logo segugio.it
Parla con noi 02 5005 8100 Parla con noi 02 5005 8100

La nuova bolletta 2.0

Pubblicato il 03/11/2014
La nuova bolletta 2.0

Bisognerà pazientare ancora quasi un anno, ma il primo settembre 2015 arriverà la nuova “bolletta 2.0” per luce, acqua e gas: un aiuto per il cittadino italiano, spesso alle prese con parecchie difficoltà al momento della sua lettura. Perché basta dare un’occhiata alle attuali bollette per accorgersi delle molteplici voci che le compongono e di quanto possa rivelarsi complicato interpretarle correttamente.

Proprio per questo motivo, è intervenuta l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico adottando un format più evoluto: una bolletta semplificata che, a quanto anticipato, sarà chiara, comprensibile e soprattutto tecnologica, con la possibilità di effettuare i pagamenti direttamente da pc, tablet e smartphone.

La nuova bolletta sarà composta da un unico foglio, con tutti i dettagli dei consumi, i dati essenziali e il relativo importo da pagare. Non esiste ancora una versione definitiva: le società godranno infatti di flessibilità, con la possibilità di personalizzare la fattura secondo i propri standard (a patto che nel documento siano contenuti gli elementi comuni stabiliti dall’Autorità).

La nuova bolletta 2.0 avrà un linguaggio più semplice, evitando diciture complesse o poco comprensibili: ad esempio, termini come “Servizi di rete” e “Servizi di vendita” saranno sostituiti rispettivamente con “Spesa per il trasporto e per la gestione del contatore” e “Spesa per l’energia”.

Sarà inserita la dicitura “Spesa oneri di sistema” (attualmente ricompresa nei “servizi di rete”, ma sconosciuta a molti): quest’ultima è composta da voci di spesa inserite per legge per il finanziamento di politiche pubbliche di varia natura, come ad esempio la messa in sicurezza delle centrali nucleari o gli sconti per la rete ferroviaria italiana. Il peso di questa voce, sul costo finale, è del 22%.

Verrà assicurata maggiore facilità di lettura in tema di conguagli, rendendo più comprensibile all’utente l’individuazione dell’oggetto del conguaglio (ad esempio l’aggiornamento tariffario), con semplificazione di quanto dovuto.

Tuttavia, il consumatore che vorrà farlo, sarà libero di continuare a ricevere la vecchia bolletta (il format attualmente in vigore).

La bolletta potrà essere ricevuta, facendone richiesta, esclusivamente via e-mail, prevedendo un piccolo sconto per gli utenti che vorranno aderirvi: lo scopo è quello di abbattere i costi per le aziende e di velocizzare i tempi di ricezione della fattura per i consumatori.

A cura di: Paola Campanelli
Confronta i prezzi e risparmia Scopri subito le migliori tariffe

Parole chiave

bolletta elettronica

Articoli correlati