Leggere la bolletta del gas: elementi periodici

Dal 1 gennaio 2016 la bolletta del gas deve rispettare alcuni requisiti imposti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA). In questa sezione della guida alla lettura della bolletta del gas ci concentreremo su quelle informazioni che non sono sempre presenti in bolletta ma devono essere riportate periodicamente.
Questi dati sono solitamente posizionati in fondo alla bolletta del gas, sotto forma di avvisi o informazioni relative ad aggiornamenti tariffari o delle normative correlate. Nonostante non ci sia l'obbligo di inserire questi dati in tutte le fatture, alcuni fornitori scelgono di inserire sempre questi dati in bolletta come segno di maggiore trasparenza verso i loro clienti.


Elementi Periodici

E’ importante ricordare che fornitori diversi possono utilizzare grafiche differenti per mostrare i dati in bolletta, ma dovendo fornire all’utente le medesime informazioni molto spesso le bollette del gas presentano una struttura simile e facilmente riconoscibile. Le informazioni seguenti devono comparire in bolletta con una frequenza minima stabilità dall'Autorità.


1. DETTAGLIO DEI CONSUMI NEGLI ULTIMI 12 MESI

Il dettaglio dei consumi degli ultimi dodici mesi deve comparire in bolletta almeno una volta all’anno. L'ARERA ha imposto questa regola con l’obiettivo di permettere all’utente di visionare uno storico dei suoi consumi così da avere una visione chiara di quale sia l’andamento della quantità di gas utilizzata nel corso dell'anno solare. Da questo tipo di informazione, solitamente rappresentata sotto forma di grafico per facilitare la lettura, è possibile verificare ad esempio l'impatto che l'impianto di riscaldamento ha sui consumi e di conseguenza sulla spesa finale.


2. DATA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Questa data è quella a partire dalla quale sono applicate le condizioni economiche del contratto in essere. La data di attivazione della fornitura è sempre presente nella prima bolletta dopo un cambio di offerta o di fornitore. Se si è effettuata una voltura o un subentro, la data di attivazione della fornitura si riferirà al momento da cui è stata eseguita questa operazione.


3. ASSICURAZIONE GAS

Il gas è una risorsa naturale fondamentale nel settore energetico, ed è utilizzata dagli utenti privati soprattutto per il riscaldamento degli edifici ed in cucina. Tuttavia il suo utilizzo può comportare seri rischi se gli impianti di distribuzione fino alle abitazioni non sono a norma o sono danneggiati. Per tutelare i consumatori dai rischi concernenti il suo utilizzo, l’ARERA ha stabilito con la delibera 191/2013/R/gas che ogni utente allacciato alla rete di distribuzione del gas metano deve disporre automaticamente di una polizza assicurativa contro gli incidenti che possono derivare dal suo utilizzo. La bolletta del gas deve riportare almeno una volta all’anno le informazioni relative all’assicurazione gas attiva sulla propria fornitura.


esempio bolletta gas

4. INFORMAZIONI SU AGGIORNAMENTI DI PREZZI E TARIFFE

Qualora l’Autorità emanasse delle delibere che comportano modifiche alla tariffazione applicata in bolletta, queste devono essere sempre comunicate all'utente. Ad esempio se con l'aggiornamento trimestrale delle tariffe l'Autorità modifica i costi delle componenti della spesa per il trasporto e la gestione del contatore o della spesa per oneri di sistema, le variazioni devono essere notificate all'utente in un'apposita sezione. In particolare la data in cui i nuovi prezzi entreranno in vigore e le delibere di riferimento devono essere sempre specificati.


Approfondimenti


Le informazioni periodiche sono importanti?

Sì, nonostante non siano presenti in tutte le bollette del gas le informazioni periodiche sono importanti tanto quanto quelle riportate ad ogni fatturazione. Si tratta di informazioni di carattere generale, non inerenti nello specifico ai consumi del mese di riferimento, ma che si rivelano molto interessanti perché ci offrono una visione più ampia riguardo al nostro contratto di fornitura e alle nostre abitudini di consumo. Tenere sotto controllo i consumi annuali può aiutarci a capire se è possibile risparmiare, magari gestendo in modo più accurato l'accensione e lo spegnimento della caldaia, evitando sprechi che si traducono poi in bollette inutilmente salate. Risparmiare sul riscaldamento senza rinunciare al comfort di un'abitazione calda e accogliente è oggi possibile grazie ai termostati smart, che garantiscono una flessibilità di gestione molto superiore rispetto ai vecchi termostati ancora in uso in molte case.


Prezzi e tariffe: perchè controllare gli aggiornamenti?

Gli aggiornamenti delle tariffe e le novità nelle disposizioni dell'Autorità sono spesso posti in secondo piano nelle nostre bollette, ma non per questo la loro importanza va sottovalutata perché proprio da questi ultimi possiamo sapere se il costo del gas metano al metro cubo, e quindi l'importo delle nostre bollette, è destinato ad aumentare o a diminuire. Sulla base di quello che ci viene prospettato per i mesi futuri possiamo quindi valutare se può essere conveniente cambiare operatore oppure no.
Le offerte gas del mercato libero possono essere raggruppate in due grandi categorie: le offerte a prezzo fisso, in cui il prezzo della materia prima gas è fisso ed invariabile per un numero di mesi determinato in fase di sottoscrizione (la maggior parte dei contratti propone prezzi bloccati per 12 o 24 mesi), oppure le offerte indicizzate, in cui il prezzo della materia gas naturale varia mensilmente seguendo l'andamento del prezzo all'ingrosso del gas metano.


Offerte indicizzate

Chi ha sottoscritto una tariffa indicizzata riceverà periodicamente notifiche sull'andamento del mercato del gas. Se il prezzo del gas metano è previsto al ribasso nel prossimo futuro ci troveremo nella situazione migliore in quanto nei prossimi mesi potremo beneficiare immediatamente del calo nelle tariffe. Viceversa, quando è previsto un aumento nel costo della materia gas la spesa in bolletta aumenterà, anche a parità di consumo. Leggere gli avvisi di aggiornamento dei prezzi permette di conoscere in anticipo l'andamento del mercato del gas e valutare se è il caso di effettuare un cambio di tariffa.


Offerte a prezzo fisso

Le tariffe a prezzo fisso sono molto utili per bloccare il prezzo della materia prima gas, specialmente se è in vista un aumento dei costi. Se abbiamo già sottoscritto un'offerta a prezzo fisso, prima della scadenza del periodo di validità delle condizioni economiche riceveremo una comunicazione conterrà la tariffa applicata una volta giunti al termine del periodo stabilito dal contratto. In base all'evoluzione del mercato il nuovo prezzo potrà essere più alto o più basso del precedente. E' estremamente importante confrontare questi prezzi con le migliori tariffe gas sul mercato libero perché da questo confronto possiamo capire se la proposta è conveniente o possiamo cogliere l'occasione per risparmiare cambiando operatore.


RICERCA GAS
Che utente sei?
In quale comune abiti?
Consumo stimato annuo
di gas (Smc)
Clicca qui per calcolarlo
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?

 

×

Consumo stimato annuo di gas

Quante persone vivono in casa?
Per cosa utilizzi il gas?
Cucina
Riscaldamento Casa
Produzione Acqua Calda
Quanti metri quadri ha l'immobile?