Compagnie telefoniche: si torna alle bollette mensili

30/11/2017

Compagnie telefoniche: si torna alle bollette mensili

Fanno marcia indietro le principali compagnie telefoniche sulla fatturazione a 28 giorni, con Tim Fastweb e Wind-Tre che seguono la decisione già presa da Vodafone di ritornare alle bollette mensili. Nell'articolo "Bollette: Vodafone torna ai consumi mensili", avevamo dato notizia del gestore con sede a Newbury, nel Regno Unito, che per primo ha manifestato l’intenzione di tornare alla cadenza di 30-31 giorni, vista anche la volontà del Governo di imporre la mensilità tramite una norma inserita nella prossima Legge di Bilancio.

“Alla luce dell’attenzione posta dal Governo e dalle Autorità”, aveva commentato Aldo Bisio, amministratore delegato di Vodafone Italia, “ci siamo resi conto che abbiamo sottovalutato un elemento importante che ci lega ai clienti, la trasparenza. Abbiamo dunque deciso che ritorneremo al ciclo di fatturazione precedente. Sono investimenti ingenti, abbiamo avviato i lavori, e lo faremo rapidamente”.

La buona notizia è che quella di Vodafone è stata una decisione importante, che ha aperto alle altre compagnie la necessità di abbandonare il ciclo di conteggio delle 4 settimane e andare incontro allo scontento degli utenti. Al momento non è stata data ancora alcuna comunicazione ufficiale da parte dei gestori telefonici sulle nuove politiche di prezzi.

Ricordiamo che le bollette corte avrebbero portato un aumento degli importi delle fatture dell’8,6%, un rialzo che potrebbe essere mantenuto tornando alla base mensile e che trova il favore di ASSTEL, l’Associazione di categoria che rappresenta le imprese della tecnologia dell’informazione esercenti servizi di telecomunicazione fissa e mobile, la quale sottolinea come le attuali nostre tariffe siano tra le più basse in Europa.

Il ritorno alla vecchia fatturazione crea qualche problema agli operatori, in quanto dovranno aggiornare i software di gestione della clientela. La spesa si aggirerebbe in diversi milioni di euro, importante in valore assoluto ma di minor conto se venissero confermati i circa 2 miliardi di euro incassati dalle stesse compagnie nel periodo in cui hanno adottato la fatturazione a 28 giorni.

Le 4 settimane, imponendo una fatturazione di 13 mesi al posto di 12, sono state molto criticate dalle Associazioni dei Consumatori. A questo proposito il Codacons ha deciso di lanciare una campagna per invitare i clienti a presentare reclamo, inviando una domanda di rimborso. In caso di risposta negativa da parte del gestore (o di mancato riscontro entro 30 giorni), l’Associazione offre ai consumatori la possibilità di usufruire della conciliazione presso i Corecom (Comitati regionali per le comunicazioni), richiedendo così l’applicazione degli indennizzi automatici.

Quella del ritorno alla fatturazione mensile non è l’unica novità che riguarderà il settore della telefonia, attualmente interessato anche dagli aggiornamenti introdotti dalla Legge annuale per il mercato e la concorrenza, trattata nell’articolo "Novità anche per la telefonia dal Ddl concorrenza". Tra le norme più importanti, l’ampliamento delle possibilità di recesso anticipato, un’opzione che sarà esercitata anche quando i costi non saranno proporzionati al valore del contratto e alla durata residua dell’offerta.

Per scegliere le tariffe Internet e telefono più basse d’Italia è indispensabile confrontarle: usa la sezione Tariffe di Segugio.it, dove puoi risparmiare grazie alla comparazione delle offerte dei principali operatori sul mercato. L’utente può scegliere la soluzione più economica e che meglio si addice al proprio profilo sia effettuando una simulazione, sia visitando la pagina dedicata alle migliori tariffe ADSL e telefono del momento.

Ipotizzando al 15 di novembre una richiesta di abbonamento nel Comune di Milano (con velocità minima di download di 20 Mb), si distingue UltraFibra Giga di Tiscali a 19,95 euro al mese per 12 mesi (dopo 34,95 euro). La soluzione comprende accesso a Internet a 1 giga e chiamate illimitate, oltre a 60 minuti di chiamate internazionali: tra i servizi inclusi troviamo 2 mesi di Infinity (con film, serie TV e cartoni), una SIM Tiscali Mobile (con 2 Giga di traffico al mese) e il Fax Light, per ricevere fax direttamente nella propria casella e-mail.

A seguire l’offerta WindHome Infostrada Unlimited ADSL di Wind Tre al prezzo di 20,90 euro ogni 4 settimane e senza costi di attivazione. Il gestore propone internet illimitato e chiamate senza limiti verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali e i fissi di Europa occidentale, Usa e Canada. In più Wind Tre offre una SIM dati con 50 Giga a disposizione ad ogni rinnovo e WindHome Pack e un modem fisso per la navigazione da casa a 2 euro per 48 rinnovi. Il conto telefonico sarà emesso ogni 8 settimane.

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe
Come valuti questa notizia?
Compagnie telefoniche: si torna alle bollette mensiliValutazione: 4,6/5
(basata su 7 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Le migliori offerte adsl di maggio 2020pubblicato il 13 maggio 2020
Coronavirus, la proposta di Enea per ridurre consumi e spese per le bollettepubblicato il 4 maggio 2020
Le migliori offerte ADSL di aprile 2020pubblicato il 17 aprile 2020
WINDTRE offre la sua rete a un super prezzopubblicato il 26 marzo 2020
Le migliori tariffe ADSL di novembre 2019pubblicato il 15 novembre 2019
RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?