Bolletta elettrica: le ultime novità e gli sconti di novembre

04/12/2017

Bolletta elettrica: le ultime novità e gli sconti di novembreGli studi effettuati dalla Camera di Commercio di Milano in associazione con Ref Ricerche rivelano che le Pmi, a fine 2017, pagano fino al 5% in meno sulla bolletta elettrica.

Il risparmio deriva dalla riduzione degli “oneri di sistema” che rappresentano tasse applicate a copertura di attività legate al sistema elettrico e del gas. Tali sono gli incentivi per l’utilizzo di energia prodotta da fonti rinnovabili, i contributi alla ricerca e le agevolazioni alle industrie energivore. 

Gli oneri di sistema sono addebitati alle Pmi come alle utenze domestiche, residenziali e non residenziali. Secondo il Sole 24 Ore, in relazione alle imprese, tali oneri incidono sull’importo delle bollette per circa un terzo, mentre l’Autorità per l’Energia elettrica il gas e il sistema idrico stima che, entro il 2018, provocheranno aumenti a discapito delle famiglie fino al 9%.

Il nome suggerisce che gli oneri siano composti da una pluralità di voci di costo e, in effetti, è così. Tuttavia non è facile capire quali siano i singoli elementi che li compongano: nella bolletta 2.0., più precisamente all’interno della sezione “Riepilogo costi o voci di spesa” oppure “Sintesi importi fatturati” è possibile conoscere solo l'ammontare totale di tali oneri, non il dettaglio di essi.

Con la riforma in corso da dicembre 2016, il Governo è intervenuto sul sistema tariffario elettrico e sugli oneri di sistema.

La modifiche attuate finora, hanno portato alla creazione di una tariffa unica TD per i servizi di rete e all’abolizione delle fasce di consumo D2 e D3. In questo modo, come richiesto dall’Unione Europea, si restituisce equità al calcolo dei consumi elettrici, laddove nel precedente sistema - la “tariffa progressiva” in vigore dagli anni ‘70” -, rilevava principalmente il reddito familiare.

L’obiettivo è istituire una fascia di consumo unica e definitiva ma, in base ai recenti confronti parlamentari, dovremo attendere il 2019 (per approfondire l’argomento si rimanda alla news "Luce e gas: slitta a luglio 2019 la riforma").

D’altra parte la riforma ha rimodulato gli oneri applicati ai residenti e ai non residenti, penalizzando i proprietari di seconde case.

Ad oggi infatti i residenti pagano una quota energia calcolata sui soli consumi effettivi, mentre i non residenti una parte di oneri di sistema in quota fissa, più una parte in quota variabile. Un recente studio de il Sole 24 Ore evidenzia l'impatto delle nuove norme: con riferimento al 2017, per una seconda casa con consumo annuo pari a 1200 kilowattora, si stima un aumento dei costi del 52% rispetto al 2016.

Il calo degli oneri di sistema riguarda ad oggi solo le imprese. Le famiglie possono risparmiare sulla bolletta elettrica con il bonus luce e gas per le famiglie a basso reddito, o considerando l'ipotesi di cambiare fornitore.

Secondo un’indagine del Beuc (The European Consumer Organisation), cambiando fornitore le famiglie risparmierebbero dai 29 ai 389 euro l’anno. La possibilità di cambiare a vantaggio del proprio bilancio, può essere verificata con Segugio.it, il portale  alleato dei consumatori, che confronta le tariffe per l’energia elettrica dei principali operatori evidenziando il risparmio realizzabile tramite l'attivazione di una nuova fornitura. 

Al 27 novembre 2017, Segugio.it stima per un’abitazione situata a Roma, con nucleo famigliare composto da 4 persone, potenza impiegata di 3 kW, elettrodomestici utilizzati in ogni fascia oraria, una spesa totale di 1.097,66 €/anno in regime di tutela.

Di seguito una panoramica delle migliori offerte, con indicazione del risparmio proposto dai singoli operatori per il profilo indicato.

La miglior offerta è Energia Prezzo Fisso 12 mesi di wekiwi, che alla tariffa annua bloccata di 875,79 euro permette di risparmiare 221,87 €/anno. L’offerta prevede uno sconto online sulla bolletta elettrica, fatturazione elettronica con addebito su conto corrente e app mobile per la gestione della fornitura e il monitoraggio dei consumi.

Troviamo poi Energia 3.0 Light di Engie, che permette di risparmiare 198,23 euro con un costo annuo bloccato per 14 mesi di 899,41 euro, zero costi di attivazione, bolletta digitale e accesso al Programma Fedeltà “vinciEnergia”, che permette di ottenere premi e vantaggi esclusivi.

Infine vi segnaliamo Eni Link di Eni gas e luce, con un costo annuo bloccato di 1014,81 di 12 mesi, zero spese di attivazione e risparmio realizzabile di 82,85 €/anno. L’offerta prevede l’esclusivo servizio Eni Genius per calcolare il proprio profilo energetico e scoprire come migliorarlo. Sempre Eni propone Easy Gas e Luce, fornitura in promozione web che include un abbonamento Sky TV e Decoder HD per 12 mesi,con corrispettivo al consumo che scende del 5% il secondo anno e del 10% il 3° anno di fornitura.

A cura di: Ele Libra

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe
Come valuti questa notizia?
Bolletta elettrica: le ultime novità e gli sconti di novembreValutazione: 3/5
(basata su 1 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Luce e gas: le migliori offerte di febbraiopubblicato il 19 febbraio 2020
Quanto si può risparmiare con una tariffa del mercato liberopubblicato il 5 febbraio 2020
Come tenere sotto controllo i consumi di luce e gaspubblicato il 11 dicembre 2019
Quale gestore di energia elettrica è il più conveniente?pubblicato il 4 dicembre 2019
Come leggere la bolletta della luce?pubblicato il 28 novembre 2019
RICERCA LUCE
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Consumo stimato annuo di
energia elettrica (KWh)
Clicca qui per calcolarlo
Quando utilizzi l'elettricità?
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di energia elettrica

Quante persone vivono in casa?
Quali elettrodomestici sono utilizzati?
Cucina/forno elettrico
Lavatrice
Congelatore
Lavastoviglie
Scaldabagno elettrico
Condizionatore