciò significa che non subiranno eventuali rincari, né potranno beneficiare di possibili ribassi.

Prezzo indicizzato: il prezzo del gas cambia al variare del costo della materia prima. I prodotti che seguono questa logica sono solitamente agganciati alle tariffe dell’Autorità o ad altri indici di borsa. Le offerte a prezzo indicizzato permettono di approfittare di eventuali ribassi del prezzo del gas, ma non tutelano da possibili rincari.

Scegliete Rid e bolletta elettronica per risparmiare

Il pagamento con Rid è generalmente più conveniente rispetto ai bollettini postali: di solito è gratuito e permette di risparmiare fino a 18 euro l'anno in commissioni sui bollettini postali. Inoltre gli operatori del settore, scegliendo l'addebito bancario, permettono spesso di non pagare il deposito cauzionale.

Come dicevamo, il risparmio si ottiene a partire dal confronto delle tariffe. Segugio.it vi permette di farlo agevolmente, compilando il form dedicato. Ecco l'offerte più conveniente al 31 gennaio, ipotizzando un consumo di 1.600 standard metri cubi per una casa a Milano, abitata da 4 persone.

Si tratta del prodotto di wekiwi Gas prezzo fisso 12 mesi, con un costo annuo di 1003.25 euro, importo bollette personalizzabile e fatturato in acconto, app per la gestione e la fornitura dei consumi.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Gas: consigli per spendere meno e meglioValutazione: 2,8/5
(basata su 13 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Le tariffe gas più convenienti di febbraio 2019pubblicato il 10 febbraio 2019
Ancora un aumento per le bollette del gaspubblicato il 28 gennaio 2019
Le tariffe gas più convenienti di gennaio 2019pubblicato il 7 gennaio 2019
Le tariffe luce, gas e internet più convenienti a Baripubblicato il 29 dicembre 2018
Buon anno di nuovi rincaripubblicato il 23 dicembre 2018
RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo di gas
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta del gas, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di gas espresso in Sm3 o Smc (standard metri cubi) ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!