Logo Segugio.it
GAS LUCE PAY TV OFFERTE E NOVITÀ GUIDE E STRUMENTI

ADSL: cos'è e come funziona

Per avere accesso alla rete internet ad alta velocità è possibile utilizzare differenti tecnologie di trasmissione dati. In questo paragrafo esaminiamo nel dettaglio le caratteristiche delle maggiori e più diffuse tecnologie a disposizione dell’utenza domestica: inizieremo dalla più diffusa, cioè l’ADSL, per poi passare all’analisi di fibra ottica, wimax e connessione satellitare.


Tecnologie di trasmissione dati

ADSL

L’ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) è una tecnologia che consente la trasmissione di dati per la connessione ad internet utilizzando il doppino telefonico tradizionale. E’ stata introdotta nel mercato italiano per le utenze domestiche nel 2000.

Il fatto di utilizzare il doppino telefonico, già installato nella maggior parte delle case italiane, rappresenta un vantaggio per questo tipo di tecnologia, ed in parte ne spiega anche la relativa diffusione: chi intende utilizzare l’ADSL non è tenuto a installare nessun tipo di apparato aggiuntivo, se possiede già una linea telefonica standard. Ovviamente dovrà dotarsi di un modem ADSL, ma si tratta di una spesa veramente modesta.

L’ADSL è definita asimmetrica poiché caratterizzata da velocità differenti in upload (ovvero in fase di trasmissione dei dati) ed in download (ovvero in fase di ricezione dei dati).

Per le connessioni di tipo residenziale al flusso di download viene dedicata una banda di trasmissione maggiore rispetto a quella di upload. Questo perché le attività tipiche della navigazione degli utenti richiedono maggiori risorse di rete in download, che servono per esempio durante la navigazione di un sito web con parecchie immagini, oppure per lo scaricamento di video e filmati particolarmente grossi.

La velocità in upload è minore ma rimane comunque importante per determinare la qualità della connessione internet. Se la banda in upload è “satura”, ovvero è completamente occupata, anche lo scaricamento di un file potrebbe risentirne, in quanto durante il processo di download il computer deve inviare dei pacchetti dati verso il server remoto al quale è collegato.

La velocità in upload risulta particolarmente importante quando si utilizzano dei sistemi di tipo peer-to-peer, in cui i computer connessi inviano e ricevono flussi di dati in maniera continua tra di loro.

La velocità della tecnologia ADSL può cambiare considerevolmente da un operatore all’altro ed in base alla tariffa scelta. La velocità standard in questo momento è pari a 7 Mbps in download e 384 Kbps in upload, ma può arrivare rispettivamente fino a 20 Mbps in download e 1 Mbps in upload. In particolare si parla di:

  • ADSL2, che raggiunge una velocità di 12 Mbit/s in download e di 3,5 Mbit/s in upload;
  • ADSL2+, che raggiunge una velocità di 24 Mbit/s in download e di 1,5 Mbit/s in upload.

Bisogna però tenere conto che la velocità reale della connessione ADSL e della navigazione in rete è impattata da diversi fattori, alcuni dei quali possono essere dipendenti dalla postazione di accesso dell’utente, come:

  • La tipologia di modem e computer;
  • Il numero di applicazioni aperte simultaneamente sul computer;
  • Il browser di navigazione.

altri invece sono legati all’infrastruttura che collega l’utente alla rete:

  • L’intasamento del traffico di rete;
  • La qualità dei cavi dati;
  • La distanza dalla centrale telefonica.

Questo determina la differenza che è quasi sempre presente tra la velocità reale (quella effettiva di accesso ad internet) e quella nominale (quella dichiarata contrattualmente dall’operatore che fornisce l’accesso ad internet).

Fibra ottica

La fibra ottica è una tecnologia di trasmissione dati che utilizza, invece del tradizionale doppino telefonico, piccoli cavi in fibra di vetro vetrosa o polimeri plastici che permettono la propagazione di segnali ottici.

I principali vantaggi della fibra ottica rispetto al tradizionale doppino in rame sono i seguenti:

  • ampia capacità di banda, che consente un efficace trasporto di dati e la copertura di grandi distanze;   
  • buona resistenza rispetto a disturbi elettromagnetici, radiofrequenze o condizioni climatiche (come variazioni di temperatura);
  • buona flessibilità e resistenza dei cavi che facilitano l’installazione e garantiscono minore possibilità di guasto.

