logo segugio.it

Adsl più veloce: ci pensa un algoritmo

29/07/2015

Adsl più veloce: ci pensa un algoritmo

E’ in arrivo l’algoritmo che ottuplica la velocità dell’Adsl. Una possibile soluzione al digital divide, ma soprattutto una buona notizia per gli italiani, spesso costretti a confrontarsi con problematiche connesse all’Adsl e alla banda larga.

Il digital divide resta infatti un fenomeno molto diffuso nel nostro Paese, fonte di un divario di tipo socio-economico tra le diverse aree geografiche a causa del gap di infrastrutture esistenti.

Il programma risolutore, ribattezzato Alisa Encoding, è stato creato dall’ingegnere Giancarlo Costabile e potrebbe potenziare la velocità dell’Adsl fino a 8 volte. 

Il software nasce da vent’anni di ricerca da parte dell’ingegnere Costabile, nato nel 1958 a Cosenza e laureato presso il Politecnico di Torino: in pratica si agisce sul codice in cui vengono scritti i dati, non sui sistemi di trasmissione, accelerando il passaggio delle informazioni sulle reti e sui supporti magnetici.

Al momento l’algoritmo è stato registrato presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi dello Studio De Simone di Roma, un centro particolarmente affermato nella tematica della brevettazione. 

L’algoritmo sarà applicato ad un software da installare sui server che trasmettono i dati in rete nei differenti client (PC, tablet o smartphone). In pratica si potenzierà la velocità di trasferimento del traffico web, rendendola otto volte superiore alla media attuale. 

L’aspetto forse più interessante è che il software moltiplica la capacità di trasmissione e memorizzazione magnetica dei dati e agisce indipendentemente dal tipo di rete, fissa o mobile e dal tipo di supporto (rame, fibra ottica, Gsm, 3G, 4G). Questo particolare rappresenta un vantaggio non da poco, dato che non comporta nessun tipo di modifica dell’hardware.

Si tratta al momento di un test, che, se funzionasse, a regime potrebbe impattare positivamente sul digital divide, migliorando la qualità e la velocità della navigazione in molte aree del nostro Paese. Il problema attualmente si ripercuote soprattutto nelle zone rurali e montane dove, a causa della bassa densità demografica o delle caratteristiche territoriali, resta più complessa e costosa l’installazione della linea Adsl o della banda larga.

Solo per dare un’idea della portata del fenomeno, al momento in Italia la percentuale di famiglie che dispone della connessione Adsl è del 55%. Una situazione ben diversa dal Nord Europa, dove la percentuale si attesta sull’80% con picchi nei Paesi scandinavi e nel Regno Unito.

Laddove l’Adsl è disponibile, spesso si verificano problematiche connesse alla velocità di navigazione stimata e reale: per capire quale è l'effettiva velocità alla quale si sta navigando, si può utilizzare lo speed test Adsl su Segugio.it, nella sezione dedicata alle tariffe.

La notizia relativa ad Alisa Encoding è stata chiaramente molto pubblicizzata dalla stampa, anche se gli eventuali sviluppi non sono stati ancora resi noti.

In attesa di sapere come si evolverà nella pratica questa scoperta, va comunque evidenziato che, parallelamente all’Adsl e alla banda larga, sono disponibili soluzioni wireless e satellitari, in grado di garantire una buona velocità di navigazione.

A cura di: Alessia De Falco

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Rimborso bollette a 28 giorni: il provvedimento di Adiconsumpubblicato il 5 novembre 2019
Le migliori offerte solo internet di ottobre 2019pubblicato il 30 ottobre 2019
Le migliori tariffe internet di ottobre 2019pubblicato il 21 ottobre 2019
Come scegliere la migliore ADSLpubblicato il 18 ottobre 2019
Copertura fibra ottica e ADSL: come verificarla?pubblicato il 13 marzo 2019
RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale tecnologia desideri?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Vuoi includere altri servizi?
Come vuoi pagare?