logo segugio.it

Leggere la bolletta del gas: estremi della bolletta e pagamenti

Dal 1 gennaio 2016 la bolletta del gas deve rispettare alcuni requisiti imposti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). In questa sezione della guida alla lettura della bolletta del gas ci concentreremo sulle informazioni che riguardano gli estremi della bolletta e la modalità di pagamento utilizzata.
Queste informazioni sono solitamente posizionate nella parte alta della bolletta o in una colonna laterale, ma sempre nella prima pagina della fattura.


Estremi della bolletta e pagamenti

E’ importante ricordare che fornitori diversi possono utilizzare grafiche differenti per mostrare i dati in bolletta, ma dovendo fornire all’utente le medesime informazioni molto spesso le bollette del gas presentano una struttura simile e facilmente riconoscibile. Le seguenti informazioni relative ai pagamenti e agli estremi della bolletta devono sempre essere indicate chiaramente.


1. ESTREMI DELLA BOLLETTA

Per estremi della bolletta si intendono tutti i dati che permettono di identificare in modo univoco la bolletta del gas come il numero della fattura, il periodo di riferimento e la data di emissione. Queste informazioni si trovano di solito nell’intestazione o comunque in un'area ben visibile sul primo foglio della fattura affinché sia possibile verificare subito quale bolletta stiamo analizzando. Eventuali consumi di gas sopra o sotto la media possono a volte essere spiegati semplicemente verificando bene il periodo di riferimento dato che a causa dell'accensione degli impianti di riscaldamento il consumo di gas presenta spesso un andamento fortemente stagionale.


esempio bolletta gas

2. SCADENZA DEL PAGAMENTO

Questo dato indica il giorno entro il quale la bolletta deve essere pagata. Se si è scelta una modalità di pagamento automatizzata come l'addebito su conto corrente (SEPA/SDD) non sarà necessario ricordarsi di effettuare il versamento poiché esso viene disposto automaticamente dalla banca. Questa modalità è oggi una delle più utilizzate proprio perché permette di risparmiare tempo, non essendo necessario fare code in posta per pagare il bollettino, e denaro, dato che nel caso in cui la bolletta non sia pagata entro la scadenza fissata verranno applicati degli interessi di mora in base al numero di giorni di ritardo.


3. MODALITÀ DI PAGAMENTO

La modalità di pagamento associata al proprio contratto di fornitura gas deve essere sempre specificata. Si ricordi che alcune modalità possono comportare costi aggiuntivi o al contrario uno sconto, a seconda di quanto specificato nelle condizioni tecnico economiche sottoscritte. L'ARERA ha stabilito che in caso si usufruisca del servizio di tutela deve essere sempre presente almeno una modalità di pagamento gratuita. Le principali modalità di pagamento accettate dai fornitori di energia elettrica sono l'addebito diretto su conto corrente e il bollettino postale. Sebbene molto diffusa, quest'ultima modalità di pagamento presenta diversi svantaggi rispetto all'addebito sul conto e proprio per questo la maggior parte dei fornitori di gas naturale cercano di invogliare gli utenti ad attivare l'addebito automatico offrendo sconti per chi lo utilizza, oppure richiedendo spese aggiuntive per l'invio del bollettino.


4. INFORMAZIONI SUI PAGAMENTI

In questa sezione viene riassunta la situazione dei pagamenti precedenti e nel caso in cui le precedenti fatture non risultino regolarmente pagate viene indicato chiaramente l'ammontare della cifra da corrispondere. In caso di ritardo nei versamenti deve essere sempre indicato il tasso di interesse applicato e le procedure che possono essere attuate per la regolarizzazione dei pagamenti.
Indipendentemente dalla modalità di pagamento prescelta è importante verificare sempre ad ogni bolletta lo stato dei pagamenti, in modo da intercettare rapidamente eventuali problematiche che possono verificarsi e trovare una soluzione che eviti l'attivazione di procedure di mora.


esempio bolletta gas

5. RATEIZZAZIONE

In regime di Tutela le norme stabilite dall’ARERA prevedono la possibilità di pagare a rete l’importo della bolletta del gas se si verifica una delle seguenti situazioni:

  • La fatturazione non avviene ogni mese e la bolletta di conguaglio ha un costo superiore al doppio della cifra fatturata nelle bollette con consumi stimati successive all'ultimo conguaglio. Se però l'aumento dei costi è dovuto all'entrata in funzione dell'impianto di riscaldamento il venditore è esentato dall'obbligo di concedere la rateizzazione.
  • Un malfunzionamento del contatore ha fatto sì che venga richiesto l'addebito di consumi che non erano stati inclusi nelle fatture precedenti.
  • All'utente è addebitato un conguaglio che segue una o più mancate letture del contatore, anche se questo è posizionato in luogo accessibile.

Se la bolletta rientra in uno dei casi appena descritti il fornitore deve indicare come richiederne la rateizzazione. Sottolineiamo che queste specifiche condizioni sono valide per gli utenti in regime di tutela, e non è detto che siano applicate anche alle tariffe del mercato libero. Le condizioni di rateizzazione per le offerte gas sul mercato libero sono specificate nelle condizioni contrattuali e qualora la bolletta rientri in uno dei casi descritti il fornitore dovrà indicare esplicitamente sulla fattura la possibilità di usufruire di questo tipo di agevolazione.


Approfondimenti


Modalità di pagamento: quale scegliere?

Come descritto nei paragrafi precedenti le società fornitrici di gas e luce offrono spesso ai propri utenti la possibilità di scegliere tra diverse modalità di pagamento allo scopo di rendere più agevole possibile il pagamento della bolletta. Non tutte le modalità di pagamento però si equivalgono e certe permettono addirittura un risparmio addizionale sulla bolletta del gas sotto forma di sconto o bonus corrisposto a coloro che le scelgono.


Addebito su conto corrente

La modalità di pagamento più vantaggiosa da questo punto di vista è senza dubbio l'addebito su conto corrente (SDD/SEPA), che come già descritto consente di risparmiare tempo automatizzando il processo di pagamento in tutte le sua parti e minimizzando al contempo i rischi connessi all'operazione. Una banale dimenticanza può infatti portare ad un versamento ritardato e quindi al pagamento di interessi altrimenti evitabili.
Assieme alla possibilità di ricevere la bolletta via e-mail, la scelta dell'addebito su conto corrente è favorita anche da tematiche ambientaliste, verso le quali oggi si pone sempre più attenzione, poiché permette di evitare del tutto il processo di stampa e invio per posta di fatture e bollettini.


Offerte web

Per le tutte le ragioni illustrate finora, quando siamo in procinto di decidere quale tariffa gas adottare non dobbiamo trascurare la modalità di pagamento con la quale prevediamo di pagare le bollette. Alcuni fornitori propongono infatti delle offerte specifiche, con un prezzo della componente materia prima gas ridotto, dedicate esclusivamente a coloro i quali richiedono l'attivazione direttamente dal web e scelgono di attivare sia l'addebito su conto corrente che la ricezione delle fatture via e-mail. Questi prodotti sono di frequente presentati come "offerte web" dedicate a chi sottoscrive il nuovo contratto direttamente online e permettono di massimizzare il risparmio.


RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo
di gas (Smc)
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?