Grazie a queste caratteristiche, una connessione internet in fibra ottica permette di raggiungere velocità di trasmissione in download a partire da 10 Mbps fino a 100 Mbps ed una velocità di upload da 1 Mbps fino a 3 Mbps. Queste sono le attuali velocità fornite nei contratti dedicati alla clientela domestica, potenzialmente la fibra ottica sarebbe in grado di raggiungere velocità maggiori (1024 Mbps, ovvero 1 Gbps).

Esistono due modalità di connessione ad una rete in fibra: FTTS e FTTH.

  • FTTS (ovvero Fiber to the Street): definisce quei collegamenti nei quali la Fibra Ottica dalla centrale arriva fino al cabinet (la centralina di prossimità nei pressi dell’abitazione dell’utente), dal cabinet fino alla casa dell’utente viene utilizzato il doppino in rame (per una lunghezza inferiore ai 250 metri);
  • FTTH (ovvero Fiber to the Home): indica quei collegamenti in cui entrambe le tratte (dalla centrale fino all'interno della casa dell'utente) sono realizzate tramite fibra ottica.

Lo svantaggio principale è rappresentato dai significativi costi di installazione e cablaggio e dalla copertura di rete, attualmente limitata alle città più grandi come, per esempio, Milano, Genova, Torino, Bari, Napoli, Roma e Bologna.

Tuttavia, l’evoluzione della fibra è un tema di interesse per tutti i principali operatori di telecomunicazione, che propongono offerte sempre più vantaggiose e stanno investendo per estendere la copertura geografica dei propri servizi di accesso ad internet.

WiMAX

Il WiMAX (Worldwide Interoperability for Microwave Access) è una tecnologia di trasmissione che consente di accedere ad internet tramite reti di telecomunicazione a banda larga di tipo wireless.

Questa tecnologia è supportata dal WiMAX Forum, un gruppo di aziende che si sono unite in un consorzio per definire gli standard di questa tecnologia e per produrre dispositivi ad essa compatibili.

Una infrastruttura WiMAX funziona grazie alla torre WiMax che fornisce l’accesso ad internet ad un’area urbana (50 km2 a livello teorico). I computer e smartphone si possono collegare alla torre WiMAX per ottenere una connessione ad internet in due modalità.

La prima prevede la presenza di un’antenna fissa installata sul tetto di casa, necessaria per collegarsi alla rete. I dispositivi dell’utente saranno a loro volta collegati a questa antenna in modalità wireless.

La seconda permette una connettività migliore, con delle velocità più elevate ed un segnale più stabile. I device che vogliono ricevere il servizio dalla torre devono avere una piccola antenna per potersi collegare, esattamente come per il Wi-Fi.

Due vantaggi significativi del Wimax sono la possibilità di raggiungere aree più remote dove l’ADSL non è disponibile e la garanzia di una connessione anche in mobilità, teoricamente fino a 120 km/h.

Sebbene possa coprire una distanza fino a 50 km, essendo una tecnologia di tipo wireless, la velocità di connessione si riduce man mano che ci si allontana dall’antenna di trasmissione. Inoltre, nel caso in cui pioggia o neve provochino un’assenza di segnale, le prestazioni del collegamento possono risultare inferiori.

Satellitare

La diffusione di servizi di telecomunicazione dedicati all’utenza domestica, in particolare l’accesso ad internet, si è sviluppata negli ultimi dieci anni.
Questi servizi consentono di accedere ad internet tramite satelliti artificiali in orbita terrestre, tramite le seguenti due tipologie di connessione:
  • Connessione monodirezionale: il traffico in download avviene tramite collegamento al satellite, il traffico in upload avviene su rete telefonica con un modem 56k tradizionale. Si tratta di una soluzione non più praticata, che richiede contemporaneamente una doppia connessione (e quindi doppi costi), al satellite ed alla linea a 56kb;
  • Connessione bidirezionale: il traffico in download ed in upload avvengono tramite satellite. L’utente deve possedere solo una parabola ed un modem satellitare. Non sono richieste connessioni telefoniche o via cavo, né alcun software supplementare installato sul PC. Il modem è generalmente messo a disposizione dal fornitore del servizio.

Uno dei vantaggi principali di questi servizi è il fatto che sono accessibili pressoché ovunque in Italia, anche nelle aree più isolate, diventando di fatto una possibile soluzione per colmare il divario digitale in Italia: la connessione satellitare costituisce una valida alternativa per accedere ad internet in quelle aree dove le linee telefoniche standard non sono disponibili.

