logo segugio.it

Come risparmiare sulla bolletta del gas

Pubblicato il 15/12/2014
Ultima modifica il 18/02/2015

Come risparmiare sulla bolletta del gas

L’Autorità per l'energia elettrica e il gas ha stimato che il consumo di gas per una famiglia media di quattro persone è di circa 1400 smc (standard metro cubo) l’anno, con una spesa media che varia dai 1000 euro al nord ai 1160 euro al sud. In alcune zone del meridione d’Italia, come in Calabria, la spesa può superare i 1250 euro.

In periodi difficili come quello che l’economia del nostro Paese attraversa, è doveroso risparmiare. Lo si può fare su due fronti: scegliendo il miglior operatore sul mercato per le proprie esigenze di consumo e utilizzando piccoli accorgimenti quotidiani. Si pensi che un comportamento più responsabile può influire sull’abbattimento della bolletta del gas per un 50%.

L’importo di spesa più importante della stagione invernale è sicuramente il riscaldamento. Come già trattato nel nostro articolo "I consigli per risparmiare in bolletta" è importante impostare una temperatura non superiore ai 20° C , ricordando che ogni grado in più fa aumentare il consumo di gas del 7%. È bene programmare gli orari di accensione preferendo le ore serali, dalle 18 alle 22 e la mattina dalle 7 alle 8, i momenti più freddi della giornata, evitando di accendere i caloriferi nelle ore notturne.

È inoltre consigliabile installare le valvole termostatiche che regolano l’afflusso di acqua nel termosifone in funzione del calore necessario. La prima regola è quella di non disperdere il calore: all’importanza di usare i doppi vetri si unisce quella di chiudere tapparelle e serrande e di non coprire gli elementi del calorifero con pannelli o tende; è anche opportuno aprire le finestre per il ricambio d’aria quando i riscaldamenti sono spenti o nelle ore più calde della giornata.

Merita un discorso a parte la questione del riscaldamento centralizzato o autonomo. Se fino a pochi anni fa poteva costituire un dubbio, oggi non è più così. I nuovi dispositivi di efficienza energetica hanno fatto spostare verso il riscaldamento autonomo l’ago della bilancia del risparmio. La caldaia privata risulta infatti la soluzione più economica perché consente di regolare l’accensione secondo le proprie abitudini quotidiane, ottenendo un buon rapporto costi/benefici.

Importante è anche mantenere efficiente la caldaia attraverso una corretta manutenzione, facendo effettuare i controlli previsti dalla legge da un tecnico specializzato ed eventualmente sostituendola: una caldaia che funziona male consuma di più. Come consigliato nel nostro articolo "Le nuove eco-soluzioni di Enel Energia", con “Interessi no problem” Enel offre la possibilità di avere una caldaia ad alta efficienza pagandola direttamente in bolletta, in rate bimestrali o trimestrali e senza interessi, perché Enel Energia li restituisce senza che sia necessario sostenere alcun costo accessorio.

Le caldaie di nuova generazione garantiscono ribassi nel lungo periodo anche piuttosto considerevoli sulla bolletta. In particolare, le caldaie a condensazione riducono i consumi delle abitazioni fino al 30% perché sfruttano il calore dei fumi prodotti dalla combustione del gas.

Anche la scelta del fornitore di gas più adeguato alle proprie esigenze è fondamentale per un risparmio in bolletta. Rivolgendosi al mercato libero si possono garantire risparmi superiori al 10%, soprattutto al Nord, dove i consumi sono maggiori a causa del clima.                      

Nel nostro articolo "Mercato libero o tutelato: come scegliere le offerte di luce e gas?" facciamo chiarezza sulle differenze tra le due aree, sottolineando come nel mercato libero del gas esiste un regime di concorrenza tra gli operatori del settore comunque regolato da obblighi di tutela del consumatore stabiliti dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG). Questa strategia assicura una maggiore efficienza del mercato, dando al consumatore finale libertà di scelta tra una pluralità di fornitori.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura di: Paola Campanelli

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Come risparmiare sulla bolletta del gasValutazione: 4,8/5
(basata su 4 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Le tariffe gas più convenienti di dicembre 2018pubblicato il 6 dicembre 2018
Maxi-conguagli: si riducono i tempi anche per le bollette del gaspubblicato il 22 novembre 2018
Le tariffe gas più convenienti di novembre 2018pubblicato il 9 novembre 2018
Le tariffe gas più convenienti di ottobre 2018pubblicato il 13 ottobre 2018
Subentro gas: ecco come farepubblicato il 9 ottobre 2018
RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo di gas
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?

 

×

Potenza impegnata

La potenza impegnata rappresenta il livello di potenza che viene messo a disposizione dal fornitore di energia elettrica. E’ pari al numero massimo di apparecchi elettrici da 1000 watt che si possono attivare contemporaneamente senza che il contatore automaticamente interrompa l’erogazione della corrente. Viene specificata dal fornitore nel contratto, è determinata in base alla tipologia ed al numero di elettrodomestici impiegati in casa. La potenza impegnata più comune per le utenze domestiche è pari a 3 kWh.

 

×

Consumo annuo

Sulla bolletta del gas, nel piccolo riquadro dedicato al riepilogo dei dati, puoi trovare l’informazione riguardante il Consumo annuo di gas espresso in Sm3 o Smc (standard metri cubi) ovvero il consumo totale nei 12 mesi precedenti il giorno di emissione della bolletta

 

×

Quando utilizzi l'elettricità?

Seleziona la fascia oraria, identificandoti in quella in cui utilizzi principalmente l’elettricità: sempre se utilizzi l’elettricità in qualsiasi fascia oraria (Giorno 44 %; Sera 33 %; Weekend 23 %); giorno se utilizzi l’elettricità soprattutto nella fascia diurna (Giorno 52 %; Sera 32 %; Weekend 16%); sera e weekend se utilizzi l’elettricità principalmente nella fascia serale e nei giorni festivi (Giorno 14 %; Sera 48 %; Weekend 38 %); oppure personalizza la tua abitudine di consumo indicando in valori percentuali quanto utilizzi l’elettricità per ognuna delle due fasce orarie. La fascia diurna va dalle ore 8 alle 19, la fascia serale dalle ore 19 alle 8, mentre nei giorni festivi viene solitamente applicata la stessa tariffa.

 

×

Seleziona la tipologia di richiesta

Cambio fornitore: quando hai già un contratto attivo a tuo nome, e vuoi passare ad una nuova offerta commerciale.

Nuova attivazione: quando vuoi attivare per la prima volta una fornitura di energia elettrica o gas per la tua abitazione.

Subentro: quando vuoi riattivare una fornitura dopo la cessazione del contratto da parte del precedente intestatario, che ha richiesto la disattivazione del contatore.

Voltura: quando vuoi cambiare l’intestazione di un contratto di fornitura funzionante, attivando contestualmente una nuova offerta commerciale, senza interruzione dell'erogazione di energia elettrica e di gas.

 

×

Modalità di pagamento

Indica la modalità di pagamento che desideri in quanto la selezione può impattare sul risultato della simulazione. In linea generale, la modalità di pagamento con l’addebito diretto SEPA (che sostituisce il servizio di RID bancario da febbraio 2014 secondo le indicazioni dell’Unione Europea) è automatizzata e non prevede costi aggiuntivi. Invece, la modalità di pagamento con il bollettino postale prevede solitamente un contributo aggiuntivo per la gestione dei costi amministrativi. Alcune offerte non prevedono questa seconda modalità di pagamento.

Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!