Inoltre, grazie all’evoluzione dei sistemi di trasmissione digitale, l’utilizzo della rete satellitare non è più associato a costi elevati. In termini di prezzo e velocità, è comparabile alle tecnologie tradizionali a banda larga come l’ADSL e la Fibra Ottica, in quanto può garantire una connessione bidirezionale con una velocità di download fino a 20 MB ed una velocità di upload fino a 6 MB. In aggiunta la connessione satellitare consente un accesso diretto ai principali backbones europei e americani, evitando così le infrastrutture di rete utilizzate dai maggiori collegamenti via cavo e quindi decisamente più sfruttate.

Uno dei maggiore vincoli di questa tecnologia è il tempo di latenza della rete satellitare, che è maggiore rispetto alle tecnologie tradizionali via cavo. I tempi di attesa tra l’invio di una richiesta e la ricezione della risposta sono ovviamente maggiori rispetto ad una connessione adsl standard via doppino telefonico, in quanto il segnale deve compiere la distanza per raggiungere il satellite in orbita geostazionaria.

Questo aspetto potrebbe non costituire un limite quando si utilizza internet per accedere e navigare un sito web, ma potrebbe essere penalizzante quando la velocità della risposta diventa un fattore determinante, come i giochi multiplayer in rete.

Quale modem è migliore per te

Che cos è il modem?

Il modem è un apparecchio elettronico che consente di “modulare”, ovvero regolare un segnale in modo che possa essere trasmesso lungo la tradizionale linea telefonica; successivamente il modem “demodula”, ovvero trasforma di nuovo il segnale che proviene dalla linea telefonica.

Da una velocità standard di 56 Kbps, in pochi anni l’evoluzione tecnologica del modem ADSL ha permesso di raggiungere una velocità di download fino a 20 Mbps ed una velocità di upload fino a 3 Mbps. Il modem ADSL si collega al computer attraverso un cavo di rete USB tuttavia è sempre più comune il modem caratterizzato da una connessione di tipo wireless, cioè senza fili. Il Modem Wi-fi consente di estendere la connessione ad Internet in tutta l’area coperta dalla rete senza l’utilizzo di cavi. Pertanto, risulta molto funzionale, per esempio, nel caso di PC portatili, tablet o smartphone.

Generalmente, il modem ADSL sia con cavi di rete sia Wi-fi può essere o incluso nella tariffa oppure prevedere un costo opzionale al mese differente a seconda che si decida di acquistarlo o di utilizzarlo in comodato d'uso, oppure si può anche decidere di utilizzare un modem di proprietà. Tuttavia, nell’ultimo caso, è necessario rispettare le caratteristiche tecniche richieste dall’operatore. Alcune volte, per rendere le offerte più invitanti e per garantire un buon rapporto qualità prezzo, il modem è in regalo come promozione temporanea.

È meglio un Modem USB o un Router?

Quali sono i limiti del modem? Il modem può non essere compatibile con PC o dispositivi elettronici in cui non è installato un programma dello stesso operatore. Questa impostazione fa sì che diversi utenti non possano usufruire della stessa connessione ADSL. Inoltre, nel caso in cui ci siano più dispositivi collegati ad un modem tradizionale attraverso una porta USB, sia il funzionamento del modem sia le prestazioni dei dispositivi potrebbero risultare inferiori e notevolmente rallentate.

Il router, dispositivo elettronico che instrada il segnale fra reti diverse, è l’ideale se si prevede di connettere alla rete più di un dispositivo (per esempio uno o più computer, smartphone, tablet). È possibile impostarlo sia con la configurazione per un solo utente, caratterizzata dall’avere tutte le porte aperte, sia in modalità multiutente che consente di collegare più dispositivi alla stessa rete. Inoltre, il router garantisce una sicurezza superiore per la rete, in quanto consente di configurare e filtrare le porte di ingresso.

E per la rete satellitare?

Nel caso di una connessione satellitare, sarà installata una antenna o parabola e verrà collegato un modem satellitare al computer, senza la necessità di una linea telefonica, cavi o software aggiuntivi. Pertanto, diventa una soluzione ideale per avere un collegamento Internet in qualsiasi luogo o nel caso si svolgano attività itineranti.

RICERCA ADSL
Che utente sei?
Quali servizi desideri?
In quale comune abiti?
Quale velocità desideri?
Come desideri le chiamate?
Hai già Internet?
Come vuoi pagare?

CONFRONTA OFFERTE
Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!